Maggio 18, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’Italia cancella i test del governo per i viaggiatori vaccinati nel Regno Unito

È l’ultimo grande paese sciistico europeo per i visitatori del Regno Unito a sottoporsi ai test Covit-19 pre-volo. Questo requisito entrerà in vigore il 1 marzo quando il paese sarà soggetto a una nuova raccomandazione a tutti i paesi dell’UE. Nuovo

L’Italia attualmente insiste sul fatto che ci siano prove di un test negativo per l’ingresso di visitatori completamente vaccinati.

Le regole attuali includono il test PCR entro 48 ore dal viaggio o il test dell’antigene entro 24 ore.

I visitatori devono anche compilare il modulo EU Locator.

L’obbligo di un test sarà ritirato da martedì prossimo, 1 marzo, l’Italia ha recentemente annullato i test pre-arrivo con altre nazioni di sci come Francia e Austria.

Da martedì, funzionari italiani affermano che i visitatori dovranno entrare nel Paese con un certificato di vaccinazione, certificato di guarigione o risultato negativo del test.

La mossa segue un nuovo protocollo adottato dal Consiglio europeo il 22 febbraio volto ad armonizzare le regole in tutta l’Unione europea.

Sebbene questa sia una raccomandazione piuttosto che soggetta ai singoli stati, si presume che tutti i paesi dell’UE seguiranno regole simili.

Altre modifiche al nuovo protocollo dell’UE faciliteranno gli spostamenti delle famiglie: buone notizie per le vacanze di Pasqua in arrivo ad aprile.

I bambini che non sono stati vaccinati di età compresa tra 6 e 17 anni possono entrare nell’UE con evidenza di un testo PCR negativo.

Potranno entrare anche gli adulti che non sono stati vaccinati con evidenza di infezione recente negli ultimi 180 giorni, anche se potrebbe essere necessario sottoporsi a test prima del loro arrivo.

Courmayeur, Italia – Foto © PlanetSKI

La notizia è stata accolta favorevolmente dall’agenzia di viaggi britannica ABTA.

READ  Il personale universitario in Italia `` può avere contratti sicuri ''

“Paesi come Regno Unito, Spagna, Francia, Grecia e Portogallo non devono più sottoporsi a test vaccinali prima della partenza. Siamo lieti di vedere che questa diventi una raccomandazione ufficiale dell’UE”, ha affermato Mark Dancer, CEO di ABTA. Lo ha detto in una dichiarazione rilasciata giovedì.

“È importante ricordare che i singoli Stati membri possono continuare a far rispettare le proprie regole, ma queste recenti mosse dimostrano un atteggiamento molto positivo da parte dei responsabili politici nei confronti dei viaggi in questo momento”.

Il signor Dancer ha affermato che i governi stanno comprendendo sempre più le sfide che l’industria dei viaggi deve affrontare.

“Ovviamente, molto resta da fare per affrontare gli ostacoli ai viaggiatori non vaccinati e il ruolo del modulo di localizzazione dei passeggeri.

“Con i cambiamenti ad ampio raggio del governo nelle operazioni del governo, non è più chiaro il motivo per cui la mossa viene mantenuta, incluso garantire che l’obbligo legale di isolare le pedine positive dopo il viaggio sia eliminato in linea con quei cambiamenti interni”.

Da La Tuile a La Rosier.  Immagine © PlanetSKI

Sciare al confine Italia-Francia – Immagine © PlanetSKI

Facciamo tutto il possibile in PlanetSKI per garantire che le informazioni qui fornite siano il più complete e aggiornate possibile. Si prega di notare, tuttavia, che non ci assumiamo alcuna responsabilità in merito. Le informazioni fornite da PlanetSKI devono essere verificate con le informazioni ufficiali fornite dalle autorità. La situazione relativa agli avvisi di viaggio e alle norme locali sta cambiando rapidamente.

Immagine © PlanetSKI