Luglio 19, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

“Mi vedrai fare più progetti di business” – Scadenza

“Mi vedrai fare più progetti di business” – Scadenza

Durante una delle conferenze principali alla Mostra del Cinema di Venezia di oggi, Il meglio di Saul su richiesta E il nessuno La superstar Bob Odenkirk ha detto al pubblico che “voleva lavorare di più”.

L’attore ha detto: “Sono rimasto molto sorpreso nessuno. Ho iniziato questo progetto perché avevo la sensazione che il personaggio che stavo sviluppando Il meglio di Saul su richiesta Era il tipo di personaggio che si vede in un film d’azione. Aveva desideri seri ed era disposto a sacrificarsi… Mi alleno ancora qualche volta a settimana, e se faccio a modo mio, lei mi vedrà fare di più. Ho trovato le sequenze d’azione molto divertenti e vicine alla commedia di sketch d’azione… Mi piacciono i primi film di Jackie Chan che erano pieni di umorismo. Mi piacerebbe averlo in futuro”.

Mostra del Cinema di Venezia: copertura completa della scadenza

“È come se alla gente piacesse vedere gli anziani perdere la testa. Perché ha senso per tutti? Rise. “

in anticipo questo mese nessuno Il produttore David Leach ha confermato che era iniziata la scrittura di un sequel del film d’azione di successo del 2021 con il ritorno della maggior parte del cast originale.

Odenkirk ha anche rivelato alcune delle sue altre ambizioni durante l’udienza. Il multiplo sillabato, che finora ha diretto quattro film, ha detto alla folla che pensa che la regia sia “il miglior lavoro di sempre”. Alla domanda se ha un film italiano preferito, Roberto Rossellini ha citato il classico Roma, la città aperta Come uno che ama, aggiungendo:

“Ho sempre voluto fare la versione di Los Angeles di questo film. Sarà una strana giustapposizione. Los Angeles non appartiene in alcun modo a Roma, ma è per questo che sarà divertente. Los Angeles è una città temporanea . Non è quasi qui. È fatto di sabbia. ” .

READ  Maneskin Q&A: "La nostra nuova canzone è ispirata all'Ucraina: volevamo alzare la voce per qualcosa di significativo"

Foto della Mostra del Cinema di Venezia 2022

A Odenkirk è stato chiesto se fosse un sollievo dire addio al suo personaggio della lunga serie di successo di AMC. Il meglio di Saul su richiestache ha recentemente concluso la sua sesta e ultima stagione: “Ho sentimenti molto contrastanti. La maggior parte di noi entra in questo business perché vogliamo interpretare una varietà di storie. È una delle gioie. È passato molto tempo per interpretare un uomo e interpretare la sua psicologia. Aveva una gamma molto ampia di sentimenti.” E l’esperienza, quindi c’era molta varietà. Abbiamo testato i confini con elementi che erano molto comici, quasi come uno sketch comico. Peccato Non abbiamo superato il periodo di accoglienza e abbiamo avuto molta buona volontà. Mi mancheranno le parti buone di questo ragazzo e le amicizie con gli attori. Abbiamo anche vissuto insieme. E questo sarà il ruolo che sarò conosciuto per tutta la vita. E ne sono orgoglioso».

L’attore stava parlando al pubblico tramite un collegamento video da Los Angeles dopo la proiezione del suo nuovo film Due mondi a partePresentato al Festival delle Giornate degli Autori.

Il film indipendente a basso budget della regista Cecilia Miniucchi è stato girato a distanza (a volte utilizzando FaceTime) durante il Covid con la maggior parte degli attori che non si sono incontrati durante la produzione. Il dramma segue tre coppie bloccate in casa durante l’inizio del lockdown, le cui vite sono sconvolte, ma sono costrette a guardarsi l’un l’altro in modi nuovi. Danny Houston e Radha Mitchell sono anche nel cast del film.

Odenkirk ha spiegato di essere stato chiamato da Miniucchi per prendere parte al film. I due si conoscevano ma non molto bene e si parlavano solo ogni due anni al massimo. Ma ha detto al pubblico che era la chiamata che stava aspettando.

READ  Rodizio Grill è ora aperto. Ecco 7 nuovi ristoranti OKC da provare

“È stata una chiamata fredda. Ma il fatto è che stavo aspettando quella chiamata. Siamo stati in isolamento per alcune settimane e mi chiedevo cosa sarebbe successo dopo. Non c’era il vaccino, le cose peggioravano di giorno in giorno . Come genitore, stavi cercando di essere coraggioso di fronte ai tuoi figli ma non avevi davvero idea di cosa sarebbe successo. Stavo aspettando che qualcuno chiamasse a distanza i nostri telefoni per fare un film. Volevo recitare , alcuni diventano creativi, altrimenti impazziamo. È stata Cecilia a chiamare. È stata lei a farlo”.

L’attore ha concluso la sessione supplicando i registi e i creatori del pubblico di accettare il rischio: “Devi saltare giù dalla sporgenza. Leggi una sceneggiatura, la riscrivi, riunisci tutti, ma a un certo punto devi saltare dentro e fai la cosa e prendi quello che ottieni. Non voglio perdere il contatto con quello. Cecilia mi ha chiamato e mi ha chiesto se volevo saltare con lei da questa scogliera. “