Ottobre 25, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Lo studio rileva che i pipistrelli neonati chiacchierano, proprio come i bambini

Scienziati del Museo di Storia Naturale di Berlino origliano 20 cuccioli di pipistrello Si chiamano cuccioli e scoprono che, proprio come gli umani, si esercitano a fare rumori prima di imparare a parlare con gli altri.
Cisti alata più grande (Saccopteryx bilineata) cuccioli di pipistrello Sono osservati nei loro habitat naturali a Panama e Costa Rica.

I ricercatori hanno preso registrazioni audio e video quotidiane dei piccoli e li hanno seguiti dalla nascita allo svezzamento, che per la maggior parte dei pipistrelli è di circa tre mesi. Di solito hanno sette anni.

Hanno scoperto che i cuccioli maschi e femmine balbettano ogni giorno per circa sette settimane, con “babble attacchi” di “lunghe sequenze sonore multi-sillabe” che durano fino a 43 minuti alla volta.

Gli autori dello studio hanno affermato che i bambini balbettano per controllare la lingua, le labbra, la mascella e il sistema vocale.

Comportamento visto raramente

Ma hanno aggiunto che il chiacchiericcio o il mimetismo vocale è “raro nel regno animale” e finora è stato osservato solo negli uccelli canori, sebbene solo gli uccelli canori maschi pratichino questo comportamento.

Hanno detto che questa è la prima volta che è stato documentato che un altro mammifero usa comportamenti di pratica vocale, in cui sia i pipistrelli maschi che le femmine si impegnano a balbettare.

I ricercatori hanno restituito le registrazioni in Germania per lo studio.

Hanno trovato interessanti somiglianze tra le caratteristiche balbettanti dei pipistrelli e degli umani.

“Il piccolo balbettio, ad esempio, è caratterizzato dal raddoppio delle sillabe, simile alla ripetizione caratteristica delle sillabe – (come) ‘Dadada’ – nel balbettio infantile”, ha detto la coautrice dello studio Lara Burchardt.

READ  L'Oregon riporta altri 10 decessi legati al COVID-19 e 370 nuovi casi

I ricercatori hanno affermato di sperare che i risultati portino a ulteriori indagini sull’evoluzione del linguaggio nei regni umano e animale e, in definitiva, sull’origine evolutiva del linguaggio umano.

comunicazioni avanzate

Ahana Aurora Fernandez, la ricercatrice principale dello studio, ha detto alla CNN che oltre a imitare le voci degli adulti, è stato anche osservato che i cuccioli imparavano le canzoni dei maschi adulti.

“I pipistrelli sono creature meravigliose, sono animali con una vita sociale molto complessa (e) molte specie vivono in gruppi stabili perenni per tutta la vita”, ha detto.

I ricercatori della Johns Hopkins hanno scoperto che i pipistrelli possono predire il futuro per cacciare le loro prede

“Ciò che la maggior parte delle persone probabilmente non sa è… che molte specie (di pipistrelli) hanno comunicazioni vocali sociali ben sviluppate.

“Tutti sanno che usano l’ecolocalizzazione per navigare e cercare cibo, ma ciò che è veramente interessante è il numero di suoni usati per mediare le interazioni sociali. I pipistrelli cantano come uccelli canori”, ha aggiunto.

“La canzone è spesso prodotta ad alte frequenze, quindi non possiamo sentirla, ma se possiamo renderci conto che le nostre notti sono piene di pipistrelli”, ha detto.

Lo studio è stato pubblicato giovedì sulla rivista Science.