Maggio 26, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Lo spray nasale COVID-19 mostra una forte risposta immunitaria nello studio

Lo spray nasale COVID-19 mostra una forte risposta immunitaria nello studio

Notizia

6 aprile 2023 | 22:33

Un nuovo studio mostra risultati promettenti per un vaccino nasale COVID-19, secondo i ricercatori dell’Istituto di virologia della Freie Universität Berlin in Germania.

Quando ai criceti sono state somministrate due dosi del vaccino nasale vivo, gli animali hanno mostrato una risposta immunitaria più forte rispetto a quando hanno risposto a due dosi dei vaccini attualmente disponibili.

Lo studio è stato pubblicato lunedì sulla rivista Nature Microbiology.

L’autore principale dello studio ha dichiarato a Fox News Digital questa settimana: “Abbiamo scoperto che un vaccino vivo attenuato impedisce la replicazione del virus – questo potrebbe essere un punto di svolta nel controllo della trasmissione di SARS-CoV-2”.

Oggi ci sono quattro vaccini COVID approvati negli Stati Uniti, tutti somministrati per iniezione intramuscolare, secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

I vaccini Pfizer-BioNTech e Moderna sono entrambi vaccini a mRNA, che utilizzano l’mRNA (RNA messaggero) per stimolare le cellule a produrre una proteina virale.

Questo spinge il sistema immunitario a creare anticorpi.

Un nuovo studio mostra risultati promettenti per il vaccino nasale COVID-19.
Getty Images/iStockphoto

Johnson & Johnson Janssen è un vaccino vettore virale, che fornisce “istruzioni” del DNA alle cellule del corpo tramite un virus diverso e innocuo.

Novavax è un vaccino subproteico che utilizza alcune delle proteine ​​del virus che causa il COVID-19 – noto come “proteina spike” – per “addestrare” il sistema immunitario a lavorare contro le proteine ​​spike in futuro.

Il vaccino nasale COVID in fase di test è un vaccino vivo attenuato, il che significa che contiene una forma viva ma indebolita del coronavirus.

Funziona bloccando il virus nelle vie aeree superiori prima che possa passare nel corpo.

I ricercatori hanno utilizzato criceti siriani per testare il loro vaccino.

L’autore principale dello studio, il dottor Jakob Trimbert, capo della diagnostica presso l’Istituto di virologia della Freie Universität di Berlino in Germania, ha affermato che i criceti sono “il principale animale non OGM”. [not genetically modified] Piccolo modello animale” per la ricerca sul COVID-19.

READ  La più grande eruzione vulcanica sottomarina mai registrata genera un nuovo enorme vulcano

“Questi animali hanno l’enorme vantaggio di essere naturalmente suscettibili all’infezione da SARS-CoV-2, inclusa la diffusione naturale tra i criceti”, ha spiegato a Fox News Digital.

L’infezione del criceto siriano ricorda diverse caratteristiche chiave del lieve virus umano COVID-19: questo rende il criceto un modello ideale per studiare i vaccini e i trattamenti COVID-19. “

Il dottor Trimbert ha affermato che i vaccini nasali presentano vantaggi significativi rispetto ai vaccini iniettabili attualmente disponibili.

“Un vaccino vivo attenuato applicato per via intranasale offre una protezione superiore contro l’infezione da SARS-CoV-2 rispetto ai vaccini applicati per via intramuscolare”, ha dichiarato a Fox News Digital.

Pur affermando che i vaccini attualmente in commercio svolgono un buon lavoro nel prevenire gravi malattie da COVID, il dottor Trimbert ha osservato che non prevengono l’infezione, la malattia moderata o la diffusione.

“Abbiamo scoperto che il vaccino vivo attenuato inibisce la replicazione del virus”, quindi “questo potrebbe essere un punto di svolta nel controllo della trasmissione di SARS-CoV-2”.

Il dottor Trimbert ha affermato che il principale vantaggio del vaccino nasale è aumentare l’immunità quando è necessario.

I ricercatori dell’Istituto di virologia della Freie-University di Berlino hanno rivelato che quando due dosi del vaccino nasale COVID-19 sono state somministrate ai criceti, hanno mostrato una risposta immunitaria più forte rispetto a due dosi di vaccini attualmente disponibili.
iStock

“È l’induzione dell’immunità locale nel sito dell’infezione naturale che potrebbe essere un punto di svolta qui”, ha affermato.

“A giudicare dai nostri risultati, questo ha un effetto significativo e riduce significativamente il rischio di infezione”.

