Novembre 28, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Negli Stati Uniti sono state trovate due diverse specie distinte di vaiolo delle scimmie, che si aggiungono al mistero dell’epidemia

Almeno due tipi geneticamente diversi di vaiolo delle scimmie sono prevalenti negli Stati Uniti, secondo i nuovi dati di sequenziamento dei Centers for Disease Control and Prevention.

Sebbene finora il CDC non abbia serializzato tutti i 22 casi confermati negli Stati Uniti, ne sono stati trovati due. geneticamente simili Al Un uomo del Texas è stato ferito nel 2021 che ha viaggiato in Nigeria. Entrambi sono in persone che hanno recentemente viaggiato in Africa: una donna della Virginia e un uomo della Florida.

Il resto dei casi statunitensi sequenziati sono simili ai codici genetici per i casi in Europa e a Infortunio del 2021 in un residente del Maryland che ha viaggiato in Nigeria.

“Sebbene siano simili tra loro, la loro analisi genetica mostra che non sono correlati tra loro”, ha detto venerdì in conferenza stampa Jennifer McQuiston, vicedirettore della Divisione di Patogenesi e Patologia del CDC, in una conferenza stampa. .

McKeston e altri esperti di malattie hanno affermato che queste nuove informazioni suggeriscono che i casi negli Stati Uniti sono causati da due focolai anziché da uno, complicando la nostra comprensione delle loro origini.

“È possibile che negli ultimi due anni ci siano stati almeno due diversi casi in cui il virus del vaiolo delle scimmie si è diffuso alle persone in Nigeria dall’animale che lo custodisce, ed è possibile che questo virus si diffonda da persona a persona. contatto, forse contatto intimo o sessualmente.”

Questa possibilità, a sua volta, solleva interrogativi su quanto tempo il vaiolo delle scimmie si sia diffuso al di fuori dell’Africa e quanto sia contagioso il virus.

READ  SpaceX lancia la missione cargo della stazione spaziale - Spaceflight Now

“È come sintonizzarsi su una nuova serie TV e non sappiamo in quale episodio ci troviamo”, ha detto Ann Rimoen, professoressa di epidemiologia alla UCLA Fielding School of Public Health. “Ora stiamo appena iniziando a ottenere una parte della storia delle origini”.

La diffusione del vaiolo delle scimmie non è stata rilevata?

Quasi 900 casi di vaiolo delle scimmie sono stati segnalati al di fuori dell’Africa dall’inizio di maggio, secondo salute globale, un gruppo che raccoglie dati sulle malattie infettive. Prima di questo, il più grande focolaio nell’emisfero occidentale è stato di 47 casi negli Stati Uniti nel 2003. Queste persone sono state infettate da cani della prateria da compagnia. Non è stata documentata alcuna trasmissione da uomo a uomo.

Gli esperti valutano varie possibili spiegazioni per la rapida crescita degli attuali focolai. Alcuni eventi potrebbero semplicemente aver dato al virus l’opportunità di diffondersi. O forse il vaiolo delle scimmie si è evoluto per trasmettere meglio da uomo a uomo. La terza ipotesi è che il virus possa circolare inosservato da tempo.

Il direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus ha suggerito questa settimana che la terza opzione è probabile.

“Forse vedremo [the variants] Ora perché stiamo guardando seriamente”, ha affermato Andrew Reed, professore alla Penn State University che studia lo sviluppo delle malattie infettive.

Ma McQuiston ha affermato che il precedente focolaio diffuso della malattia non sarebbe stato perso.

“È certamente possibile che ci siano stati casi di vaiolo delle scimmie negli Stati Uniti che sono stati portati sotto il radar in precedenza, ma non in misura significativa”, ha detto.

READ  Pensi che 8 ore di sonno siano le migliori? Pensa di nuovo! | scienza | Approfondimenti su scienza e tecnologia | DW

“Tanti geni con cui giocare”

Per quanto riguarda l’idea che il virus stia diventando più trasmissibile, Reed ha sottolineato il fatto che il vaiolo delle scimmie sembra diffondersi in modo più efficiente tra i contatti stretti di quanto gli scienziati abbiano osservato in passato.

Monkeypox è un virus a DNA che non muta rapidamente come i virus a RNA come il coronavirus. Ma Reed ha notato che i virus del DNA hanno genomi lunghi: il genoma di Moneypox è sette volte più grande del coronavirus.

“Il fatto che abbia così tanti geni con cui giocare significa che possono succedere tutti i tipi di cose”, ha detto.

Stephen Morse, professore di epidemiologia alla Columbia University, ha affermato che vale la pena verificare se una variante si diffonde più facilmente di un’altra.

“Se una specie particolare è capace di più cicli di trasmissione da uomo a uomo, sarà importante saperlo”, ha detto.

Ma Remoen ha detto che era troppo presto per dire se il vaiolo delle scimmie si fosse sviluppato in qualche modo utile.

Ha detto che la portata di questo focolaio “non significa necessariamente che il virus stesso sia cambiato”.

Una maggiore trasmissione del virus rende il virus più difficile da contenere

Gli esperti sono ottimisti sul fatto che l’epidemia negli Stati Uniti possa ancora essere contenuta, sebbene siano preoccupati per la trasmissione in corso.

“Mi preoccupo molto se diventi troppo comune negli esseri umani”, ha detto Reed. “La prospettiva che diventiamo più comuni e più trasmissibili nel tempo, come è successo con il Covid, sarebbe molto spiacevole”.

Più casi si diffondono, ha detto Remoen, più è difficile contenerli, ma ciò “non significa che sia impossibile”.

READ  Perturbazioni a singolo evento: particelle ad alta energia dai pezzi di permutazione dello spazio esterno

Gli esperti sanno come fermare la trasmissione del vaiolo delle scimmie: testare le persone che mostrano sintomi, isolare i pazienti infetti e vaccinare quelli a stretto contatto con loro.

“Non penso al fatto che ce ne siano due [variants] Il trading ora complicherà le misure di controllo, ha affermato Reid. Fermiamo semplicemente l’evoluzione sbarazzandoci di questa roba ora.