Maggio 9, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Membro onorario della Sons and Daughters Foundation of Italy Lodge 138 | Notizie, sport, lavoro

Lunedì è stato premiato il membro fondatore della Loggia 138 dei Figli e delle Figlie d’Italia.

Eugene “Geno” Sigareli, 97 anni, prende il nome dall’Euph sial Sons and Daughters of the Italian Lodge 138 in 1616 McMinn Ave.

“È bello essere qui” Disse Sikareli a bassa voce dietro la maschera.

A giugno, Sikkareli ha detto che stava festeggiando il suo 98 ° compleanno.

La loggia fu fondata per la prima volta il 3 giugno 1903. Nei primi anni della Loggia 138 a Williamsport, Chickarelli era descritto come un raccoglitore.

“La colla che teneva insieme questo posto” Philip A. Ha detto Prejioci. “Quando la loggia ha avuto tempi difficili, c’era ‘Geno’ a ritirarla.”

Include fotografie originali dei membri della loggia e l’identificazione ufficiale della loggia, le pareti della Logia Euphicial Percagliari.

A un tavolo della cerimonia c’era una torta decorata per un ospite che celebrava un compleanno, il Rev. della parrocchia cattolica di San Giuseppe Lavoratore. Brian VanPhoson.

“Fratelli e sorelle,” Premiosi ha detto in occasione dell’inaugurazione, “Grazie a Dio possiamo festeggiare qui oggi. Crediamo di avere una delle cinque migliori logge in Pennsylvania”.

Quindi rivolse i suoi complimenti a Sikareli.

“Abbiamo mostrato vigore e vita quando gli altri ci hanno scritto”. Egli ha detto. “Chicareli ci ha seguito ed è salito sul piatto … Mi fermerò perché mi emozionerò”, ha detto. Detto prezioso.

In un attimo, Van Fossen, dopo aver benedetto l’edificio e il terreno con una preghiera e acqua santa, fu nominato italiano onorario.

Prov. Prijioci ha dato l’identità di Vanjino, che ha attirato le risate.

Quando ha benedetto la nuova sede della loggia, Van Fossen ha presentato ai suoi membri un piccolo segno di mano firmato da Papa Francesco.

READ  Livestream Italy: Firenze Gulf பி Burma Panthers, 25 aprile, 15:00 CET (15:00, 09:00 e ET)

Torna la presenza italiana nella città di Prijioci, ribadita con vigore.

Storicamente, gli immigrati italiani sono entrati negli Stati Uniti in numero record tra il 1880 e il 1920.

In quegli anni 5,5 milioni di italiani si stabilirono attraverso Ellis Island, New York e altri porti di ingresso.

Molti hanno fondato i loro appartamenti in una sezione doppiata “Little Italy,” Include Hepburn to Mulberry Streets e East Third to Lead Streets (via Bella).

Quando le inondazioni del 1936 e del 1946 distrussero la maggior parte del progresso, l’area era sparpagliata in tutta la città e c’erano pressioni per ridisegnare la città.

Le notizie importanti di oggi e molte altre nella tua casella di posta