Luglio 23, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’intelligence statunitense “fa arrestare” i droni militari cinesi diretti in Libia; L’Italia sequestra contenitori falsamente etichettati

L’intelligence statunitense “fa arrestare” i droni militari cinesi diretti in Libia;  L’Italia sequestra contenitori falsamente etichettati


Secondo quanto riferito, le autorità italiane hanno intercettato e sequestrato droni militari cinesi nel porto di Gioia Taro, nel sud Italia. Droni diretti in Libia.

Il JF-17 del Pakistan sarà dotato di capacità nucleare? Un rapporto statunitense afferma che le armi della PAF “tuonano” con il missile nucleare RAAD

Il sequestro è avvenuto il 18 giugno, quando le autorità hanno sequestrato tre container pieni di sistemi di droni Wing Loong, secondo il Times. I container sono stati scaricati dalla nave mercantile MSC Arina che ha lasciato la Cina.

La nave aveva anche due stazioni di controllo con droni, etichettati erroneamente come parti di turbine eoliche. Si dice che gli UAV siano consegnati a Bengasi, in Libia, al generale Khalifa Haftar, che controlla la parte orientale del paese.

È stato riferito che questa operazione è stata avviata dopo le informazioni segrete degli Stati Uniti. L’intercettazione dei droni costituisce una violazione dell’embargo delle Nazioni Unite sulle spedizioni di armi in Libia.

L’embargo, insieme alle sanzioni che vietano l’acquisto di petrolio libico, mira a prevenire un’ulteriore destabilizzazione del già fragile panorama politico libico.

Wing-loong
Foto di Wing Loong 1E: per gentile concessione di AVIC

Dalla caduta del dittatore di lunga data Muammar Gheddafi nel 2011, la Libia è stata impantanata in un conflitto, con il paese effettivamente diviso nelle fazioni orientale e occidentale. Ciascuna fazione ha la propria amministrazione e le proprie forze armate, ed entrambe le parti hanno sempre più incorporato i droni nelle loro operazioni militari.

I container sequestrati saranno ora soggetti a ulteriori controlli mentre gli investigatori determineranno l’intera rete responsabile di questa spedizione di armi.

READ  Misurazione del ritiro del ghiacciaio più grande d'Italia

La mossa arriva due mesi dopo che due ex membri dello staff delle Nazioni Unite erano in Canada verrà imposto Coinvolto in un complotto per vendere droni di fabbricazione cinese e altro equipaggiamento militare alla Libia.

Fathi Ben Ahmed Mhaouek, 61 anni, e Mahmud Mohamed Elsuwaye Sayeh, 37 anni, sono accusati di aver cospirato per acquistare droni cinesi per Haftar in cambio delle esportazioni di petrolio libico.

La polizia canadese ha rivelato che parte del complotto ha avuto luogo durante la loro permanenza alle Nazioni Unite, durante la quale il loro lavoro ha garantito loro l’immunità diplomatica operativa.

Acquistati dalla NASA, i veicoli blindati canadesi Rochelle Senator per “mordere la polvere” nella guerra Russia-Ucraina: media

Coinvolgimento di droni cinesi e turchi in Libia

La potenza aerea è cruciale nel conflitto libico, che coinvolge le forze guidate dal Governo di accordo nazionale (GNA) riconosciuto dalle Nazioni Unite e dall’Esercito nazionale libico (LNA) di Khalifa Haftar. Entrambe le fazioni utilizzano aerei da combattimento francesi e sovietici antiquati, spesso fatiscenti e mal mantenuti.

Sebbene gli aerei da combattimento senza pilota siano operativi, un ruolo importante nella guerra aerea è svolto dai veicoli aerei senza pilota (UAV) o dai droni.

Solo nel 2020, sono stati effettuati 1.000 attacchi aerei utilizzando UAV, guidati dal rappresentante speciale delle Nazioni Unite per la Libia, Ghazan Salameh. Etichettalo “La più grande guerra di droni del mondo.”

Gli UAV offrono diversi vantaggi strategici. Raccolgono informazioni critiche da lunghe distanze e conducono attacchi con percentuali di successo più elevate rispetto ai droni. Se un drone viene perso in battaglia, il suo pilota è al sicuro e può iniziare rapidamente un’altra missione.

READ  Martedì in Italia sono stati segnalati 60.191 casi di corona virus, con 184 decessi

I droni di fabbricazione cinese sono stati introdotti nel 2016, segnando un significativo miglioramento delle capacità militari dell’Esercito nazionale libico (LNA) di Khalifa Haftar.

File:PAF Bayraktar TB2.jpg - Wikimedia Commons
Bayraktar TB2 – Wikimedia Commons

I droni, forniti dagli Emirati Arabi Uniti, hanno una portata di combattimento fino a 1.500 km (932 miglia) per effettuare attacchi di precisione in tutta la Libia. La loro posizione si rivelò decisiva durante la battaglia per Derna, ribaltando la situazione contro il Consiglio dei Mujahideen Shura.

Durante l’assalto a Tripoli del 2019 da parte delle forze del generale Haftar, i droni Wing Loong sono stati determinanti nello spingere le truppe del GNA in un perimetro difensivo attorno alla capitale.

L’escalation ha spinto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ad aumentare il sostegno militare al GNA, introducendo i droni Bayraktar TB2 di fabbricazione turca.

Sebbene più piccolo del Wing Loon e con una portata più breve, il Bayraktar TB2 LNA prese di mira efficacemente le forze di terra, interruppe le rotte di rifornimento e attaccò basi aeree precedentemente sicure.

Amico dei jet F-35, F-22 e NGAD di sesta generazione, GA-ASI inizia a sviluppare droni per il programma CCA dell’aeronautica americana

Le diverse capacità di questi UAV sottolineano il loro ruolo strategico. Il Wing Loong II, con la sua altitudine di crociera superiore, autonomia estesa, carico utile maggiore e velocità più elevata, fornisce LNA con ampia flessibilità di missione, inclusi attacchi a lungo raggio e ricognizione.

Al contrario, il Bayraktar TB2, nonostante i suoi limiti di portata e carico utile, soddisfa le esigenze del GNA interrompendo la logistica nemica e conducendo attacchi locali.

L’uso degli UAV non solo ha rimodellato le dinamiche del conflitto libico, ma ha anche evidenziato la natura in evoluzione della guerra moderna. La loro precisione, flessibilità operativa ed efficienza in termini di costi li hanno resi risorse indispensabili nelle operazioni strategiche che incidono sui risultati tattici sul campo.

READ  Crawford si affida al potere di riserva per dare una spinta all'Italia, 20-13 | Scuola superiore