Dicembre 9, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Moody’s declassa il rating del debito a lungo termine dell’MCC italiano dopo il salvataggio della Popolare di Bari

Moody’s Investors Service ha ridotto il debito a lungo termine della banca statale italiana MCC dopo aver salvato la rivale fallita Banca Popolare di Bari, ha detto l’agenzia di rating del credito.

Anche MCC avrebbe dovuto svolgere un ruolo nel salvataggio del Monte dei Paschi (MPS) da parte di UniCredit prima che i colloqui fallissero e fonti hanno affermato che era ancora coinvolto nel turnaround di MPS.

Moody’s ha dichiarato in una dichiarazione lunedì scorso che si aspetta che MCC riporti una perdita nel 2021 e nel 2022 a causa di maggiori accantonamenti per perdite su prestiti e commissioni di ristrutturazione associate all’acquisizione di Popolare di Bari.

Moody’s ha declassato il rating del debito non garantito a lungo termine di MCC a Ba3 da Ba1. Le prospettive ora sono stabili.

La Popolare di Bari, la più grande banca del sud Italia svantaggiato, è stata salvata da colleghi in un salvataggio sostenuto dal governo due anni fa, dopo essere stata distrutta da acquisizioni di un rivale in difficoltà, cattiva gestione e profonda recessione.

Il Fondo di tutela dei depositanti finanziato da sani istituti di credito italiani ha iniettato 1,17 miliardi di euro nella Popolare di Bari con il Tesoro che ne ha stanziati altri 430 milioni.

Moody’s ha affermato che le perdite previste porteranno in futuro a una significativa erosione della riserva di capitale principale della banca.

“L’acquisizione della Banca Popolare di Bari ha cambiato radicalmente il profilo di rischio (MCC)”, ha affermato l’agenzia.

“Prima dell’acquisizione,[era]una piccola entità di nicchia focalizzata su prestiti garantiti supportati da garanzie pubbliche ed è diventata una banca globale di scala molto più ampia”.

READ  Dal tradizionale al divertimento: sei ricette di tiramisù per ogni voglia

Rispondendo alla richiesta di rilevare le filiali meridionali di Mps nell’ambito dell’accordo UniCredit ormai fallito, Mcc ha opposto resistenza, affermando che non può aggiungere più di 110 filiali e sta già lottando per integrare la Popolare di Bari, affermano le fonti.

Due fonti hanno affermato all’epoca che il Tesoro avrebbe ricapitalizzato la Millennium Challenge Corporation.

Il Tesoro sta ancora cercando di liberare MPS dalle sue operazioni non redditizie e fonti hanno affermato che la vendita delle filiali meridionali a MCC è ancora sul tavolo.

“La fusione di due entità che presentano profili aziendali molto diversi è più manageriale poiché il fallimento della Popolare di Bari ha messo in luce molte carenze che la (MCC) dovrà affrontare in futuro”, ha affermato Moody’s.

“La nuova entità dovrà definire una nuova strategia che includa una vasta gamma di attività, che comporterà anche sfide significative”. (Segnalazione di Valentina Za; Montaggio di Nick McPhee)