Maggio 22, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Ororesso offre gioielli Made in Italy, fornitori tecnologici e altro ancora

Ororesso offre gioielli Made in Italy, fornitori tecnologici e altro ancora

Si apre sabato 11 maggio la 43esima edizione di OroressoGi, 2024 nella sala congressi dell’Arezzo Fire e Congress. Organizzato da Italian Exhibition Group (IEG), questo evento annuale internazionale di gioielleria ospiterà e presenterà i principali produttori di oreficeria e gioielleria made in Italy e i relativi espositori fino a martedì 14 maggio.

Circa il 65 per cento della gamma di prodotti offerti a Oroarezzo comprende gioielli in oro e argento, semilavorati e componenti, pietre preziose e semipreziose. Le tecnologie per il settore della gioielleria rappresentano il 17% dell’offerta, il cash and carry il 13% e gli espositori e gli imballaggi il 5%. Sebbene la gioielleria Made in Italy sia leader mondiale in termini di integrità del design, tendenze, valore dei materiali e dell’artigianato, il settore aretino ha esportato gioielli per un valore di 3,491 miliardi di euro nel 2023, con un aumento del 9,4% rispetto ai dati del 2022. Arezzo, ancora leader nazionale in Italia, produce il 30,5% del totale delle esportazioni di gioielli italiane.

Giornata di apertura a Ororesso

Dopo la cerimonia di apertura di oggi, si svolgerà la tavola rotonda su “Ororesso, l’eccellenza della manifattura italiana nel mondo”. Guidato da Nicola Salduti, caporedattore economico di Corriere della Sera, sono intervenuti Mauro Benvenuto, Presidente del Consiglio Provinciale Orafi e Argentieri di Arezzo, Matteo Masini dell’Agenzia ICE Ufficio Prodotti di Consumo, Leonardo Marras, Assessore Regionale all’Economia e alle Attività Produttive della Toscana e l’On. Tisiana Nisini, Vice Presidente dell’XI Commissione per il Lavoro Pubblico e Privato. Considerando le menti industriali ed economiche riunite attorno a questo tavolo, sarà intrigante ascoltare come le nuove tecnologie stanno modellando la produzione di gioielli italiani e le promozioni di marketing dei gioielli italiani nel mondo.

Uno dei motivi principali per cui Oroarezzo è una fiera così influente per designer, grossisti, produttori, rivenditori e riviste è che offre alcune delle più recenti tecnologie di produzione. Oroarezzo è il luogo in cui designer e produttori si incontrano con attrezzature che li aiutano ad approfondire le proprie competenze producendo gioielli tecnologicamente avanzati. Inoltre, il programma di eventi e conferenze di IEG per la fiera promette di coinvolgere, informare e apportare benefici ai partecipanti provenienti da tutti gli aspetti della catena di fornitura. Vari argomenti da esplorare includono le tecnologie di trattamento superficiale per gioielli e accessori moda e le direzioni attuali e future della vendita al dettaglio per le gioiellerie. Inoltre, Oroarezzo mette in mostra importanti progetti di gioielleria e progressi nella produzione sostenibile di gioielli, imballaggi e altri importanti prodotti.

Matteo Farzura dell’IEG

Secondo Matteo Fursura, Global Exhibition Manager della divisione Gioielleria e Moda di IEG, “Con l’aumento del prezzo dell’oro, designer e produttori sono alla ricerca di attrezzature tecnologicamente avanzate, poiché per molti operatori del settore Ororesso è una data importante nell’anno solare. Meno oro per creare gioielli della massima bellezza.” Come ha spiegato Farzura in un’intervista su Zoom poche settimane prima dell’evento, “È anche vero che a Ororesso, poiché sono presenti così tanti fornitori e designer leader, si può approfondire segmenti specifici della catena di fornitura”.

Altrettanto importante, “Oroarezzo è il punto di riferimento internazionale per la produzione italiana, soprattutto nel campo della produzione unbranded o “white label”. “Una vetrina per i designer in gara alla 33esima edizione dell’Oroarezzo Premier Design Competition, aperta ai designer sotto i 30 anni.” Mentre il Premier è aperto agli studenti delle scuole orafe della categoria “Talenti”, al vincitore del Premier viene abbinato un produttore italiano che produrrà i suoi gioielli.

Quasi 400 espositori

Vicentino, D. Gold, The Italian Jewellery Summit, Valenza Gem Forum, VO’Clock Privé e VO Vintage, così come altri importanti saloni internazionali come JFTD a Dubai e SIJE a Singapore sono gestiti da Farsura Ororesso. «L’edizione di Oroarezzo di quest’anno conta 370 marchi espositori, il cinque per cento in più rispetto a quelli esposti nel 2023», sottolinea Farsura. “L’87% dei marchi sono toscani e più della metà sono marchi italiani.” Altre regioni italiane in Ororesso includono Veneto, Lombardia e Piemonte. Un altro 13% proveniva da Stati Uniti, Emirati Arabi Uniti, Asia ed Europa dell’Est. E circa 400 acquirenti stranieri provenienti da 60 paesi saranno serviti attraverso il programma ITA (Italian Trade Agency). (Nel 2022, gli acquirenti provenivano da 55 paesi.)

Creare oggi il futuro dell’industria della gioielleria

“Diamo il via al Career Day di quest’anno a Ororesso poiché IEG è impegnata a sostenere la formazione e le opportunità di lavoro per gli operatori sul campo di oggi e di domani”, ha affermato Farzura. “L’obiettivo è collegare la domanda del settore con l’offerta abbinando gli studenti alle aziende di gioielleria in cerca di nuovi dipendenti”. Poiché la domanda di gioielli è aumentata dopo il Covid, IEG si impegna a sostenere la formazione nel settore della gioielleria e le opportunità di lavoro per i giovani lavoratori. “Mentre la domanda di produzione di gioielli in Italia sta crescendo in modo esponenziale, l’industria ha ancora bisogno di più persone e orafi per soddisfare gli ordini e continuare a crescere”, ha osservato Farsura. Anche se questo è in un certo senso un problema invidiabile, “Ororesso, IEG e altri stakeholder dell’industria della gioielleria italiana sono impegnati a lavorare insieme”, ha detto Farsura.

READ  Inghilterra-Italia: giocare a porte chiuse è una "vergogna" per il Paese, dice Gareth Southgate | Notizie di calcio