Maggio 19, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’italiana UniCredit dice che sta valutando l’uscita dalla Russia

Una foto del logo UniCredit nel centro di Milano, 18 agosto 2014. REUTERS/Stefano Rilandini

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

MILANO (Reuters) – L’amministratore delegato di UniCredit (CRDI.MI), la seconda banca italiana, ha dichiarato che sta conducendo un’urgente revisione delle proprie attività in Russia e che potrebbe decidere di ritirarsi dal Paese dopo l’invasione dell’Ucraina. Martedì.

Intervenendo alla conferenza sui finanziari europei di Morgan Stanley, Orcel ha aggiunto che la decisione è complicata e potrebbe richiedere del tempo a causa della necessità di supportare anche i dipendenti delle banche locali e le società europee che cercano di lasciare il Paese.

“Stiamo pensando di uscirne, ma ovviamente dobbiamo bilanciare la complessità e le conseguenze di ciò che stiamo facendo lì”, ha detto della conferenza di Londra.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“L’impatto maggiore è sul campo. Sono 4.000 persone e le considero colleghi… e 1.250 aziende europee hanno tenuto quarti nei mercati in cui ci troviamo e si aspettano che li accompagniamo nel disimpegno”.

Orcel ha anche affermato che l’ambiente economico è cambiato a causa della crisi ucraina e che la banca ora presume che ci sarà una stagflazione.

“Saremo scioccati”, ha detto.

Orcel ha affermato di ritenere ancora che la banca possa raggiungere gli obiettivi di distribuzione di contanti fissati a dicembre, ma che dipende dal contesto economico più ampio.

UniCredit ha indicato la scorsa settimana che una svalutazione completa delle sue attività russe, inclusa l’esposizione transfrontaliera, costerebbe circa 7,4 miliardi di euro (8,1 miliardi di dollari).

Ha confermato un dividendo in contanti nello scenario peggiore, ma ha subordinato il riacquisto di azioni proposto al fatto che il capitale sottostante rimanesse superiore al 13%. Per saperne di più

READ  Trent'anni di monitoraggio della Banca nazionale croata

Orcel ha anche avvertito che la crisi ha alzato il livello delle operazioni di fusione e acquisizione poiché UniCredit ora dovrà utilizzare in parte il suo capitale in eccesso per attutire il colpo. Per saperne di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Copertina di Valentina Za, sceneggiatura di Keith Weir; A cura di Agnieszka Flak

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.