Maggio 17, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

New Fortress Energy propone di costruire il primo impianto di esportazione di GNL negli Stati Uniti

Una nave cisterna di gas naturale liquefatto (GNL) dietro un porto a Yokohama, a sud di Tokyo, Giappone, 4 settembre 2015. REUTERS/Yuya Shino

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

31 MARZO (Reuters) – New Fortress Energy (NFE.O) ha proposto giovedì di costruire e gestire il primo impianto di esportazione di gas naturale liquefatto (GNL) offshore negli Stati Uniti entro 12 mesi, un periodo relativamente breve in mezzo alla sete di mercato. gas liquido.

I produttori di GNL statunitensi stanno lavorando vicino al picco di capacità per fornire acquirenti in cerca di alternative al gas russo durante l’invasione dell’Ucraina. La carenza di gas e la domanda di GNL hanno spinto i prezzi globali a nuovi massimi e stimolato l’interesse per nuovi progetti.

Sono in fase di sviluppo diversi terminali di esportazione di GNL onshore negli Stati Uniti. Ma queste fabbriche giganti possono richiedere cinque anni o più per essere completate e costare miliardi di dollari. Il terminal offshore proposto da New Fortress produrrà circa 2,8 milioni di tonnellate all’anno (MTPA), meno di un terzo degli impianti a terra.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

New Fortress prevede di finanziare il progetto stesso. Non ha rivelato il costo.

L’esclusivo design dell’impianto “di medie dimensioni” dell’azienda colloca apparecchiature di elaborazione modulari sopra le piattaforme di perforazione ampiamente disponibili che fungono quindi da sito di consegna del carburante. La società ha affermato di aver acquisito una piattaforma di perforazione e altri componenti e di aver richiesto solo le approvazioni normative statunitensi per iniziare i lavori.

“Questo progetto può svolgere un ruolo importante nel sostenere l’impegno della nostra nazione nei confronti dei nostri alleati europei e della loro sicurezza energetica, oltre a sostenere i nostri sforzi per ridurre le emissioni e la povertà energetica in tutto il mondo”, ha affermato Wes Edens, CEO di New Fortress.

READ  Qual è il vero costo di Banh Mi?

La società ha affermato che la progettazione dell’impianto GNL rapido consentirebbe “un costo molto inferiore e un programma di implementazione più rapido”. Il terminal sarà situato nel Golfo del Messico, a 16 miglia al largo della costa della Louisiana, e consentirà alle petroliere di attraccare e caricare direttamente.

La società ha precedentemente raggiunto un accordo iniziale per utilizzare la tecnologia di elaborazione rapida del GNL in un progetto con la società italiana di petrolio e gas Eni SpA al largo delle coste del Congo. New Fortress ha affermato che anche il governo mauritano sta studiando questa tecnologia.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Segnalazione aggiuntiva di Gary McWilliams a Houston. Montaggio di Uttaresh.V

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.