Maggio 17, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’Organizzazione mondiale della sanità afferma che le misure utilizzate contro Delta devono funzionare con Omicron

Le misure utilizzate per contrastare la variabile delta devono rimanere la base per combattere Corona virus Pandemia anche di fronte al nuovo Omicron copia del virus Organizzazione mondiale della Sanità I funzionari hanno detto venerdì, riconoscendo che le restrizioni di viaggio imposte da alcuni paesi potrebbero far guadagnare tempo.
Mentre una trentina di paesi in tutto il mondo hanno segnalato infezioni da Omicron, tra cui India Giovedì, i numeri finora sono piccoli fuori Sud Africa, che sta affrontando un rapido aumento in COVID-19 Situazioni in cui la nuova variabile può diventare dominante.

Tuttavia, molto rimane poco chiaro su Omicron, incluso se sia più contagioso, come sospettano alcune autorità sanitarie, e se renda le persone più pericolose o se possa eludere la protezione del vaccino.

Il dottor Takeshi Kasai, direttore regionale dell’OMS per il Pacifico occidentale, ha parlato con i giornalisti venerdì durante una conferenza stampa virtuale dalle Filippine. (AFP)

“Il controllo delle frontiere può ritardare l’arrivo del virus e guadagnare tempo. Ma ogni paese e ogni comunità deve prepararsi a una nuova ondata di casi”, ha detto ai giornalisti il ​​dott. Takeshi Kasai, direttore regionale dell’OMS per il Pacifico occidentale, durante una stampa virtuale. conferenza. dalle Filippine.

“La notizia positiva in tutto questo è che nessuna delle informazioni che abbiamo attualmente su Omicron indica che dobbiamo cambiare le direzioni della nostra risposta”.

Ciò significa continuare a spingere per tassi di vaccinazione più elevati, aderendo alle linee guida sul distanziamento sociale e indossando maschere, tra le altre misure, ha affermato il direttore regionale dell’emergenza dell’OMS, il dottor Babatunde Olukuri.

Ha aggiunto che i sistemi sanitari devono “assicurarsi di trattare i pazienti giusti nel posto giusto al momento giusto, garantendo così la disponibilità di letti di terapia intensiva, soprattutto per coloro che ne hanno bisogno”.

Un operatore sanitario preleva un campione di tampone da un viaggiatore che entra in città per il test COVID-19 in una stazione ferroviaria di Ahmedabad, in India, venerdì 3 dicembre 2021.
Circa trenta paesi in tutto il mondo hanno segnalato infezioni da Omicron, inclusa l’India giovedì (AFP)

“Non possiamo essere compiacenti”, ha avvertito Kasai.

L’Organizzazione mondiale della sanità ha precedentemente esortato a non chiudere i confini, osservando che spesso ha un impatto limitato e può causare gravi interruzioni. I funzionari in Sud Africa, dove è stata identificata per la prima volta la variante Omicron, hanno criticato le restrizioni sui viaggiatori della regione, affermando che vengono puniti per aver avvisato il mondo del ceppo mutante.

Kasai ha affermato che gli scienziati stanno lavorando duramente per saperne di più su Omicron, che è stata considerata una variante preoccupante a causa del numero di mutazioni e perché le prime informazioni suggeriscono che potrebbe essere più trasmissibile rispetto ad altre varianti.

Kasai ha affermato che alcuni paesi della regione del Pacifico occidentale stanno affrontando improvvisi aumenti iniziati prima che Omicron fosse identificato, anche se i casi di COVID-19 e i decessi in molti altri paesi sono diminuiti o stabilizzati. Ma questo potrebbe cambiare.

La comparsa di Omicron è particolarmente preoccupante per gli organizzatori delle Olimpiadi invernali di Pechino, a cui mancano ormai circa due mesi.

Il portavoce del comitato organizzatore, Zhao Weidong, ha detto ai giornalisti durante una conferenza stampa venerdì che Pechino sta adottando una serie di misure per ridurre il rischio di diffusione del virus durante i Giochi.

Un passeggero arriva per entrare nel centro di test COVID-19 all'aeroporto internazionale di Incheon a Incheon, Corea del Sud, mercoledì 1 dicembre 2021
Un passeggero arriva per entrare in un centro di test COVID-19 all’aeroporto internazionale di Incheon a Incheon, Corea del Sud, mercoledì 1 dicembre 2021. Il salto giornaliero della Corea del Sud nel numero di infezioni da coronavirus supera le 5.000 per la prima volta dall’inizio della pandemia, poiché il boom trainato dal delta ha anche spinto a livelli record i ricoveri in ingresso e i decessi. (Foto AP/Ahn Young-joon) (AFP)
Cina Ha adottato una politica di tolleranza zero nei confronti della trasmissione di COVID-19 e ha alcuni dei controlli alle frontiere più severi al mondo. I partecipanti ai giochi dovranno vivere e competere all’interno di una bolla, e solo gli spettatori residenti in Cina che sono stati vaccinati e testati saranno ammessi negli stadi.

I casi a livello globale sono in aumento da sette settimane consecutive, ha affermato Kasai, e anche il numero di decessi sta ricominciando a salire, guidato in gran parte dalla variabile delta e dal ridotto uso di misure protettive in altre parti del mondo.

“Non dovremmo essere sorpresi di vedere aumenti più improvvisi in futuro. Finché la trasmissione del virus continua, il virus può continuare a mutare, come mostra l’emergere di Omicron, che ci ricorda la necessità di rimanere vigili”, ha detto Kasai.

In particolare, ha avvertito della possibilità di improvvisi picchi dovuti all’aumento degli assembramenti e dei movimenti di persone durante le festività natalizie. È probabile che la stagione invernale settentrionale porti anche altre malattie respiratorie infettive, come l’influenza, oltre al COVID-19.

“Ovviamente questa pandemia non è ancora finita e so che le persone sono preoccupate per Omicron”, ha detto Kasai.

“Ma il mio messaggio oggi è che possiamo adattare il modo in cui gestiamo questo virus per affrontare meglio le mutazioni future e ridurre il loro impatto sulla salute, sociale ed economico”.

READ  Il vicino taglia l'albero a metà in fila su rami cadenti nel Regno Unito