Dicembre 8, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’italiana Nexi punta a generare 2,8 miliardi di euro da fusioni, acquisizioni e riacquisti nel 2023-25

Una foto del logo del gruppo di pagamenti italiano Nexi all’interno della sua sede a Milano, 28 marzo 2019. REUTERS/Alessandro Garofalo/

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

MILANO (Reuters) – La più grande società di pagamenti europea per volume, NEXII.MI, ha dichiarato martedì che aumenterà i suoi profitti più di quanto i mercati si aspettassero nei prossimi tre anni e genererebbe un aumento di circa 2,8 miliardi di euro (2,7 miliardi di dollari). Contanti.

La società italiana ha presentato un piano strategico che ha portato a un forte aumento delle sue azioni e ha affermato che può utilizzare la liquidità in fusioni e acquisizioni se si presentano opportunità, o restituirla agli azionisti tramite dividendi e riacquisti o utilizzarla per ridurre il debito.

Nexi, con sede a Milano, ha previsto una crescita media annua dei ricavi del 9% tra il 2021 e il 2025, a circa 4,2 miliardi di euro, con un aumento annuo del 14% degli utili core nello stesso periodo.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“Gli obiettivi sono al di sopra del consenso e indicano una forte crescita sia per l’utile netto che per gli utili, combinata con un forte deleveraging”, ha affermato l’analista di Equita Gianmarco Bonacina.

Ha aggiunto che l’obiettivo di Nexi è aumentare l’utile per azione regolare del 20% annuo fino al 2025, rispetto alle aspettative del mercato del 14%.

Entrando nella lista pubblica del 2019 dai detentori di private equity, Nexi è diventata un importante conglomerato di pagamenti europeo per rivaleggiare con la francese Worldline (WLN.PA) acquisendo il suo peer locale SIA e il danese Nets Group.

READ  XVIVO stipula un accordo

“Il mercato dei pagamenti europeo è complesso e frammentato e lo adoriamo”, ha affermato l’amministratore delegato Paolo Bertolozzo.

Nexi genera il 55% del proprio business in Italia mentre i paesi nordici rappresentano il 22%.

Più della metà della sua attività deriva dalla gestione dei pagamenti per i rivenditori, un’attività nota come acquisizione di commercianti che le banche utilizzano sempre più a fronte dei crescenti investimenti tecnologici.

Fonti hanno detto a Reuters che Nixi è tra gli offerenti per acquistare l’attività della spagnola Sabadell Bank. Leggi di più

Le azioni di Nexi, che sono scese al di sotto del prezzo di offerta pubblica iniziale di 9 € mentre il settore è alle prese con la recessione e i timori di un’elevata inflazione, sono aumentate fino all’8%, superando l’indice Stoxx 600 europeo (.STOXX).

Sono aumentati del 4 percento a 8,76 euro alle 10:30 GMT.

Bonacina ha detto che gli obiettivi di Nexi erano simili a quelli fissati da Worldline l’anno scorso, aggiungendo che lo sconto del 20% che le azioni Nexi hanno scambiato contro Worldline era ingiustificato.

Nexi viene scambiato a 14 volte i suoi guadagni del 2023 mentre Worldline viene scambiato a 17 volte.

(1 dollaro = 1,0378 euro)

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Segnalazione aggiuntiva di Andrea Mandala. Montaggio di Kirsten Donovan e Jason Neely

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.