Settembre 25, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Mi piace il calcio italiano – Lookman

meno Più di tre settimane da quando è entrato a far parte della squadra di Serie A, l’Atalanta, dall’RB Lipsia, il nazionale nigeriano Ademola Lookman dice che si sta godendo la vita in Italia, PUNCH Sports Extra.

Il 24enne ha completato il suo passaggio da 9 milioni di euro ai Black and Blues più bonus legati alle prestazioni, dopo aver trascorso la stagione 2021/22 in prestito al Leicester City in Premier League.

L’attaccante è stato impressionante durante la sua permanenza in Inghilterra, segnando otto gol in 42 presenze con i Foxes, ma la squadra di Brendan Rodgers non è stata in grado di ingaggiare l’esterno in modo permanente a causa della sua valutazione di 15 milioni di euro da parte della squadra madre dell’RB Leipzig.

Da quando è arrivato all’Atalanta, il nigeriano ha collezionato cinque presenze e partecipato a tre gol (Goal e Sanan).

Durante il quinto round della partita del fine settimana contro il neopromosso Monza lunedì, Lookman ha messo a segno un’altra prestazione superba segnando il primo gol di Rasmus Hoglund prima della sua spinta in rete dal difensore Marlon Santos da Silva Barbosa per assicurarsi la vittoria allo stadio Brianteio. .

La sua prestazione è stata elogiata dal tecnico dell’Atalanta Gian Gasperini, che ha elogiato il nigeriano.

In risposta alla partita come riportato da monza-news.it, il nigeriano ha ammesso la durezza del campionato ma ha detto che si diverte a giocarci.

“Certo, il secondo tempo è stato migliore”, ha detto Lookman.

“Penso che nel secondo tempo abbiamo creato tante occasioni, abbiamo giocato meglio, abbiamo vinto la partita.

READ  La Ferrari 812 GTS si è schiantata dopo il furto al Valet Lot nel Maine

“Mi piace il calcio italiano. È duro o duro, è un calcio duro: mi sto adattando sempre di più, lavoro duro per migliorare”.

E a proposito del secondo gol assegnato al Barbosa, ha detto: “Penso che il gol del 2-0 sia il mio obiettivo. Ripeto, il mio obiettivo. Ma quello che conta è che abbiamo preso i tre punti e che siamo primi.

“Avere 13 punti ed essere in testa è la cosa più importante. Vinciamo mentre siamo lì. È una testimonianza del nostro lavoro in campo e del nostro allenamento quotidiano, della nostra voglia di migliorare e di lottare per essere migliori”.