Ottobre 23, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Mancini vuole una striscia di imbattibilità fino a dopo la Coppa del Mondo prima di affrontare la Spagna | notizie di calcio

Roberto Mancini ha detto martedì che vuole che l’Italia mantenga il suo record mondiale di imbattibilità fino a dopo la Coppa del Mondo del prossimo anno, mentre la sua squadra si prepara per la semifinale della Nations League contro la Spagna.
La partita di mercoledì a San Siro sarà il test più forte per l’Italia, imbattuta da 37 partite da quando ha vinto Euro 2020 in estate.
L’allenatore della Spagna Luis Enrique ha detto dopo che la sua squadra ha annunciato che ogni partita avvicina l’Italia alla sconfitta, ma Mancini spera di portare la sua squadra alla Coppa del Mondo in Qatar e oltre.
“Siamo a 37 partite ma vogliamo andare avanti a lungo. Dipende da noi e da come giocheremo le prossime partite. Sappiamo di essere una buona squadra ma dobbiamo continuare a lavorare per continuare a vincere” Mancini ha detto ai giornalisti.
“Ha ragione Luis Enrique, prima o poi (la sconfitta) arriverà, è una questione di matematica purtroppo. Speriamo di continuare così fino a dicembre 2022, ma non credo sarà molto facile”.
La gara d’esordio del quarto torneo che si svolgerà a Milano e Torino sarà la replica dell’emozionante semifinale tra Italia e Spagna dell’Europeo vinto dagli Azzurri ai rigori.
Mancini ha dichiarato in un’intervista alla UEFA, lunedì, che la Spagna è stata la squadra più difficile che l’Italia ha affrontato nell’intero torneo e che il 56enne ha presentato la partita e le Final Four come un’opportunità per mettersi alla prova contro i migliori in la Coppa del Mondo. Poco più di un anno dopo.
“E’ una competizione importante – ha detto -. Ovviamente arriva dopo l’Europeo e quindi le partite possono sembrare l’ultimo degli eventi”.
“Sono partite tra i primi quattro giocatori d’Europa, e sono sempre due partite importanti per aiutarci a migliorare.
“Dobbiamo migliorare perché abbiamo giocatori giovani che hanno bisogno di giocare partite importanti. Mancano 14 mesi al Mondiale e in quei 14 mesi dobbiamo imparare a giocare meglio”.
Il capitano Giorgio Chiellini ha detto di essersi vergognato dopo che Kalidou Koulibaly è stato preso di mira con insulti razzisti da alcuni tifosi della Fiorentina durante la vittoria del Napoli a Firenze nel fine settimana.
L’Associazione Italiana Calcio ha dichiarato, lunedì, di aver aperto un’inchiesta sull’abuso di Koulibaly, che è arrivata dopo che un tifoso della Juventus ha rivolto insulti razzisti al portiere del Milan Mike Minnian e presunti cori razzisti dei tifosi della Lazio durante la loro sconfitta a Milano il mese scorso .
“Mi vergognavo come italiano e toscano”, ha detto Chiellini, che è nato a Pisa.
“E’ inaccettabile… in Europa si parla tanto dell’Italia come Paese razzista, cosa che non credo lo sia. Ma dobbiamo fare di più per smetterla di presentare una così brutta immagine di noi stessi”.