Luglio 3, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Microsoft Teams ora usa l’intelligenza artificiale per migliorare l’eco, le interruzioni e l’audio

Microsoft Teams ora usa l'intelligenza artificiale per migliorare l'eco, le interruzioni e l'audio

Microsoft ha trascorso gli ultimi due anni aggiungendo nuove straordinarie funzionalità di produttività a Teams e ora l’azienda sta rivedendo il funzionamento delle basi grazie all’intelligenza artificiale. Siamo stati tutti in una chiamata in cui qualcuno ha una cattiva acustica della stanza che rende difficile l’ascolto, o abbiamo visto due persone provare a parlare contemporaneamente creando un imbarazzante momento “no, vai avanti”. I nuovi miglioramenti della qualità del suono basati sull’intelligenza artificiale di Microsoft dovrebbero migliorare o addirittura eliminare questi fastidi quotidiani.

Microsoft sta ora utilizzando modelli di apprendimento automatico per migliorare l’acustica della stanza in modo da non sembrare che ti stia nascondendo in una grotta. “Mentre stavamo facendo del nostro meglio nell’elaborazione del segnale digitale per fare un ottimo lavoro in Teams, ora stiamo iniziando a utilizzare l’apprendimento automatico per la prima volta per creare la cancellazione dell’eco in cui puoi davvero ridurre l’eco da tutti i diversi dispositivi”, spiega Robert Eichner, Lead Program Manager per le conversazioni intelligenti e le comunicazioni cloud presso Microsoft, in un’intervista con il bordo.

Microsoft lo ha testato per diversi mesi, misurando i propri modelli nel mondo reale per assicurarsi che gli utenti di Teams notino eco ridotti e miglioramenti nella qualità delle chiamate. Il produttore di software ha utilizzato 30.000 ore di conversazione per addestrare i suoi modelli e ha acquisito migliaia di dispositivi tramite il crowdsourcing in cui gli utenti di Teams sono pagati per registrare la propria voce e riprodurre l’audio dai propri dispositivi.

“Simuliamo anche circa 100.000 stanze diverse… l’acustica della stanza gioca un ruolo importante nella cancellazione dell’eco”, afferma Aichner. Il risultato sono miglioramenti significativi nella qualità del suono delle chiamate, eliminando l’eco che consente anche a più persone di parlare contemporaneamente. Puoi vedere tutti i miglioramenti in azione nel video qui sopra.

READ  Vieni a scrivere per Kotaku Australia!

Se Teams rileva che l’audio sta rimbalzando o riverberando in una stanza risultando in un suono poco profondo, il modello trasformerà ed elaborerà anche l’audio acquisito per farlo sembrare come se i partecipanti di Teams stessero parlando in un microfono a campo vicino anziché in un pasticcio di eco.

La parte più impressionante è la possibilità per le persone di interrompersi a vicenda nelle chiamate di Teams ora, senza l’interferenza imbarazzante in cui non puoi sentire l’altra persona a causa dell’eco. Microsoft sta ora distribuendo tutto questo lavoro in Teams, insieme ai miglioramenti apportati al suo sistema di cancellazione del rumore precedentemente basato sull’intelligenza artificiale. Tutta l’elaborazione viene eseguita localmente sui dispositivi client, anziché nel cloud.

“Abbiamo detto che volevamo farlo sul cliente, perché il cloud è ancora molto costoso se si desidera effettuare ogni chiamata che viene elaborata nel cloud… e ovviamente dovremo trasferire quel costo al cliente”, spiega Aichner. Ciò potrebbe significare che questi importanti miglioramenti di Teams sono limitati ai clienti paganti e il percorso sul dispositivo significa che funzionalità come la soppressione del rumore sono disponibili sul 90% dei dispositivi che utilizzano Teams.

Tutti i nuovi miglioramenti di Microsoft Teams sono attivi, insieme ad alcuni miglioramenti dello schermo in tempo reale per il testo nei video e miglioramenti basati sull’intelligenza artificiale per le limitazioni della larghezza di banda durante le videochiamate o la condivisione dello schermo.

Leggi l’articolo originale qui

Negazione di responsabilità! Verve Times è un aggregatore automatico di tutti i media del mondo. In ogni contenuto è specificato un collegamento ipertestuale all’origine primaria. Tutti i marchi appartengono ai legittimi proprietari e tutto il materiale è ai loro autori. Se sei il proprietario dei contenuti e non desideri che pubblichiamo il tuo materiale, contattaci via e-mail – [email protected]. I contenuti verranno eliminati entro 24 ore.