Luglio 2, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’italiano Drake si è detto pronto a diventare presidente

ROMA: Il primo ministro italiano Mario Tragi, che si dimetterà all’inizio del prossimo anno, ha segnalato mercoledì di essere pronto a dimettersi da capo di stato, affermando che il suo governo unito ha già completato la maggior parte della sua agenda.

È probabile che il Parlamento eleggerà un nuovo presidente a gennaio, in sostituzione di Sergio Materella, che ha rifiutato un mandato di sette anni, come bookmaker preferito dall’ex presidente della Banca centrale europea.

Inviando un chiaro segnale che sarebbe felice in questo ruolo, una mossa che potrebbe innescare elezioni parlamentari anticipate, Drake ha affermato che la sua amministrazione di 10 mesi ha gettato le basi per compiti chiave, inclusa l’implementazione di miliardi. Fondo per la ripresa dell’euro UE.

“Chiunque sia presente, abbiamo creato le condizioni affinché il lavoro possa continuare”, ha detto Drake in una tradizionale conferenza stampa di fine anno, chiarendo che i membri del parlamento sono pronti a cambiare ruolo se lo desiderano.

“Il mio destino personale non conta, non ho ambizioni specifiche. Se vuoi, sono un nonno al servizio delle aziende”, ha detto Draghi.

Se cambia lavoro, il governo cadrà automaticamente, ma è importante che l’ampia coalizione rimanga tale fino alla fine della legislatura prevista nel 2023, ha affermato Drake.

“È importante che il legislatore continui a lavorare verso la fine del suo normale corso d’azione, come combattere l’epidemia, stimolare la crescita e attuare i finanziamenti dell’UE”, ha affermato.

Il presidente è diventato una figura sempre più potente in Italia, e ha più volte chiesto la risoluzione degli stalli politici e il superamento delle successive crisi di coalizione dopo le elezioni nazionali.

READ  Mahesh Babu condivide scene "stupide" con i suoi membri della tribù in Italia

Se diventa capo di stato, Draghi può aiutare a guidare il paese dietro le quinte – la persona che promette agli investitori che sono stati a lungo preoccupati per l’enorme montagna di debiti dell’Italia e la cattiva politica instabile.

Sebbene il rispettatissimo Draghi fosse visto come una scelta naturale da molti italiani, molti leader di partito lo esortarono a rimanere il leader della coalizione, avvertendo che sarebbe crollata se avesse lasciato la leadership.

Se diventa presidente, il suo primo compito sarà nominare un nuovo primo ministro e rendere i leader del partito una delle posizioni di governo di destra e di sinistra.

I candidati alla presidenza di solito non si annunciano prima dell’elezione in Parlamento, che si svolge a scrutinio segreto dei legislatori delle camere alte e basse e dei rappresentanti delle 20 regioni d’Italia.

(Relazione aggiuntiva di Gavin Jones e Giuseppe Fonde; di Christian Palmer; montaggio di John Stone Street)