Gennaio 23, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’Italia fa appello al veto sull’accordo del produttore di semi Syngenta di proprietà della Cina – fonti

Il logo del produttore agrochimico Syngenta è stato presentato il 6 febbraio 2013 davanti alla sede dell’azienda a Basilea. REUTERS / Arnd Wiegmann

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a Reuters.com

ROMA, 7 gen. (Reuters) – Il produttore italiano di semi di ortaggi Xinjenta ha intentato una causa contro un’azienda cinese a Roma dopo aver bloccato un tentativo di acquisto di vermicelli.

La mossa evidenzia il rischio di conflitti legali derivanti dal tentativo del primo ministro Mario Draghi di controllare le aste aziendali cinesi nel Paese, utilizzando la legge “Golden Power” di Roma progettata per proteggere gli asset strategici.

Il governo sta valutando di assegnare multe alle società che sono state multate per aver utilizzato regole anti-acquisizione per ridurre i rischi nel caso, ha riferito Reuters il mese scorso. Per saperne di più

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Drake ha bloccato l’acquisizione di Verizon in ottobre. Questa è la seconda volta durante il suo mandato di 11 mesi che ha usato il potere dell’oro per contrastare aste indesiderabili in settori come le telecomunicazioni, l’energia e l’agroalimentare.

La lobby agraria italiana Goldretti ha affermato che la mossa di Siganda sposterebbe l’equilibrio strategico mondiale del controllo sui semi per la produzione di ortaggi ed erbe in Asia.

Verizem ha partecipato come co-querelante all’appello, hanno detto le fonti, non rilasciando il nome. Verizem non era immediatamente disponibile per un commento.

Uno di loro ha affermato che le due società stavano accusando il governo di “rifiutare ingiustificatamente” le misure adottate per garantire che i termini dell’acquisizione proteggessero gli interessi strategici italiani.

READ  "Billy Jean King's Cup" - dove si gioca a tennis in Romania contro Italia

In un altro caso lo scorso anno, LPE, un produttore di apparecchiature per semiconduttori con sede a Milano, ha presentato ricorso contro il blocco di Roma della sua acquisizione da parte della società cinese Shenzhen Invenland Holdings Co Ltd.

Syngenta, con sede in Svizzera, è stata acquistata da ChemChina nel 2017 per 43 miliardi di dollari, che è stata incorporata in Sinochem Holdings Corp all’inizio di quest’anno. Fonti hanno riferito a Reuters che il gruppo ha pagato circa 200 milioni di euro (226,1 milioni di dollari) per acquistare Verizem.

Verizon, che è commercializzato dal fondo statunitense Payne Swartz & Partners, si descrive sul suo sito web come un produttore globale di sementi con impianti di lavorazione in Italia, Francia e Nord America.

Golden Power si applica agli sforzi dei gruppi extra-UE e – in un quadro temporaneo che Roma ha prorogato fino alla fine di quest’anno il mese scorso – degli avvocati dell’UE per acquistare aziende strategiche, comprese banche e assicurazioni.

(1$ = 0,8846 euro)

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Montaggio di Gavin Jones e John Harvey

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.