Maggio 19, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’Italia inasprisce le regole del Covit Green Pass il 20 gennaio

Le regole del Green Pass in Italia sono state nuovamente prorogate dal 20 gennaio.

Il governo italiano ha ulteriormente inasprito le regole che circondano il suo Green Pass, un certificato digitale che attesta che il titolare è stato vaccinato, risultato negativo o guarito dal Covit-19.

Da giovedì 20 gennaio è obbligatorio il Green Pass per accedere a parrucchieri, barbieri ed estetiste e la misura resterà in vigore fino al 31 marzo, quando terminerà lo ‘stato di emergenza’ in Italia.

I clienti che violano le nuove regole saranno multati da 400 a 1.000, mentre i dipendenti che entrano nel loro salone senza pass verde saranno multati fino a 1.500.

La mossa è l’ultima estensione dei controlli del Green Pass in Italia, progettati per ridurre il numero crescente di nuove infezioni da Kovit-19 e aumentare la spinta vaccinale del Paese.

L’Italia attualmente gestisce un sistema di spigola verde a due livelli, con una versione “base” del basso ottenibile risultando negativo al gozzo, solo coloro che sono stati vaccinati o vaccinati con la versione “rinforzata” o “super”. Recuperato da Govt-19.

Super Green Pass esclude dalle attività quotidiane coloro che non sono stati vaccinati.

Dal 10 gennaio sarà richiesto il Super Green Pass su tutti i tipi di trasporto pubblico per bar, ristoranti (al chiuso e all’aperto), palestre e hotel, ad eccezione di teatri, teatri e stadi.

Dal 1° febbraio sarà richiesto il Basic Green Pass per accedere agli uffici pubblici, alle banche e agli uffici postali.

Il governo sta attualmente finalizzando un elenco di negozi “non essenziali” dove dovrebbe esserci un Green Pass dal 1 febbraio (Aggiorneremo questo articolo di conseguenza)

Chi non è stato vaccinato può comunque accedere a negozi di alimentari, supermercati, farmacie e distributori di benzina in alcuni servizi.

READ  Dall'Italia: Cristiano Ronaldo emerge come obiettivo per il Manchester City questa estate

In base al controverso ordine di vaccinazione italiano per le persone sopra i 50 anni, il governo imporrà una multa una tantum di 100 euro il 1° febbraio per tutti gli italiani e gli stranieri di età superiore ai 50 anni che vivono in Italia che non sono stati vaccinati contro il Covit-19.

Dal 15 febbraio, tutti i dipendenti pubblici e privati ​​di età superiore ai 50 anni avranno accesso al proprio posto di lavoro solo attraverso il Super Green Pass, mentre l’attuale Ordinanza Basic Green Pass si applicherà ai lavoratori di età inferiore ai 50 anni.

Nel frattempo, l’obbligo a livello nazionale di indossare le mascherine all’esterno rimarrà in vigore fino al 31 gennaio e le discoteche in Italia rimarranno chiuse fino a tale data.


Per informazioni ufficiali sulla situazione Covid-19 in Italia (vedi inglese) Sito del Ministero della Salute. Se necessario, aggiorneremo questo articolo in qualsiasi momento. Credito fotografico: MikeDotta/Shutterstock.com.