Agosto 8, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Micron prevede un calo della domanda – dispositivi

Una manciata di produttori di chip, tra cui Micron e AMD, hanno segnalato un rallentamento della domanda mentre l’inflazione della spesa diminuisce, anche se la carenza globale di semiconduttori per due anni che ha colpito la produzione di tutto, dalle auto agli smartphone, è diminuita.

Le scorte di chip in tutto il mondo sono scese venerdì dopo che il produttore di chip di memoria Micron Technology giovedì ha previsto entrate molto peggiori del previsto per il trimestre in corso e ha affermato che il mercato si è “indebolito in modo significativo in un periodo di tempo molto breve”.

Venerdì, le azioni di TSMC e MediaTek di Taiwan, del produttore di chip olandese ASML, della società italo-francese STMicroelectronics e della tedesca Infineon sono scese venerdì.

Le azioni di chip sono state le più grandi dell’S&P 500 venerdì. Il Philadelphia Semiconductor Index è sceso del 3,5%, dopo essere sceso del 35% nella prima metà dell’anno.

I produttori di chip sono stati impantanati nel tentativo di soddisfare le enormi richieste dei produttori di smartphone e PC (computer) dopo l’elevata domanda da parte delle persone che lavorano da casa durante la pandemia.

La conseguente carenza ha indotto le aziende, comprese le case automobilistiche, a tagliare la produzione, ritardare le spedizioni e pagare ingenti premi per i chip chiave. I recenti blocchi COVID-19 in Cina hanno portato i dirigenti globali a emettere terribili avvertimenti sui colli di bottiglia dell’offerta fino a poco tempo.

Tuttavia, l’aumento dell’inflazione in tutto il mondo ha indotto i consumatori a stringere la cinghia, con le restrizioni cinesi che incidono anche sulla domanda. Di conseguenza, le vendite di smartphone e computer sono diminuite drasticamente.

READ  Il Pentagono: l'Ucraina riceve aerei da combattimento e parti per rafforzare l'Air Force

“Riteniamo che i clienti di smartphone e PC impiegheranno da uno a due trimestri per bruciare l’inventario in eccesso prima di iniziare la ricostruzione”, hanno scritto gli analisti di Needham in una nota dopo le scoperte di Micron.

Advanced Micro Devices il mese scorso ha registrato un rallentamento delle vendite di PC quest’anno, mentre Micron ha affermato che i recenti arresti di Pechino hanno causato una caduta delle entrate in Cina del 30% nel trimestre in corso.

Secondo Gartner, le spedizioni di smartphone in tutto il settore in Cina, il più grande mercato di smartphone al mondo, dovrebbero ridursi del 18% quest’anno. Si prevede che le spedizioni globali diminuiranno del 7% a causa delle crisi nella catena di approvvigionamento e della guerra russo-ucraina.

Tuttavia, i dirigenti di Micron hanno affermato di essere fiduciosi nella domanda a lungo termine dei loro chip e gli analisti del settore hanno affermato che c’è ancora una domanda significativa di chip utilizzati nei veicoli elettrici, nel 5G e nell’elaborazione ad alta velocità.

Il Digitimes Daily di Taiwan, citando fonti del settore, ha affermato che TSMC, il più grande produttore di chip a contratto al mondo, ha visto i suoi principali clienti tagliare gli ordini di chip per il resto del 2022. TSMC ha rifiutato di commentare.

Nikkei ha affermato il mese scorso che il principale produttore di chip di memoria Samsung Electronics aveva sospeso i nuovi ordini, nel tentativo di controllare un eccesso di scorte, e aveva chiesto ad alcuni fornitori di ritardare o ridurre le spedizioni di componenti per diverse settimane.

“Penso che la portata della trasformazione sia stata sicuramente maggiore di quanto chiunque nell’ecosistema si sarebbe aspettato”, ha affermato giovedì Sumit Sadana, chief business officer di Micron.

READ  Christie's presenta la collezione di Pierre Durand, co-fondatore della China Porcelain Company