Maggio 19, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Netanyahu si rivolge ai repubblicani al Senato pochi giorni dopo che Schumer ne aveva chiesto le dimissioni Benjamin Netanyahu

Netanyahu si rivolge ai repubblicani al Senato pochi giorni dopo che Schumer ne aveva chiesto le dimissioni  Benjamin Netanyahu

Mercoledì il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha tenuto un discorso virtuale ai senatori repubblicani a Washington, pochi giorni dopo che il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer, un democratico, lo aveva descritto come un ostacolo alla pace in un duro discorso.

Il leader della minoranza al Senato Mitch McConnell ha detto ai giornalisti, poco dopo aver lasciato il pranzo politico dei repubblicani al Senato, che Netanyahu si è unito all'incontro tramite collegamento video, ha fatto una presentazione e ha risposto alle domande.

“Abbiamo chiesto e ottenuto aggiornamenti sulla guerra, sul rilascio degli ostaggi e sugli sforzi per sconfiggere Hamas”, ha detto il senatore John Barrasso, repubblicano del Wyoming, che ha invitato Netanyahu a parlare a porte chiuse del partito. Lo ha detto ai giornalisti dopo l'incontro. “Gli abbiamo detto che Israele ha tutto il diritto di difendersi, e lui ha detto che è esattamente quello che continuano a fare”.

McConnell ha detto che Netanyahu lo ha chiamato la settimana scorsa e gli ha chiesto l'opportunità di parlare ai membri della sua conferenza e lui ha accettato. Netanyahu ha chiesto di parlare anche con i democratici del Senato durante il pranzo di mercoledì, ma Schumer ha dichiarato di aver rifiutato.

“Quando si rendono partigiane queste questioni, si danneggia la causa di Israele”, ha detto ai giornalisti a Capitol Hill.

Le reazioni contrastanti evidenziano il crescente divario partitico sul sostegno degli Stati Uniti alla campagna militare israeliana a Gaza che ha ucciso più di 31.000 palestinesi e spinto la popolazione sull’orlo della carestia.

Il presidente della Camera repubblicana Mike Johnson ha dichiarato mercoledì in una conferenza stampa che sta prendendo in considerazione la richiesta di invitare Netanyahu a parlare al Congresso.

READ  Migliaia di persone si riuniscono al funerale di Ansari a Ghazipur, Uttar Pradesh, moglie e figlio maggiore assenti agli ultimi riti | Notizie dall'India

Ha detto: “Penso che sia molto importante per noi mostrare solidarietà e sostegno a Israele ora nel suo momento di grande lotta, e certamente sosteniamo questa posizione e cercheremo di rafforzarla in ogni modo possibile”. Ha aggiunto che lui e Netanyahu hanno avuto una “lunga” conversazione mercoledì mattina in cui ha informato il primo ministro che il discorso di Schumer della scorsa settimana era “sconsiderato” e “pericoloso”.

Schumer, il funzionario ebreo di più alto rango nella storia americana, ha dovuto affrontare una forte reazione da parte dei repubblicani e dei leader politici israeliani negli ultimi giorni per il suo discorso al Senato, in cui ha affermato che Netanyahu aveva “perso la strada” cinque mesi dopo l’inizio della guerra. Quando Hamas guidò un attacco oltre confine, uccidendo quasi 1.200 persone e prendendo in ostaggio altre 250 persone.

Riferendosi a Netanyahu con il suo soprannome, McConnell ha detto che i democratici “non hanno problemi anti-Bibi. Hanno un problema anti-israeliano.

“È già abbastanza ridicolo che i senatori americani si travestano da membri eletti della Knesset – come se le loro opinioni dovessero avere un qualche impatto sul modo in cui Israele conduce la sua politica interna”, ha detto McConnell in un discorso mercoledì.

Schumer ha respinto le critiche repubblicane secondo cui i suoi commenti equivalevano a “interferenze straniere” e rappresentavano un tentativo di “rafforzare il braccio” di un alleato per un guadagno politico interno.

“Ho tenuto questo discorso spinto dal mio vero amore per Israele”, ha detto il democratico. Ha espresso preoccupazione per il fatto che il comportamento di Netanyahu e dei suoi partner di estrema destra minacci di trasformare Israele in un “paria” internazionale.

READ  Diane Abbott: Al deputato è stata negata l'opportunità di parlare durante il dibattito sulla razza alla Camera dei Comuni

Israele gode da tempo del sostegno bipartisan del Congresso. Ma negli ultimi anni, i democratici sono diventati sempre più critici nei confronti di Netanyahu, che, nel corso di diverse presidenze statunitensi, è stato strettamente alleato dei repubblicani.

Le tensioni tra Netanyahu e Joe Biden sulla continuazione della guerra a Gaza da parte di Israele sono emerse, con Biden che ha appoggiato il discorso di Schumer e ha avvertito di un'invasione su vasta scala della città meridionale di Rafah, dove è rifugiata più della metà della popolazione sopravvissuta di Gaza. . Tuttavia, Netanyahu ha promesso di portare avanti l’attacco, a dispetto della “linea rossa” di Biden.

I due leader si sono sentiti telefonicamente lunedì per la prima volta dopo più di un mese.

Gli Stati Uniti stanno premendo per un cessate il fuoco temporaneo in cambio del rilascio degli ostaggi israeliani e del tempo necessario per consentire ai gruppi umanitari di trasportare cibo e medicine nella zona assediata.

Molti importanti parlamentari democratici e i loro sostenitori stanno esortando il presidente a usare maggiore influenza per fare pressione su Israele affinché cambi rotta.