Maggio 21, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’Italia spera di rafforzare i legami energetici con il Qatar dopo la crisi ucraina

Il Ministro degli Esteri italiano Luigi de Mayo tiene una conferenza stampa congiunta dopo un incontro a Villa Madame, Roma, 10 gennaio 2022. REUTERS / Yara Nardi / File foto

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

ROMA, 5 marzo (Reuters) – Il ministro degli Esteri italiano Luigi de Mayo si è recato sabato in Qatar per discutere della cooperazione energetica tra i due Paesi mentre l’Italia ha intensificato gli sforzi per garantire un nuovo approvvigionamento di gas sulla scia della crisi ucraina.

Sottolineando l’impulso improvviso di rafforzare i legami con lo Stato del Golfo, ricco di gas, il primo ministro Mario Draghi ha parlato con l’emiro del Qatar, lo sceicco Tamim bin Hamad Al-Thani, all’ordine del giorno, secondo una dichiarazione dell’ufficio di Tracy.

L’invasione russa dell’Ucraina ha provocato sanzioni occidentali che minacciano di interrompere il flusso di merci, esacerbando la minaccia di penuria di gas, sanzioni e ulteriori aumenti dei prezzi.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

L’Italia è particolarmente esposta. Usa il gas per generare il 40% della sua elettricità e importa oltre il 90% del suo fabbisogno di gas. L’anno scorso il 40% di queste importazioni proveniva dalla Russia e il governo ha affermato di voler ridurre la propria credibilità. Per saperne di più

De Mayo e Claudio Descalci, presidente del gruppo energetico italiano Eni, terranno colloqui ad alto livello in Qatar nel fine settimana, ha affermato il ministero degli Esteri in una nota.

Il viaggio precedentemente non annunciato segue la visita dei due uomini in Algeria lunedì, dove hanno chiesto un aumento delle forniture di gas dal Paese nordafricano. Per saperne di più

READ  Bob Sondrio d'Italia per esplorare tutte le opzioni dopo aver perso lo status reciproco

Sabato il ministro per il cambiamento energetico Roberto Cingolani ha affermato che l’Italia mira a tagliare rapidamente più della metà delle sue importazioni di gas russe ed essere indipendente dalle forniture russe entro due o tre anni.

In un’intervista al Corriere della Sera, Cingolani e Draghi hanno dichiarato che lunedì incontreranno la presidente della Commissione europea Ursula von der Lein a Bruxelles per discutere la fissazione di un tetto massimo per l’approvvigionamento di gas russo.

“In caso di emergenza, si può fissare un prezzo massimo… Gli operatori europei non possono acquistare di più”, ha affermato, aggiungendo che la mossa era necessaria per evitare che i prezzi dell’energia della Gazprom in Russia aumentino.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Relazione di Christian Palmer; Montaggio di Louise Heavens e David Holmes

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.