Marzo 23, 2023

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Massimiliano Allegri osserva minuto di silenzio per l’ex attaccante della Nazionale Gianluca Vialli

Massimiliano Allegri ha tenuto un minuto di silenzio per l’ex attaccante dell’Italia Gianluca Vialli durante la sua conferenza stampa pre-partita… Il boss della Juventus etichetta l’ex stella del Chelsea ‘modello per i giovani’

Il presidente della Juventus Massimiliano Allegri ha osservato un minuto di silenzio durante la conferenza stampa in memoria dell’ex giocatore bianconero Gianluca Vialli.

A poche settimane dalla morte di Sinisa Mihajlovic e della leggenda brasiliana Pele, Willy è morto ieri sera circondato dalla sua famiglia dopo una battaglia di cinque anni contro il cancro.

L’ex attaccante del Chelsea ha fatto un’ultima impressione in Italia prima di trasferirsi in Inghilterra e Allegri ha voluto un momento di silenzio prima di elogiare l’icona del club.

Il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri (R) ha osservato un minuto di silenzio durante la sua conferenza stampa

Allegri Gianluca Willi (sopra) muore a 58 anni e rende omaggio a Ernesto Castano

Allegri Gianluca Willi (sopra) muore a 58 anni e rende omaggio a Ernesto Castano

Allegri ha detto all’inizio della conferenza stampa pre-partita: ‘Prima di iniziare la conferenza stampa è doveroso ricordare Ernesto Castano e Gianluca Willi. Due soldati ma prima due uomini.

‘Hanno dato tanto alla Juventus e alla Nazionale italiana. Vi chiedo gentilmente di dedicare un momento a ricordare queste due persone.’

Conosco personalmente Vialli, è molto importante per il calcio italiano. Era un modello per i giocatori più giovani e ci manca. Guardandolo giocare, non potevi fare a meno di rimanere affascinato dalla sua tecnica, dal suo cuore e dalla sua passione.

READ  Manifestanti contro il vaccino in Francia, Germania, Austria, Italia | Notizie sull'infezione da corona virus

La Juventus ha ingaggiato Vialli per un record mondiale di 12,5 milioni di sterline nel 1992 e ha vinto la Coppa UEFA, la Serie A e la Coppa Italia.

Willy ha rappresentato l’Italia ai Mondiali del 1986 e del 1990, ha vinto la Champions League con la Juventus nel 1996 ed è diventato famoso in Inghilterra durante un breve periodo allo Stamford Bridge.

Willy vinse la Champions League con la Juventus nel 1996

Ha segnato 53 gol in 145 partite con la Juventus

Willy ha avuto successo come giocatore in tutti i suoi club, ma ha vinto la Champions League con la Juventus nel 1996 e ha perso la finale contro la Sampdoria nel 1992.

Willie ha imparato ad abbracciare la sua malattia e ha lasciato eredità sportive e spirituali

Willi è stato una figura chiave nella corsa dell’Italia alla vittoria di Euro 2020, fungendo da capo delegazione.

I tributi sono piovuti per Willie, in seguito alla notizia, il Chelsea ha twittato: ‘Mancherai a molti. Una leggenda per noi e per tutto il calcio. Stai calmo, Gianluca Willi.’

Il presidente del Chelsea Todd Boehly e il comproprietario Behdad Ekbali hanno aggiunto: ‘Questo è un giorno davvero triste per il Chelsea Football Club. La leggenda di Gianluca continuerà a vivere allo Stamford Bridge.

Il suo impatto come giocatore, allenatore e soprattutto come persona sarà scritto per sempre nella storia del nostro club. Le nostre più sentite e sentite condoglianze alla sua famiglia e ai suoi amici”.

Fuori dallo Stamford Bridge, i fan hanno iniziato a rendere omaggio mettendo dei fiori sotto il ritratto del loro ex giocatore e allenatore.

Vialli è stato giocatore-allenatore e poi allenatore del Chelsea, portandoli alla Coppa delle Coppe e alla Coppa di Lega nel 1998 e alla FA Cup nel 2000.

I tifosi della Sampdoria hanno anche appeso striscioni di sostegno fuori dall’ospedale londinese dove è ricoverato per mostrare il loro sostegno fino alla fine.

Il presidente della Federcalcio italiana, Gabriele Gravina, ha dichiarato: “Sono molto addolorato.

“Ho creduto fino alla fine che potesse compiere un altro miracolo, ma mi consola il fatto che quello che ha fatto per il calcio italiano e per la maglia azzurra non sarà mai dimenticato.

‘Gianluca è stato un uomo meraviglioso che lascia un vuoto incolmabile nella Nazionale e in tutti coloro che ne hanno ammirato le straordinarie qualità umane’.

A Vialli è stata diagnosticata la malattia per la seconda volta nel 2021, con il via libera dato nell’aprile 2020 dopo una battaglia durata 17 mesi.

I fan hanno tenuto uno striscione di sostegno fuori dall'ospedale dove Willie era in cura

I fan hanno tenuto uno striscione di sostegno fuori dall’ospedale dove Willie era in cura

Cos’è il cancro al pancreas?

Il cancro al pancreas è una delle forme più mortali della malattia e il 95% delle persone muore a causa di esso.

Joan Crawford, Patrick Swayze e Luciano Pavarotti sono morti di cancro al pancreas.

È la sesta causa più comune di morte per cancro nel Regno Unito: a circa 10.000 persone viene diagnosticato un cancro al pancreas ogni anno nel Regno Unito, rispetto a circa 55.000 negli Stati Uniti.

Qual è il motivo?

È causato dalla crescita anomala e incontrollata delle cellule del pancreas, una grande ghiandola del sistema digestivo.

Chi è più a rischio?

La maggior parte dei casi (90%) riguarda persone di età superiore ai 55 anni.

La metà di tutti i nuovi casi si verifica in persone di età pari o superiore a 75 anni.

READ  L'italiano Meloni gioca con l'entusiasmo dell'Europhile per la giornata - ma ci aspettano aspre battaglie - Politico

Un caso su 10 è genetico.

Altre possibili cause includono l’età, il fumo e altre condizioni di salute, incluso il diabete.

Perché è così pericoloso?

Non esiste un metodo di screening per il cancro al pancreas.

Il cancro al pancreas di solito non mostra sintomi nelle prime fasi e può essere molto gestibile.

I malati iniziano a sviluppare sintomi come ittero e dolore addominale intorno allo stadio 3 o 4, quando si è già diffuso ad altri organi.

Quali sono le opzioni di trattamento?

L’unico trattamento efficace è la rimozione del pancreas.

Spesso si rivela inefficace nelle persone il cui cancro si è diffuso ad altri organi.

In questi casi, si consigliano cure palliative per alleviare il loro dolore alla fine della vita.

Pubblicità