Novembre 27, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

MFA rimanda in Italia la scultura saccheggiata

Il Globe ha appreso che il Museo di Belle Arti ha in programma di annunciare lunedì il ritorno in Italia di una scultura in marmo saccheggiata dalle truppe naziste durante la seconda guerra mondiale.

Il cosiddetto “ritratto di uomo”, una scultura di una testa gravemente danneggiata, risale al III o IV secolo e potrebbe riferirsi all’imperatore Massimiano Ercole. Fu scavato alla fine del 1931 dai Supervisori dell’Università della Pennsylvania e della Campania a Napoli nell’ambito di un progetto archeologico congiunto a Minderno, in Italia.

La scultura è uno dei numerosi reperti archeologici pubblicati dai ricercatori nel 1938 in un elenco di lavori di scavo.

Victoria Reid, supervisore delle prove del MFA, ha affermato che i siti archeologici intorno a Mindurno sono stati ampiamente saccheggiati durante la seconda guerra mondiale. Ha sottolineato che la lettera non era un segnale di un’indagine antitrust formale sulle accuse, ma piuttosto un segnale di un’indagine antitrust formale sulle accuse.

“Ci sono stati molti saccheggi in quella particolare città”, ha detto. “Non sappiamo come o quando è uscito, ma probabilmente lo sarà in quel momento”.

Quando il museo acquistò la scultura da una galleria svizzera nel 1961, mancava il naso intatto durante lo scavo. L’antichità non raccoglie alcuna prova o storia.

Il “Ritratto di uomo” dell’imperatore Massimiano Ercole romano, databile al III o IV secolo d.C.© Museum of Fine Arts, Boston / Samuel Putnam Avery Fund

“Certo, non hanno fatto alcuno sforzo, ma al momento dell’acquisto non sapevano che provenisse da questo particolare sito”, ha detto Reid.

READ  Ambadu aiuta il Galles a battere l'Austria; L'Italia ha perso contro la Macedonia settentrionale e ha saltato un'altra Coppa del Mondo

Ha notato che la scultura del MFA è stata esposta dal 2000 al 2008 ed è stata esposta all’Università di Brandeis nel 1969 e di nuovo al MFA nel 1977.

Tuttavia, nel luglio 2019, Irene Bald Romano, professoressa all’Università dell’Arizona, ha annunciato al MFA che l’opera d’arte era scomparsa durante la seconda guerra mondiale.

Reid, che in autunno scrisse al Ministero della Cultura italiano, disse nella tabella del 1938 che “si trattava chiaramente di proprietà italiana come qualcosa che era stato scientificamente scavato e pubblicato”. “E’ stato rimosso illegalmente e hanno confermato che era di proprietà del governo italiano”.

Il museo ha finalizzato i documenti nel dicembre 2021, prima di restituire l’oggetto all’Italia all’inizio di quest’anno, dopo che il consiglio di amministrazione del MFA ha votato le dimissioni.

Ritiro L’AMF ha annunciato un ritiro per la terza volta quest’anno.

A gennaio, il museo ha annunciato il richiamo di un dipinto olandese saccheggiato durante la seconda guerra mondiale ea febbraio il Ministero degli Affari Esteri ha restituito un paio di oggetti d’antiquariato alla Repubblica del Mali.


È possibile accedere a Malcolm Gay all’indirizzo malcolm.gay@globe.com. Seguilo su Twitter Malcom.