Settembre 27, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Parallels Desktop per Mac 17 – Il meglio di entrambi i mondi (recensione)

Parallels Desktop for Mac 17

Progettato per sfruttare al meglio il nuovo potente processore M1 di Apple, Parallels Desktop per Mac 17 garantisce che gli utenti Mac abbiano sempre Windows senza sporcarsi le mani.

Anche se sei per Apple, ci sono ancora momenti in cui è facile andare d’accordo con Windows o Linux. È qui che entra in gioco Parallels, che semplifica l’esecuzione simultanea di più sistemi operativi sul tuo Mac.

Il software di virtualizzazione Parallels emula l’hardware. Ciò ti consente di indurre Windows, Linux o anche un’altra versione di macOS a pensare che sia in esecuzione su un computer autonomo. In effetti, funziona effettivamente come un’app sul tuo Mac. Tieni presente che Parallels è solo un emulatore hardware. Devi comunque fornire la tua copia di altri sistemi operativi.

Parallels Desktop per Mac 17 supporta l’imminente macOS Monterey, che ti consente di giocare a Parallels su Monterey e a Monterey su Parallels. È anche pronto per sfruttare al meglio la centrale elettrica M1 sotto il cofano del tuo nuovo Mac.

Recensione: Parallels Desktop per Mac 17

Sito australiano Qui
prezzo $ 109,95 RRP Standard Edition
altro Puoi leggere altri GadgetGuy Paralleli Notizie e recensioni qui

Prime impressioni

Apple si è allontanata dai chip Intel a favore dei chip Apple Silicon M1, come negli ultimi Apple MacBook Air (M1 2020)Ciò significa che i nuovi Mac non supporteranno più Boot Camp. Il vantaggio di Boot Camp è la possibilità di eseguire un Mac Intel in Windows. Questo esegue Windows sull’hardware fisico anziché sull’emulatore. Con la scomparsa di Boot Camp per i dispositivi che eseguono M1, che utilizzano l’architettura ARM, gli utenti Mac che hanno bisogno di accedere a Windows faranno affidamento su Parallels più che mai.

Parallels Desktop per Mac 17 funziona sia su computer M1 che Intel Mac. È un download binario universale, quindi il singolo programma di installazione funziona su entrambi i tipi di Mac. Tuttavia, offrono caratteristiche leggermente diverse.

La differenza più evidente è che durante l’esecuzione su un processore M1, Parallels Desktop per Mac 17 supporta solo sistemi operativi progettati per processori ARM. Questo ti limita alle versioni ARM di Windows 10 e Windows 11. Insieme ad alcune versioni di Linux: Ubuntu, Fedora, Debian e Kail.

READ  Microsoft ha modificato i requisiti di sistema di Windows 11 e ha rilasciato uno strumento di controllo dello stato del PC aggiornato

Fortunatamente, puoi accedere gratuitamente alle versioni ARM di Windows iscrivendoti al programma Microsoft Insider Preview. Puoi eseguire applicazioni Intel a 32 e 64 bit su queste versioni di Windows, non solo sulle applicazioni Windows ARM.

Se hai bisogno di eseguire una versione precedente di Windows da Intel solo in Parallels, dovresti anche tenere a portata di mano una versione precedente di Intel per Mac.

I ragazzi di Parallels affermano che potrebbe essere possibile riprogettare le cose in futuro, in modo che Parallels possa eseguire versioni Intel precedenti di Windows su Mac M1. Non hanno preso una decisione definitiva, ma dicono che non sembra probabile, considerando che il supporto per Windows 10 e 11 soddisferà le esigenze della stragrande maggioranza degli utenti Parallels.

Funzionalità di Parallels Desktop per Mac 17

Per verificare le prestazioni su Apple Silicon, abbiamo provato Parallels Desktop per Mac 17 Apple MacBook Air (M1 2020). L’installazione è molto semplice. Spiega i problemi con il processore M1 basato su ARM e come ottenere una copia compatibile di Windows.

Sebbene sia necessario scaricare Windows separatamente da Microsoft, esiste anche l’opzione integrata per scaricare e installare automaticamente le ultime versioni ARM di Linux.

Puoi eseguire questi sistemi operativi Windows/Linux in una finestra sul tuo Mac. Puoi renderlo a schermo intero, magari su un desktop separato per mantenere le cose in ordine. Ciò semplifica la vita se si passa regolarmente da un sistema operativo all’altro. C’è anche la modalità Picture in Picture, che mantiene la macchina virtuale in una finestra mobile sul desktop del tuo Mac.

Tuttavia, una delle funzionalità più utili di Parallels è la modalità di coerenza, che è un po’ strabiliante. Sfoca completamente i confini tra macOS e Windows, nascondendo il desktop di Windows e mostrando le app di Windows solo per te.

In modalità thread, le app di Windows sembrano essere effettivamente in esecuzione su macOS, offrendoti il ​​meglio di entrambi i mondi. Puoi richiamare il menu Start di Windows dal dock di macOS e persino creare icone di avvio per le app di Windows nel dock.

