Febbraio 21, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Mente della truffa della falsa lettera di offerta in Canada, 700 fissa l’espulsione

Mente della truffa della falsa lettera di offerta in Canada, 700 fissa l’espulsione


Servizio di notizie del tribuno

Avnee Kaur

Jalandhar, 24 giugno

L’agente dell’immigrazione Brijesh Mishra, accusato di aver ingannato gli studenti con rupie rilasciando lettere di ammissione al college false per visti di studio canadesi, è stato arrestato. Ora deve affrontare accuse penali in Canada.

Quasi 700 studenti del Punjab e di altri stati, che rischiano l’espulsione dal Canada, hanno presentato le loro domande di visto dal 2018 in poi fino al 2022 attraverso i servizi di immigrazione educativa a Jalandhar guidati da Mishra.

Sono andati in Canada con un visto per studio, ma la frode è venuta alla luce dopo aver fatto domanda di residenza permanente (PR) Di recente, mettendo a rischio il loro futuro. Da allora Mishra è in fuga. Venerdì, la Canada Border Services Agency (CBSA) ha accusato Mishra di fornire servizi di immigrazione senza licenza e ha consigliato a molti di ingannare o nascondere informazioni alle autorità. Sono state anche presentate accuse contro di lui per il suo presunto coinvolgimento nell’emissione di lettere di accettazione fraudolente ad aspiranti studenti che chiedevano l’ammissione alle istituzioni canadesi.

In precedenza era stato arrestato nel 2013 per falsificazione di documenti per l’invio di studenti all’estero tramite l’Agenzia per l’immigrazione Easy Way. Nel frattempo, gli studenti del Punjab che rischiano la deportazione ei loro genitori a casa hanno accolto con favore lo sviluppo. La polizia di Jalandhar ha già presentato una FIR contro Mishra e il suo partner Rahul Bhargava ai sensi delle sezioni 406, 420, 465, 467, 468, 471 e 120B del codice penale indiano. Bhargava è stato arrestato il 28 marzo.

READ  Ray Dalio afferma che la Cina e gli Stati Uniti sono sull'orlo della guerra

Gli studenti interessati hanno affermato di essere stati ingannati da Mishra e da molti altri agenti. “Speriamo che le autorità possano ora spezzare completamente il racket e risparmiare gli studenti che non hanno colpe”, ha detto lo studente Indirjit Ullach.

(con input dell’agenzia)


#Canada