Il dottor Mark Siegel, professore di medicina presso il Langone Medical Center della New York University e collaboratore medico di Fox News, ha affermato di trovare promettente questa nuova ricerca. Non ha partecipato allo studio.

“L’obiettivo è molto importante: creare una barriera per fermare la diffusione del virus”, ha detto a Fox News Digital.

READ  Gli scienziati risolvono un mistero della fisica di 80 anni

“Questo include gli anticorpi IGA e funziona a livello delle mucose”.

L’IGA, o immunoglobulina A, è un anticorpo che svolge un ruolo importante nella funzione immunitaria delle mucose.

La membrana mucosa, o mucosa nasale, è il tessuto che riveste la cavità nasale.

Il vaccino nasale può essere autonomo o può funzionare in combinazione con altri vaccini, ha affermato il dott. Siegel.

“Se il vaccino tedesco è efficace e la sperimentazione umana del vaccino tedesco è ancora in corso, sarà un enorme passo avanti”, ha affermato.

Il dottor Norman B. Anche Gillis, che ha curato più di 1.000 pazienti presso la Long Haul COVID Clinic di Aventura, in Florida, ha esaminato i risultati.

“Penso che sia un’ottima idea creare un vaccino in grado di costruire l’immunità nella mucosa nasale”, ha detto a Fox News Digital.

Ha spiegato: “La ricerca ha dimostrato che il virus Corona e altri virus spesso entrano attraverso il naso e vengono trasmessi attraverso il nervo olfattivo… e poi al cervello”.

Il dottor Giles ha affermato che lo sviluppo di un vaccino nasale potrebbe aiutare a impedire ai virus di raggiungere facilmente il cervello.

“Questo è importante perché molti pazienti COVID a lungo termine riportano danni cerebrali a causa del virus”, ha aggiunto.

Inoltre, il vaccino nasale fornirebbe un’utile alternativa per i pazienti che hanno paura degli aghi, consentendo loro di essere protetti senza un’iniezione, ha affermato il medico.

A partire da luglio 2022, ci sono almeno 12 vaccini nasali COVID in fase di sviluppo clinico, secondo Science Immunology.

La società di biotecnologie Codagenix ha annunciato nell’ottobre 2022 di essere entrata in una sperimentazione clinica di fase 3 di CoviLiv, il suo vaccino intranasale COVID-19 destinato ad adulti sani.

La Icahn School of Medicine del Mount Sinai di New York City ha lanciato uno studio di Fase 1 per valutare un nuovo vaccino a base di uova, chiamato NDV-HXP-S, che può essere somministrato per via intranasale o mediante iniezione intramuscolare.

READ  Il CDC afferma che i cacciatori non hanno contratto la malattia del “cervo zombi” dalla carne di cervo

Nel giugno 2022, il National Institute of Allergy and Infectious Diseases ha pubblicato uno studio che mostra l’efficacia dei vaccini COVID nasali nei criceti.

Questo è stato seguito da un altro studio nel settembre 2022, che ha dimostrato che i vaccini nasali hanno prodotto una forte risposta immunitaria nelle scimmie rhesus.

La Cina e l’India hanno entrambe approvato i vaccini nasali COVID per l’uomo, come riportato su Nature nel settembre 2022.

Anche l’Iran e la Russia hanno approvato le forme nasali del vaccino, sebbene vi siano dati limitati sulla loro efficacia.

Il team di ricerca tedesco intende continuare a studiare l’efficacia dei suoi vaccini e non vede l’ora di passare agli studi clinici.

“Sebbene le nostre scoperte nel modello animale siano solide, solo gli studi clinici saranno in grado di accertare il potenziale per la traduzione nella medicina umana”, ha affermato il dott. Trimbert.

Ci sono ancora domande sulla sicurezza del vaccino per le persone con un sistema immunitario indebolito e sui potenziali rischi di combinarlo con diversi tipi di virus.

I Centers for Disease Control and Prevention affermano che le persone gravemente immunocompromesse e le donne incinte dovrebbero evitare i vaccini vivi.

“Pensiamo che ci sia motivo di speranza nei vaccini COVID-19 di prossima generazione che controllano meglio la trasmissione del virus e riducono significativamente il carico di malattia”, ha affermato il dott. Trimbert.


carica altro…




https://nypost.com/2023/04/06/covid-19-nasal-spray-shows-strong-immune-response-in-study/?utm_source=url_sitebuttons&utm_medium=site%20buttons&utm_campaign=site%20buttons

Copia l’URL di condivisione