L’ultima versione di Coherence apporta alcuni miglioramenti all’integrazione, come la possibilità di trascinare e rilasciare testo e grafica tra le app Windows e macOS. Ciò include il supporto per la nuova funzione Quick Note in Monterey. Sfortunatamente per gli utenti Linux, Parallels ha interrotto il supporto per Linux Consistency alcune versioni fa.

READ  Skechers è in vendita su Amazon, al prezzo di soli $ 30

A parte questo, non ci sono vere nuove funzionalità. Si tratta principalmente di miglioramenti incrementali, come l’aggiunta del supporto per USB 3.1. Davvero, l’aumento delle prestazioni è ciò che attira davvero la tua attenzione.

prestazione

Per garantire le migliori prestazioni, Parallels Desktop per Mac 17 massimizza le dimensioni dei tuoi Mac. Alloca automaticamente le risorse ottimali per le tue macchine virtuali. Se non sei soddisfatto, il nuovo gestore delle risorse ti offre un controllo molto più preciso. Ciò include il numero di core della CPU e la quantità di RAM allocata a ciascuna macchina virtuale, insieme alle risorse a cui hanno accesso sul tuo Mac.

Quando si tratta di eseguire versioni ARM di Windows 10 e 11, Parallels promette tempi di avvio fino al 33% più veloci e prestazioni del disco più veloci del 20%. Nel frattempo, il nuovo driver dello schermo di Windows supporta più app e giochi. Offre prestazioni grafiche OpenGL più veloci del 500% e prestazioni grafiche DirectX 11 più veloci del 28%.

Come con le versioni precedenti di Parallels, Parallels Desktop per Mac 17 può sfruttare la Modalità viaggio per spegnere automaticamente Windows o Linux quando non sono in uso. Ciò consente di risparmiare più risorse di sistema e durata della batteria.

test

Come test case, i tempi di avvio per la versione ARM di Windows 11 sono molto veloci. Dopo aver fatto clic sull’icona del desktop di Windows di Parallel in macOS, ci vogliono solo 15 secondi per fissare il desktop di Windows 11.

Ovviamente, in modalità coerenza, non vedi l’avvio di Windows in background. Fai clic sull’icona di un’applicazione Windows nel dock di macOS, come Microsoft Word, e si avvierà direttamente come se fosse un’applicazione macOS.

Per risparmiare tempo, puoi impostare Parallels in modo che esegua automaticamente Windows in background all’avvio del Mac. In questo modo, le app di Windows prendono vita all’istante.

Ovviamente, la virtualizzazione tende ad essere affamata di risorse, quindi potrebbe non piacerti l’idea di eseguire costantemente Windows dietro le quinte. Fortunatamente, il suo effetto sulle prestazioni di macOS è minimo sul nuovo Mac M1.

READ  L'impianto cerebrale trasforma i pensieri in parole per aiutare l'uomo paralizzato a "parlare" di nuovo

Senza Windows in esecuzione in Parallels, il Mac demo utilizza il 2% di CPU e 4 GB di 8 GB di RAM quando è inattivo. L’esecuzione di Windows in Parallels vede questo salto ad appena il 12% della CPU e 6 GB di RAM. Questo ovviamente dipende dalla quantità di RAM Parallels assegnata a Windows.

Poiché Parallels è abbastanza bravo a condividere le risorse di sistema, questo ha un impatto inferiore al 2% sulle prestazioni di macOS secondo i nostri benchmark Geekbench. Ancora meglio, quando non utilizzi Windows, la modalità viaggio restituisce la maggior parte di queste risorse a macOS, quindi ha un impatto minore. A meno che tu non spinga al limite macOS e le macchine virtuali, probabilmente non sentirai mai la magia della virtualizzazione.

GadgetGuy prende

Per gli utenti Mac che hanno bisogno di tenere a portata di mano altri sistemi operativi, Parallels Desktop per Mac 17 è un gioco da ragazzi. Soprattutto se confrontato con il costo dell’acquisto di un dispositivo fisico separato per eseguire Windows e/o Linux.

Le prestazioni sul Mac M1 sono fantastiche. L’effetto della virtualizzazione su macOS non è visibile. Non c’è bisogno di esitare quando ci si chiede se valga la pena di avviare una macchina virtuale. Grazie alla modalità di coerenza, quando hai bisogno di un’applicazione Windows, puoi iniziare rapidamente senza dover affrontare Windows stesso.

La stretta integrazione tra macOS e Windows è una pietra angolare, assicurandoti di mantenere un’esperienza utente molto simile a quella del Mac delle app Windows quando devi trascendere entrambi i mondi.

Lo compro?

Sì, se sei un utente Mac e hai bisogno di un accesso regolare ad altri sistemi operativi.

Parallels Desktop per Mac 17

Parallels Desktop per Mac 17 integra perfettamente macOS e Windows, con prestazioni eccellenti sul nuovo chipset Apple Silicon M1, semplificando la vita a chi ha bisogno del meglio di entrambi i mondi.

Positivi

Funziona su M1 e Intel Mac

Perfetta integrazione tra macOS e Windows

Scarso effetto sulle prestazioni

negativi

Le versioni di Windows basate su Intel non possono essere eseguite su Mac M1

Non esiste una modalità di coerenza per Linux