Giugno 17, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Nel mondo della boxe scoppia la polemica sul rinvio

Nel mondo della boxe scoppia la polemica sul rinvio

La polemica è scoppiata martedì ai Campionati mondiali di boxe femminili IBA quando la testa di serie italiana Assunta Canfora (63 kg) è stata espulsa in modo scioccante dall’arbitro contro Camila Gabriela della colombiana Camilo Bravo dopo soli 37 secondi negli ottavi. Il paddock è in un ingorgo prima che l’arbitro danese Kent Hansen annunci il punteggio anche se gli allenatori italiani protestano furiosamente dall’angolo rosso.

La numero uno italiana Assunta Canfora (63 kg) è stata clamorosamente espulsa da un arbitro ad eliminazione diretta

L’allenatore italiano arrabbiato Renzini Emanuele ha criticato l’International Boxing Association (IBA) per “la scarsa qualità dell’arbitraggio e dell’arbitraggio in ogni torneo”. Ha sollevato domande sull’elezione dei funzionari dell’anello.

“Faccio questo lavoro da 20 anni e i miei occhi hanno visto molte cose che non vanno con arbitri e giudici. Questo è il nostro problema più grande, ma sembra così difficile da risolvere e non capisco perché?” Emanuel disse.

“Sappiamo tutti nel movimento mondiale della boxe che ci sono arbitri e giudici che sono in grado di fare il loro lavoro, e ci sono anche quelli che non sono in grado di farlo ma quelli che non sono in grado sono comunque invitati a tutte le competizioni. È politico ?”

È stato un attacco veloce e all’inizio sembrava che Assunta stesse dando ordini prima che Gabriela intensificasse il suo attacco. Al primo turno Assunta ha ricevuto un contropiede e la lotta è stata interrotta a favore di Gabriela. Assunta è apparsa sotto choc per il risultato, anche con la protesta dei tecnici italiani e ha chiesto l’intervento degli arbitri, ma la partita è stata prima assegnata al Brasile. Sconvolti dal risultato, il Team Assunta e l’Italia sono usciti dal ring.

“Non c’era motivo di interrompere il combattimento perché la nostra atleta stava vincendo il round. Ha subito un colpo molto ordinario, proprio come il suo avversario ha subito altri colpi con uguale efficacia, è stato solo un chiaro errore dell’arbitro di valutazione. Tali lamentele continuano a succede ad alcuni pugili in ogni torneo.

“Siamo rimasti molto sorpresi dalla decisione dell’arbitro e anche il giocatore, che non capiva cosa stava succedendo quando ci siamo rivolti al rappresentante tecnico per chiedere aiuto, ha chinato la testa. Lei era la testa di serie e abbiamo perso una medaglia”.

Alla domanda se ci fosse spazio per protestare contro tale decisione, ha detto: “Purtroppo la protesta non è più attiva nel regolamento, e quindi non possiamo fare nulla per risolvere questa grande ingiustizia”.

A proposito del nuovo sistema di revisione, ha detto: “La revisione è uno strumento importante ma deve essere perfezionato. La cosa più importante è fare un’attenta selezione degli arbitri della qualità di arbitri e giudici, e soprattutto dare loro una grande formazione che non è ancora stato fatto.”

L’arbitraggio e l’arbitraggio sono un aspetto che ha portato alla sua sospensione dal CIO nel 2019. L’IBA afferma di aver adottato diverse misure come l’introduzione dell’auditing e dell’intelligenza artificiale per selezionare i funzionari tecnici. Un’indagine indipendente sulle controverse partite alle Olimpiadi di Rio dell’avvocato canadese Richard McLaren nel 2021 ha indicato 10 attacchi sospetti e la “fissazione” dei risultati, facendo scalpore.

“Devi avere i migliori funzionari tecnici, anche se provengono da un paese. Non è necessario nominare giudici e arbitri da ogni paese”, dice Emmanuel.

Al momento della stampa, l’IBA non aveva ancora risposto alle domande in merito.

READ  ATP Report: Lorenzo Mossetti ha vinto cinque set a Milano