Maggio 20, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’Italia trasforma un carcere distante in un polo culturale – ARTnews.com

Il governo italiano sta ristrutturando una prigione inutilizzata del 18° secolo sulla remota isola di Santo Stefano come parte di un più ampio sforzo per creare un nuovo museo. L’iniziativa è intitolata a David Sassoli del Partito Democratico Italiano, già Presidente del Parlamento Europeo. Sasoli è morto all’inizio di questo mese all’età di 65 anni per complicazioni dovute alla polmonite.

Il governo italiano sta spendendo 70 milioni di euro (86 milioni di dollari) per riabilitare i detriti strutturali a Santo Stefano e nelle zone costiere limitrofe. Nella prima, il governo sta creando un museo a cielo aperto che sarà utilizzato per seminari ed eventi incentrati su temi culturali e politici, con giardini e sale conferenze che illustrano l’oscuro passato del sito.

articoli Correlati

Sylvia Costa e il commissario italiano e ministro della Cultura Tario Francisini stanno supervisionando il progetto. In un comunicato, Costa ha affermato nell’ambito del progetto Ventodine-Santo Stefano: “Accoglie tutte le migliori esperienze formative della Scuola di Pensiero Superiore, Diritti Umani e Dignità della Persona”. [and] Giustizia” sarà stabilita. Inoltre, il sito remoto fornirà un numero limitato di residenze d’artista dove i creatori possono attingere come “fonte di ispirazione”, ha affermato Costa in una nota. Il Giornale d’arte.

Voluto dal re Ferdinando IV di Napoli e costruito nel 1789, il carcere è una fenice, con una struttura simile a un colosseo che permette di monitorare costantemente i detenuti all’interno delle mura interne dell’edificio. Durante la seconda guerra mondiale, il governo italiano deportò i manifestanti antifascisti a Santo Stefano e nella vicina isola di Ventodine, dove Aldero Spinelli ed Ernesto Rossi scrissero una dichiarazione invitando la Federazione Socialista d’Europa a diventare la letteratura fondatrice dell’Unione Europea. Il carcere di Santo Stefano rimase aperto fino al 1965.

READ  Per la prima volta nel G20 l'Italia è apertamente preoccupata per lo Stretto di Taiwan per la Cina Taiwan Notizie

Franchisini ha affermato che il programma di riabilitazione è urgente poiché il Paese e i suoi vicini europei sono usciti dalla crisi epidemica. “C’è una nuova Europa, ecco il futuro dell’Europa”, ha affermato il ministro della Cultura in una dichiarazione a dicembre 2020, aggiungendo che il governo mira a rendere il nuovo sito “un fulcro di idee e attrazioni culturali”.

A maggio, il ministero ha annunciato l’intenzione di restaurare l’archivio di Santo Stefano, una raccolta di corrispondenza e fascicoli amministrativi tra detenuti dal 1860 al 1965. E alla fine è stato effettuato l’accesso pubblico. “Questi sono documenti molto importanti, la sicurezza e l’uso futuro degli studiosi e del pubblico. Rapporto.