Dicembre 1, 2023

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Pioggia meteorologica delle Tauridi meridionali: osserva le palle di fuoco nel cielo quando raggiungono il picco questo fine settimana

Pioggia meteorologica delle Tauridi meridionali: osserva le palle di fuoco nel cielo quando raggiungono il picco questo fine settimana

Marko Korosec/Solent News/Shutterstock

Una meteora proveniente da uno sciame meteorico delle Tauridi crea una striscia luminosa nel cielo notturno sopra Brkinje, in Slovenia, nel novembre 2015. Nel 2023, le meteore delle Tauridi meridionali raggiungeranno il picco la sera di domenica 5 novembre.

Iscriviti alla newsletter scientifica Wonder Theory della CNN. Esplora l’universo con notizie di scoperte affascinanti, progressi scientifici e altro ancora.



CNN

Il primo ramo dello sciame meteorico delle Tauridi raggiungerà il suo picco questo fine settimana, offrendo un’opportunità allettante per i pazienti osservatori del cielo.

Le meteore delle Tauridi meridionali brillano luminose nel cielo notturno dalla fine di settembre, ma al culmine – previsto alle 20:47 ET di domenica – è quando le persone avranno le migliori possibilità di intravederle. Secondo l’American Meteor Society.

Mentre la frequenza delle eruzioni meridionali di solito è di sole cinque meteore all’ora, lo sciame è noto per essere ricco di palle di fuoco, termine dato a una meteora che appare più luminosa del pianeta Venere. Secondo la NASA. Venere è il secondo corpo celeste più luminoso nel cielo notturno dopo la Luna.

“I meteoriti fanno parte del cielo notturno e sono fuori dall’ordinario per le persone”, ha affermato Bill Cook, capo del Meteoroid Environment Office della NASA. “Esci e vedi le stelle, vedi la luna, vedi i pianeti: quelli sono sempre lì… ma non sempre vedi le meteore. Le meteore sono una parte temporanea del cielo notturno e le persone sono affascinato da ciò.”

Le condizioni meteorologiche locali, se lo consenti, il momento migliore per uscire a guardare la meteora sarebbe dopo la mezzanotte in qualsiasi fuso orario, ma preparati a rimanere un po’ se sei determinato a vederne una, ha detto Cook. Finora, le telecamere meteoriche della NASA hanno catturato solo circa uno o due torian per notte, ha detto.

READ  La NASA indaga su un'eruzione mai vista prima sul Sole

Secondo l’American Meteor Society, attorno al picco dello sciame, la luna sarà piena per metà per circa il 44%. Questo livello di luce lunare può causare disturbi durante la visione di meteore deboli, ma poiché i teoriti tendono ad essere molto luminosi, la luna probabilmente non interferirà, ha detto Cook.

“Dovresti guardare lontano dalla luna, ma non esiste una direzione preferita: cerca solo di catturare la maggior parte del cielo possibile”, consiglia Cook. “E usa i tuoi occhi. Non vuoi usare un telescopio per osservare una pioggia di meteoriti; il campo visivo è troppo piccolo.”

La maggior parte degli sciami meteorici sono costituiti da meteore lunghe solo pochi millimetri, ma le meteore toreoidi possono essere incredibilmente lunghe 1 metro (3 piedi), facendole apparire estremamente luminose mentre bruciano nell’atmosfera terrestre, ha detto Cook.

Anche con le sue dimensioni più grandi, la maggior parte… Rocce spaziali I meteoriti risultanti non raggiungeranno la Terra, ma se lo fanno, i meteoriti risultanti – il termine dato a un meteorite che colpisce la Terra – si spezzeranno in pezzi più piccoli e non saranno abbastanza grandi da causare alcun danno, ha detto Cook.

Le Tauridi meridionali hanno origine dalla cometa Encke, che orbita attorno al Sole con l’orbita più breve di tutte le comete conosciute nel Sistema Solare. Secondo la NASA. Il periodo orbitale di Enki è di circa 3,3 anni e la cometa è stata vista l’ultima volta dalla Terra in poi 22 ottobre, Quando era al perielio, ovvero il punto più vicino al sole.

Durante il suo viaggio, la cometa lascia dietro di sé una scia di detriti che appare sotto forma di pioggia di meteoriti Taurus Southern quando l’orbita terrestre interseca il suo percorso. Sebbene la cometa madre Torrid South sia stata recentemente nelle vicinanze, si prevede che quest’anno questo sciame produrrà tassi più bassi.

READ  Le immagini del telescopio solare rivelano la superficie del sole come mai prima d'ora

Entrambi gli sciami di tori vedranno tassi più alti del normale nel 2022. Questo fenomeno, noto come sciame di tori, è il risultato della gravità di Giove che concentra i detriti davanti al percorso terrestre. Gli scienziati prevedono che il prossimo evento di sciame avverrà nel 2025, ha detto Cook.

Anche se quest’anno le tariffe sono basse, c’è sempre la possibilità di una sorpresa.

“Non dico mai mai, perché l’inaspettato può sempre accadere”, ha detto Cook. “L’anno scorso è stato un buon anno per le Tauridi, il 2023 e il 2024, non tanto”.

Si prevede che le meteore delle Tauridi meridionali bruceranno nel cielo fino alla fine degli acquazzoni, l’8 dicembre, secondo il sito web Verge. Società americana delle meteoriti. Attualmente, lo sciame meteorico si sovrappone alle eruzioni settentrionali, che sono attive da metà ottobre ma non raggiungeranno il loro picco fino alla prossima settimana, domenica 12 novembre.

Il rimanente sciame meteorico raggiunge il picco nel 2023

Se osservare il picco dei Thorididi ti rende ansioso di vedere di più, molti altri sciami meteorici stanno ancora raggiungendo il picco quest’anno. Ecco i rimanenti eventi meteorici che raggiungeranno il picco nel 2023:

● Leonidi: 17-18 novembre

● Gemelli: 13-14 dicembre

● Ursidi: 21-22 dicembre

Rimangono due lune nel 2023, Secondo l’Almanacco degli agricoltori:

● 27 novembre: Luna del Castoro

● 26 dicembre: Luna Fredda