Febbraio 26, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Pazzesca immagine satellitare della NASA rivela perdite di calore dalle nuove fessure dell'Islanda: ScienceAlert

Pazzesca immagine satellitare della NASA rivela perdite di calore dalle nuove fessure dell'Islanda: ScienceAlert

Secolari fessure vulcaniche in Islanda eruttano lava calda hanno allarmato i residenti della vicina città di Grindavik e stupito gli spettatori altrove.

La lava che scorreva da una delle fessure ha inghiottito diverse case. Il pericolo sembra attenuarsi, con l’attività sismica e le avvertenze di rischio in diminuzione Ridotto anche se ancora elevato.

Ma Grindavik rimane a rischio di movimenti di fessure, colate di lava e altre fessure che eruttano senza preavviso, a partire dal 19 gennaio, quando l’Ufficio meteorologico islandese ha annunciato Rilasciato il suo ultimo aggiornamento.

Nuove immagini satellitari rilasciate dalla NASA mostrano anche quanto calore sta ancora fuoriuscendo dalle fessure vicino a Grindavik, una linea di faglia che era rimasta silenziosa per 800 anni prima di questa improvvisa esplosione di attività vulcanica.

La mappa qui sotto mostra il calore emanato dalla superficie fratturata della Terra, rilevato da un sensore termico a infrarossi a bordo della nave Il satellite Landsat 9 della NASA. Sebbene la scala della temperatura non sia specifica, rivela l'enorme dimensione delle fessure ribollenti di lava.

Le recenti fessure del gennaio 2024 appaiono molto calde, mentre i flussi di lava di una precedente eruzione del dicembre 2023 si sono raffreddati, ma stanno ancora emettendo calore significativo. (Lauren Dauphin/Osservatorio della Terra della NASA)

I dati cartografici sono stati raccolti il ​​16 gennaio 2024, due giorni dopo l'apertura di due fessure Stranamente vicino a Grindavikil 14 gennaio.

Attraverso il modello altimetrico digitale dell'area, è possibile osservare la prima fessura del 14 gennaio, che È cresciuto fino a quasi 900 metri Uno è stato reindirizzato lungo barriere costruite a macchina, e il secondo, più piccolo, ha sfondato il perimetro della città, entrambe erano fontane di lava.

border-frame=”0″allow=”accelerometro; riproduzione automatica; scrittura negli appunti; supporto crittografato; giroscopio; immagine nell'immagine; condivisione web”allowfullscreen>

I flussi di lava di una precedente eruzione del dicembre 2023 sono ancora molto caldi.

READ  Come sono stati trovati i kayakisti scomparsi sul fiume Mulgrave

Ma ciò che la mappa non mostra è Intrusioni di magma sotterraneo Ciò si è riversato verso Grindavik e l'ondata di terremoti che ha spinto le autorità a farlo Evacuare la città A gennaio – per la seconda volta nel giro di pochi mesi. Questo tipo di dati sismici vengono raccolti sul terreno ed sono ancora attentamente monitorati dai geologi.

L'eruzione della fessura vicino a Grindavik, nel dicembre 2023 e nel gennaio 2024, è la quarta e la quinta lungo la penisola di Reykjanes in meno di tre anni.

Quello Foto precedente I dati prodotti lo scorso anno dai dati raccolti anche dal satellite Landsat 9 mostrano flussi di lava fuoriusciti dal sistema vulcanico Fagradalsfjall a nord-est di Grindavik nel marzo 2021, agosto 2022 e luglio 2023, bruciando il terreno nero.

Immagine satellitare che mostra colate di lava rosse e aree bruciate nere sulla superficie giallo-verde colorata artificialmente della Terra.
Immagine in falsi colori delle colate laviche scattata il 17 luglio 2023 dallo strumento Operational Land Imager-2 (OLI-2) sul satellite Landsat 9. (Wanmei Liang/Osservatorio della Terra della NASA)

Nel marzo 2021 è stato commissionato un altro satellite della NASA, in collaborazione con la National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA). Ho catturato questo momento Quando il vulcano Fagradalsfjall eruttò per la prima volta, illuminò la notte.

Un'immagine composita del cielo notturno sopra l'Islanda mostra un punto luminoso che rappresenta un'eruzione vulcanica.
L’eruzione del vulcano Fagradalsfjall del marzo 2021, sebbene piccola, era abbastanza luminosa da poter essere fotografata Satellite di osservazione Suomi NPP. (Joshua Stevens/Osservatorio della Terra della NASA).

Prima di quest'ultima ondata di eruzioni vulcaniche, la penisola di Reykjanes era rimasta inattiva per 800 anni, con l'ultima serie di eruzioni durata alcuni decenni, tra il 1210 e il 1240 circa. Grindavik è stata costruita sopra antiche colate di lava indurita, quindi i suoi residenti non sono estranei all'attività vulcanica.

L'Islanda è uno dei luoghi più vulcanicamente attivi sulla Terra, situato in cima a una dorsale medio-oceanica che si sta lentamente staccando ed è composta da… colonna del mantello Salendo dal basso.

Come ha spiegato Jaime Toro, geologo della West Virginia University, l'isola è divisa in due dal confine della placca tettonica tra la placca nordamericana ed eurasiatica, una linea di faglia continentale che aggira la capitale islandese Reykjavik e attraversa direttamente la penisola di Reykjanes. Dove Grindavik si trova vicino alla sua punta.

READ  Kharkiv sotto attacco, Kiev si prepara a un nuovo conflitto, Joe Biden sbatte Vladimir Putin nel discorso sullo stato dell'Unione, Il tempo a Sydney peggiora, le vittime delle inondazioni del NSW a Lismore, Grafton, Ballina evacuate, Continuano le inondazioni di Brisbane

Si spera che l’attività vulcanica che ribolle sotto la penisola di Reykjanes si sia stabilizzata per ora. L'Ufficio meteorologico islandese pubblica i suoi aggiornamenti Qui.