Maggio 26, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Lo scopritore di fossili di Taranaki spera di aver scoperto un predatore preistorico di Mosasaur che può raggiungere le dimensioni di un autobus.

Haw, un cacciatore di fossili spera di aver raccolto una specie di vita marina mai trovata prima a Taranaki, nel Nuova Zelanda Isola del nord.

Ma gli esperti ritengono che le rocce raccolte nell’aspra boscaglia contengano probabilmente parti di una balena preistorica, una scoperta non meno impressionante.

Nel corso di 15 anni, Glenn Wilson ha accumulato 14 parti di un enorme cranio fossilizzato, facendo la sua scoperta più recente all’inizio di questo mese.

Queste quattro rocce fanno parte del cranio fossilizzato. La roccia sinistra e la roccia inferiore facevano parte della mascella. Glenn Wilson crede che i due spazi prominenti nella roccia superiore siano i timpani. (Glenn Wilson/Staff)

Si ritiene che potrebbero essere i resti di un mosasauro, un tipo di rettile acquatico simile a un coccodrillo vissuto circa 70 milioni di anni fa.

Quattro delle rocce, di circa 1,3 metri di larghezza totale e all’incirca della stessa lunghezza, contengono frammenti di quello che Wilson crede fosse il cranio del massiccio predatore.

Si stima che il cranio fosse lungo due metri e largo più di 1,5 metri.

“Non ho mai sentito parlare di un teschio così grande in Nuova Zelanda”, ha detto.

Il signor Wilson è stato in contatto con il Te Papa Museum di Wellington, ed è stato suggerito che abbia trovato un esempio di una balena fossilizzata, o una balena sdentata.

Questi prendono il nome dai fanoni che hanno in bocca, che usano per filtrare krill, plancton e piccoli pesci.

Glenn Wilson è stato fotografato nel 2017 con uno dei suoi primi ritrovamenti fossili. (Cristina Persico/Staff)

Ma il signor Wilson è sicuro di poter vedere un dente in una delle rocce e, sulla base delle sue stesse ricerche, pensa di guardare una specie di mosasauro.

“Spero che sia una nuova specie”, ha detto.

I fossili di mosasauro sono stati scoperti in Nuova Zelanda dalla metà del XIX secolo, ma non sono rari.

Il sito web dell’Università di Otago riporta che uno dei teschi di mosasauro più completi, di una creatura lunga circa cinque metri, è stato scoperto nella regione di Waibara a nord di Canterbury nel 2004.

Esempi lunghi fino a 15 metri, circa la lunghezza di un autobus, sono stati trovati in altre parti del mondo.

Il signor Wilson non ha menzionato la posizione esatta del sito fossile di Taranaki settentrionale, ma ha detto che visita ogni anno per trovare nuovi pezzi.

I fossili del signor Wilson includono questa forma del dente, motivo per cui si crede che abbia a che fare con un mosasauro, un tipo di rettile acquatico, non una balena. (fornito / roba)

“È una vasta area che devo esaminare”, ha detto. «Ci ​​sono due o tremila rocce.

“Sono tornato nel corso degli anni. C’è un po’ qui e un po’ là, alcuni coperti da altri massi.

“Sono stato aiutato da tutta la mia famiglia e da alcuni amici forti, il che non è stato un’impresa terribile perché le rocce sono su una scogliera molto ripida”.

Nel 2017, il signor Wilson ha parlato cose sulle sue attuali scoperte. All’epoca si credeva anche che potesse aver trovato una balena.

Ma da quando ha raccolto più pezzi, la sua opinione è cambiata.

La portavoce di Te Papa, Kate Camp, ha confermato che il signor Wilson era stato in contatto in merito alla scoperta, ma ha detto che per ora non c’erano passi successivi.

Questo teschio di mosasauro, di età compresa tra 86 e 75 milioni di anni, è stato esposto al Museo di Canterbury. (Lauren Carmody)

Se il signor Wilson ha ragione, non sarebbe la prima volta che i fossili di Taranaki cambiano la comprensione scientifica.

Nel 2020, John Buchanan Brown, Carl Rubenheimer, David Allen e Alistair Johnson sono accreditati di aver scoperto una nuova specie di foca monaca, Eomonachus belegaerensis, nel sud di Taranaki.

In precedenza si pensava che le foche monache si fossero evolute nell’emisfero settentrionale, ma le loro scoperte hanno mostrato, tra il 2009 e il 2016, che le foche monache si sono spostate dall’emisfero meridionale.

L’anno scorso, al signor Buchanan Brown, insegnante di scienze alla Stratford High School, è stato attribuito il merito di aver scoperto una nuova specie di procellaria.

Aveva trovato i resti, risalenti a 3,4 milioni di anni fa, incastonati in una roccia caduta da una scogliera su una spiaggia a sud di Taranaki nel 2015.

Punte di freccia usate dai vecchi cacciatori di renne della Norvegia

Altri reperti fossili nel sud di Taranaki includono i resti di un uccello con un’apertura alare di sei metri e denti nel becco e pinguini lunghi come porte.

Il signor Buchanan-Brown ha detto che il signor Wilson ha fatto un “lavoro fantastico” e se avesse avuto prove di un mosasauro sarebbe stata una “scoperta notevole”.

Tuttavia, le rocce in quella zona di Taranaki sono principalmente Miocene, risalenti a circa 23 milioni di anni fa, ha detto, mentre le prove fossili indicano l’estinzione dei mosasauri alla fine del periodo Cretaceo, circa 65 milioni di anni fa.

Il signor Buchanan-Brown ha detto che nuove scoperte stanno emergendo continuamente.

“Incoraggerei chiunque trovi qualcosa di insolito a portarlo al loro museo locale”, ha aggiunto.

Questo articolo è apparso originariamente cose È stato ripubblicato con il permesso
READ  L'Indonesia nomina la nuova capitale Nusantara per sostituire l'allagata Jakarta | Indonesia