Maggio 24, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Mercato torinese dei cortometraggi

Mercato torinese dei cortometraggi

Quando il Torino Short Film Market ha preso il via per la sua edizione inaugurale nel novembre 2016, il giovane evento aveva già un chiaro intento: attirare nuovi talenti nella più ampia industria cinematografica.

“Il mondo dei cortometraggi è in qualche modo separato dai mercati dei film e dei documenti”, ha affermato Enrico Vanucci, Direttore tecnico di TSFM. vario. Il nostro compito è trovare questi nuovi talenti che i critici o il pubblico scopriranno in seguito. Il mondo dei cortometraggi è un po’ separato, quindi cerchiamo di mettere insieme questi talenti [into the fold,] Perché il 99% dei registi di cortometraggi vuole realizzare lungometraggi”.

Per fare questo, il giovane evento ha allestito un luogo che potrebbe diventare una delle sue iniziative principali: una sessione di presentazione d’autore chiamata Oltrecorto (o oltre in breve). Dal 2016, i coordinatori dell’evento mettono in evidenza ogni anno cinque cortometraggi che possono fungere da proof-of-concept per le caratteristiche finali, presentando il film finale seguito da una proiezione di cinque minuti davanti a potenziali partner di coproduzione.

Negli ultimi anni, questi sforzi hanno cominciato a dare i loro frutti. Il primo progetto – “Monsters” di Marius Oltiano – è stato presentato in anteprima alla Berlinale nel 2019, mentre il secondo progetto – “200 metri” di Amin Nayfeh – ha ricevuto il massimo dei voti nella barra laterale ai Venice Days nel 2020.

“Il nostro obiettivo è fornire una piattaforma in cui le persone possano incontrarsi e utilizzarla come strumento”, afferma Vanucci. Con due caratteristiche di successo [Oltrecorto] È una delle nostre storie di maggior successo”.

READ  BABY DOLL (2021) Panoramica del film horror italiano - Guarda online gratis

Nell’ambito della Torino Film Industry, che si svolge parallelamente al Torino Film Festival, il mercato del cortometraggio ha ospitato quest’anno 450 partecipanti accreditati, vantando un nuovo supporto da parte dell’Agenzia per il Commercio Estero per ampliare il proprio profilo internazionale. Questa versione ibrida è stata eseguita dal 29 novembre al 3 dicembre sul sito e ora sarà online fino al 10 dicembre, anche se la libreria di contenuti del Marketplace sarà ancora disponibile per gli acquirenti per i prossimi sei mesi.

Offrendo panel, discorsi di apertura ed eventi di networking, tutti progettati per mantenere in contatto giocatori nuovi e affermati, TSFM non è un “mercato classico”, come ammette prontamente il direttore artistico. “C’è un vero sentimento di famiglia all’interno della comunità, quindi pensiamo che permettere alle persone di incontrarsi e socializzare sia molto meglio che stare semplicemente seduti in una cabina”, afferma Vanucci.

Quest’anno ha visto anche la presentazione di un XR Content Award sponsorizzato da RAI Cinema. Il premio include un bonus di € 3.000 ($ 3.394) e un’acquisizione esclusiva del territorio italiano, ammissibile per 16 progetti TSFM selezionati per la Divisione XR.

“C’è molta eccitazione e fermento intorno all’XR”, afferma la responsabile del progetto e coordinatrice Carla Volpiani. “Questo è un broker che richiede molti soldi e un diverso insieme di esperienze, quindi lo vogliamo [be proactive about taking things forward]. “

Vulpiani crede che il mondo XR sia maturato oltre un punto dall’innovazione tecnologica primitiva a uno stato più stabile, che a sua volta richiede di porre una nuova serie di domande.

Quando si tratta di finanziamento, XR merita spazio per sé o per essere incluso in tutte le altre linee di finanziamento per una regione o un paese? I progetti XR dovrebbero beneficiare delle stesse sovvenzioni di sviluppo aperte per quello che l’Italia chiama “cinema piatto” o dovrebbero avere linee di finanziamento separate? Questa è la grande domanda che viene posta in Europa ora, ed è quello che stiamo cercando di affrontare”.