Luglio 4, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Lo scontro di Leicester City con il Tottenham è stato rinviato mentre la Premier League fatica a mantenere l’elenco delle partite in pista

La partita del Leicester City con il Tottenham Hotspur, la quarta dalla scorsa domenica, è stata rinviata a causa dell’ondata del virus Corona emergente che sta investendo la Premier League inglese.

Sebbene la conferma ufficiale del rinvio debba ancora arrivare ufficialmente, fonti vicine alla questione hanno confermato a CBS Sports che la partita non avrà luogo, la terza partita in altrettanti giorni a causare la diffusione della pandemia mentre la variante Omicron spazza il Regno Unito . .

Il Leicester City ha almeno nove giocatori fuori dal campo a causa di malattia o virus, mentre il Tottenham si sta appena riprendendo da un grave attacco del virus Corona che ha causato la sospensione della partita di domenica con il Brighton. Entrambe le squadre hanno chiesto il rinvio della partita all’inizio della settimana – il Tottenham in modo da poter completare la partita di Europa League contro il Rennes – ma la Premier League ha respinto tali richieste.

Tuttavia, una seconda richiesta, che si ritiene provenga dal Leicester, è stata accettata tra le richieste alla lega di intraprendere un’azione più ampia e posticipare le partite del fine settimana. È una mossa che la Premier League prenderebbe con grande riluttanza, ma i record di test positivi potrebbero costringerli ad agire.

La partita di giovedì è la terza del programma infrasettimanale ad essere cancellata dal programma a causa dell’epidemia di COVID-19 in una squadra. Il Manchester United ha annullato il viaggio a Brentford lunedì sera tardi e il viaggio di Burnley a Watford è stato posticipato ore prima del calcio d’inizio dopo una serie di aspetti positivi all’interno della squadra ospitante. La partita del Chelsea con l’Everton è attualmente in programma giovedì, ma i casi positivi nell’ex squadra hanno sollevato dubbi su questa partita.

READ  'Carenza di personale inaspettata' costringe D'Agnese a chiudere White Pond fino al 5 gennaio

Sarà la terza partita degli Spurs rinviata in questa stagione a causa di casi COVID e maltempo a Burnley il mese scorso che hanno causato la cancellazione della partita all’ultimo minuto. Nel medio periodo la squadra di Antonio Conte dovrà affrontare un grosso grattacapo con partite da recuperare, ma l’italiano ha chiarito la sua volontà di riprogrammare la partita del Leicester.

Intervenuto in conferenza stampa pre-partita, Conte ha dichiarato: “La Premier League non ha voluto rinviare la partita contro il Leicester, forse perché dobbiamo giocare contro Burnley e Brighton. Possiamo capire da una parte e dall’altra Penso che abbiamo meritato di giocarci la nostra occasione contro il Rennes e non abbiamo trovato una buona soluzione tra UEFA e Premier League, quindi perché dovrebbe pagarla il Tottenham?

“Non è giusto che dobbiamo pagare per una situazione che non è colpa nostra. Capisco che se facciamo qualcosa di sbagliato. Dobbiamo essere pronti ad accettare ogni decisione. Per la società, per i giocatori, per me e per il mio staff, è molto difficile capire cosa sta succedendo”.

Nel frattempo, l’allenatore del Brentford Thomas Frank ha chiesto il rinvio di tutte le partite tra oggi e il 26 dicembre, poiché la sua squadra deve affrontare un’epidemia tutta sua. Le api avevano 13 persone che sono risultate positive, un numero che è aumentato nel mezzo della conferenza stampa quando il danese è stato interrotto da una lettera del direttore sportivo Phil Giles che lo informava di quattro nuovi casi durante la notte.

“Pensiamo che dovremmo posticipare l’intero round di partite della Premier League questo fine settimana”, ha detto Frank. “I casi di Covid stanno salendo alle stelle in tutti i club della Premier League, tutti se ne stanno occupando e hanno problemi.

READ  Donnarumma scava in Keylor Navas: difficile non essere la prima scelta al PSG

“Rimandare questo tour così come il tour della Carabao Cup [next Tuesday and Wednesday] Darai a tutti almeno una settimana, o quattro o cinque giorni per ripulire e fare tutto sul campo di allenamento in modo che tutto sia pulito e tu rompi la catena”.

Due partite del fine settimana del torneo – Millwall vs Preston e Reading vs Luton – sono già state rinviate. Quelle partite giocate di fronte a una folla in diminuzione potrebbe benissimo essere che ai britannici ora venga consigliato di non partecipare alle partite di calcio anche senza alcuna restrizione di partecipazione. La dottoressa Nikki Kanani, direttore medico per le cure primarie presso il NHS England, ha affermato che l’unico motivo per frequentare lo stadio di calcio doveva essere quando veniva utilizzato come centro di vaccinazione.

“Il mio consiglio è, se vai in uno stadio nel fine settimana, fallo in un posto dove puoi ottenere il vaccino o aiutare a somministrare un vaccino, piuttosto che andare a guardare una partita”, ha detto.