Febbraio 27, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

“Mostra Cinema Nero Italiano”: Il Progetto della Nave in Sud America

“Mostra Cinema Nero Italiano”: Il Progetto della Nave in Sud America
Generi PDFimmagine_stampaStampa

29cinemanegroPartito dagli L’unità verrà Quando si celebra il Black History Month, febbraio è un mese record e si sta divertendo molto Sud America IO “Galleria del cinema nero italiano“, prima rassegna itinerante italiana dedicata al Cinema africano Idee e organizzazione Fred Cudjoe Curnow E questo prodotto Realizza i film giusti.
L’applicazione è il 2 e 3 dicembre a San PaoloIn BrasileColomba della Dichiarazione e la sua organizzazione in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura e il Cinema Cesc A San Paolo che guarda a tutelarsi “Il cinema negro in Italia” – Quest for the title declinato in lingua portoghese -, tra cortometraggi, lungometraggi, documentari e dibattiti.
Il festival si propone di celebrare i talenti e la creatività del cinema italiano di origine africana e di fornire un’occasione pubblica per riconoscere le diverse e future esperienze di questa società e per contribuire a pagare i costi di una società più inclusiva e pluralistica. Il film, scritto da Fred Cudjoe Curno, registratore e artista di studio italo-ghanese-americano, esplora gli aspetti storici, sociali e culturali della presenza africana in Italia. Sto realizzando un film che affronta il tema dell’inclusione, della diaspora globale, del genere, dell’identità e della discriminazione.
Inaugurato nel 2023 con le uscite a San Francisco, Chicago e Detroit, è il primo adattamento cinematografico in Brasile a dialogare con il pubblico della diaspora afro-brasiliana e delle celebrazioni della scienza nera.
Sabato, il 2 dicembre, ha registrato Fred Cudjo Coorno e Amir Ra coinvolti in una discussione, intermediario giornalista e investigatore Heitor Augusto. L’account verrà inviato dopo l’avvio alle 18:00.
Domanda I Il film è in programma: “Va’ Pensiero” di Al-Dagmawi Ymir (2013); “La Mia Milano” di Nadia Ali (2022); “Indovina chi ti porto per cena” di Amin Nour (2018); “100 anni di storia africana nel cinema italiano” di Fred Kodjo Coorno (2013); “Io sono Fatou” di Amir Ra (2020); “Ritmi d’autunno” di Antonio Dekele Distefano (2022); e “El Moro” di Daphne Di Cento (2021).
Fred Kodjo Coorno è un registratore, produttore, curatore ed educatore Nato italiano con sede a New York dal 2013, ed è cittadino italiano, americano e ghanese. Do The Right Films, attraverso la sua società di produzione, ha prodotto documentari sul tema simbolo dell’identità e della multiculturalità come segue: “Inside Buffalo”, “18 Ius Soli” e “Wado”. Ha completato il documentario “Accadde – La presenza africana in Europa durante il Rinascimento”. Un’altra Italian Black Film Gallery ha creato, curato e curato una varietà di cinema nero europeo ed è certificata in diverse università negli Stati Uniti. (disperazione)

READ  Orient Express: lo storico treno Orient Express torna in Italia dopo 46 anni!