Maggio 17, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Necrologio di Robert Oberon | Citroen

Dagli anni ’30 agli anni ’70, le auto Citroën presentavano design distintivi che sembravano sempre tipicamente francesi, spesso stravaganti, spesso innovativi, a volte brutti, ma al loro meglio estremamente eleganti. Uno dei suoi fondatori fu Robert Oberon, morto all’età di 89 anni a causa di complicazioni dovute al Covid-19.

Opron è stato il capo progettista di Citroën dal 1964 al 1974. In quel periodo lui e il suo team erano responsabili di tre vetture iconiche: la coupé SM e la piccola auto familiare GS, entrambe introdotte nel 1970, e la berlina CX più grande nel 1974. buona aerodinamica. La GS e la CX sono state rispettivamente nominate European Car of the Year nel 1971 e nel 1975.

Quando la rivista di design italiana Style Auto ha presentato SM, hanno stampato un intenso articolo tecnico di 20 pagine che parlava di aerodinamica. La SM era alimentata da un motore V6 della Maserati, acquisita da Citroën nel 1968. È stata l’unica vettura GT di lusso in Francia dalla scomparsa di Facel Vega, ed è stata l’auto a trazione anteriore più veloce al mondo, con una velocità massima di 140 miglia orarie. Realizza due showcar speciali per il presidente francese Georges Pompidou. Altri capi di stato che preferivano il modello includevano Leonid Brezhnev e Idi Amin.

Al contrario, la GS era una modesta berlina familiare, sebbene includesse caratteristiche di sospensione Citro come le sospensioni idrauliche pneumatiche, la trazione anteriore e l’iconico volante a razze singole. Il motore era di soli 1015 cc; “Ci abbiamo davvero lavorato nella galleria del vento, perché sapevamo di essere gravati da un piccolo motore”, ha detto in seguito Oberon. Si discute ancora se la forma sia stata ispirata o meno dalla Pininfarina Berlina Aerodinamica Austin 1800 del 1967, cosa che Opron ha negato. La GS è stata salutata come la berlina più avanzata al mondo, con quasi 2,5 milioni di unità vendute prima che la produzione venisse interrotta nel 1986.

READ  Yellen fa pressioni sul G20 per aumentare l'aliquota dell'imposta sulle società più bassa | Notizie di economia e commercio

La terza Citroën progettata da Opron, la CX, fu lanciata nel 1974 in sostituzione della vecchia gamma DS/ID. Lo stile segue quello della GS, con una coda tagliata verticalmente e ruote posteriori parzialmente ricoperte, ma l’auto più grande aveva proporzioni più generose, compreso un cofano più lungo e una parte anteriore drappeggiata. Presentava un insolito lunotto posteriore concavo che sosteneva di essere autopulente. La designazione CX era l’abbreviazione francese di coefficiente di resistenza. Rimase in produzione fino al 1991, con oltre un milione di esemplari prodotti.

Nato ad Amiens, nel nord della Francia, Oberon è figlio di Yvonne (nata Bodenael) come segretaria e di Henri Oberon, ufficiale dell’esercito. Suo padre era di stanza nelle colonie francesi d’Africa, dove Oberon trascorse la maggior parte della sua infanzia. Dopo essere tornato in Francia, Oberon è entrato all’École Normale Supérieure des Beaux-Arts di Parigi. Aveva intenzione di diventare un designer industriale, ma ha studiato diverse materie, tra cui pittura, scultura, architettura e ingegneria. Era un primo lavoro con il produttore di aerei Nord, ma nel 1958 si unì alla casa automobilistica Simca.

Qui gli fu affidato il compito di creare una concept car del futuro, che divenne la Fulgur, nella migliore imitazione della nave Buck Rogers, con tetto a bolle di vetro e pinne caudali, presumibilmente alimentata da un reattore nucleare, ma cosa più interessante, con motori elettrici e computer a guida autonoma. Ha ridisegnato la Simca Vedette come show car per il presidente Charles de Gaulle.

Dopo la riorganizzazione di Simca, nel 1960 l’Opron fu dismesso. Ha poi trascorso due anni con un’azienda di progettazione di elettrodomestici da cucina prima di accettare un lavoro in Citroën nel 1962. Il capo designer, Flaminio Bertoni, famoso come un genio DS, è morto nel 1964 e Opron ha assunto la direzione, portando al suo periodo più produttivo.

READ  Trilioni di aiuti al Covid stanno effettivamente danneggiando la natura e il clima, secondo la ricerca

Sfortunatamente, le condizioni finanziarie di Citroën si deteriorarono e nel 1974 la società fu costretta a fondersi con l’incoraggiamento del governo con Peugeot. Opron era giustamente preoccupato per l’indipendenza del design di Citroën e decise di andarsene. Sorprendentemente, è stato in grado di unirsi alla rivale Renault in una posizione simile e ha trascorso lì il decennio successivo. Il suo miglior design Renault è stato l’Sleek 25 del 1983, ma è stato anche responsabile delle simpatiche Renault 9 e 11 e della Fuego Coupé a forma di banana, che non hanno resistito alla prova del tempo.

Nel 1985 è di nuovo in movimento, questa volta a capo di uno studio di design avanzato per Fiat in Italia. Il suo progetto più famoso qui è stato l’Alfa Romeo SZ del 1989, un controverso design “postmoderno” soprannominato “La Bestia”. Si ritirò dalla Fiat nel 1992 e si trasferì in una casa che lui e sua moglie avevano progettato ad Anthony, nella periferia di Parigi. Fino al 2001 è stato consulente di design presso la piccola casa automobilistica Ligier. Era molto interessato a preservare le auto da lui progettate ed era un ospite frequente e gradito agli eventi Citroëns classici.

Piccolo di statura, l’Opron dall’aspetto elegante portava i baffi e di solito una cravatta. I suoi interessi includevano la musica, dal jazz a Bach, gli aerei e l’aviazione. Mantieni una decappottabile personalizzata basata sulla Citroën 2CV. Nel 2004 è stato nominato Cavaliere della Legion d’Onore.

Nel 1953 sposò Genevieve Mercier, che sopravvisse, così come i loro due figli, sei nipoti e cinque pronipoti.

Robert Morris Jean Oberon, designer di automobili, nato il 22 febbraio 1932; È morto il 29 marzo 2021

READ  Riapre il Veteran Museum al OC Fairgrounds