Febbraio 27, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L'impatto di un asteroide vicino a Berlino rivela rari tesori Obright

L'impatto di un asteroide vicino a Berlino rivela rari tesori Obright

Meteorite brillante dell'asteroide 2024 BX1, fotografato al Museo della Natura di Berlino da Laura Kranich, studentessa di master presso la Freie Universität e membro dell'Arbeitskreis Meteore, che ha partecipato alla ricerca e ha trovato questo meteorite vicino al villaggio di Reebeck, in Germania. Fonte immagine: Museum für Naturkunde Berlin di Laura Kranik

I collaboratori di Jenniskens al Museo Naturale hanno annunciato ufficialmente che i primi esami di uno di questi oggetti utilizzando una microsonda elettronica dimostrano la tipica composizione mineralogica e chimica dell'acondrite di tipo operite.

La classificazione ufficiale ora corrisponde a ciò che molti sospettavano solo guardando le foto degli strani meteoriti caduti vicino a Berlino il 21 gennaio 2024. Appartengono a un raro gruppo chiamato “operetta”.

“Erano molto difficili da trovare perché da lontano assomigliano ad altre rocce sulla Terra”, ha detto il dottor Peter Jeniskens, un astronomo di meteoriti del SETI Institute. “Da vicino, non molto.”

Jenniskens ha viaggiato da San Francisco a Berlino per ricercare i campi appena a sud del villaggio di Reebeck con il ricercatore Naturalista del Museo (MfN) Dr. Lutz Hecht, guidando un team di studenti e personale del MfN, della Libera Università di Berlino e del Centro tedesco . für Luft und Raumfahrt e l'Università Tecnica di Berlino nei giorni successivi alla caduta.

Sfida di rilevamento

“Anche con la meravigliosa guida fornita dagli astronomi meteoriti Dr. Pavel Sborny, Jiri Borovicka e LukaS Sherbiny dell'Istituto Astronomico dell'Accademia Ceca delle Scienze, che ha calcolato come i meteoriti venivano sospinti dai forti venti, ha ipotizzato che questi potrebbero essere rari meteoriti ricchi di enstatite in base alla luce emessa dalla palla di fuoco, e il nostro gruppo di ricerca inizialmente non è riuscito a rilevare loro facilmente. “Sono a terra”, ha detto Jeniskens.

READ  Per evitare una reazione allergica, ha trascorso quattro ore a ricevere piccole dosi del vaccino COVID

A differenza di altri meteoriti che hanno una sottile crosta di vetro nero a causa del calore dell'atmosfera, questi meteoriti hanno una crosta di vetro per lo più trasparente.

“Abbiamo scoperto i meteoriti solo dopo che una squadra polacca di cacciatori di meteoriti ha identificato la prima scoperta e ha potuto mostrarci cosa cercare”, ha detto Jeneskens. “Poi, le nostre prime scoperte sono state fatte rapidamente dagli studenti della Freie University Dominique Dieter e Kara Wehe.”

L'importanza degli ammassi di meteoriti

I meteoriti sono frammenti del piccolo asteroide 2024 BX1, che è stato osservato per la prima volta utilizzando un telescopio presso l'Osservatorio Konkoli in Ungheria dall'astronomo Dr. Krysztian Szarnieczky, e il suo impatto sull'atmosfera terrestre è stato poi monitorato e previsto da NASASistemi di valutazione del rischio di impatto per Meerkat Scout e Asteroid Sentinel dell'ESA, con Davide Farnocchia di Laboratorio di propulsione a reazione/Caltech fornisce frequenti aggiornamenti del percorso, facendo finalmente vedere e fotografare la luminosa palla di fuoco. Questa è stata la quarta ondata di recupero di Jeneskens da un impatto di un asteroide così piccolo, dopo un impatto del 2008 in Sudan, un impatto del 2018 in Botswana e un impatto del 2023 in Francia.

Oggi i collaboratori di Jenniskens al Museum Für Naturkunde hanno annunciato ufficialmente che i primi esami di uno di questi oggetti mediante una microsonda elettronica dimostrano la composizione mineralogica e chimica tipica dell'acondrite di tipo operetta. Questo risultato è stato presentato al Comitato internazionale per la nomenclatura della Società meteorologica il 2 febbraio 2024 per esame e conferma.

Il nome del meteorite deriva dal villaggio di Aubris in Francia, dove un meteorite simile cadde il 14 settembre 1836. Il museo ne conserva una parte nella collezione.

READ  Possiamo ancora vedere queste cinque tracce di una specie ancestrale in tutti i corpi umani oggi

“Sulla base di queste prove, siamo stati in grado di fare una classificazione approssimativa in tempi relativamente brevi”, ha affermato il dottor Ansgar Griszak, responsabile scientifico della collezione di meteoriti del museo. “Ciò sottolinea l'enorme importanza delle collezioni per la ricerca. Ad oggi, c'è solo materiale proveniente da altre undici cadute di questo tipo osservate nelle collezioni di meteoriti di tutto il mondo.”

“Le pietre di operite non assomigliano a quello che la gente generalmente immagina che siano i meteoriti. Le pietre di operite assomigliano più al granito grigio e sono composte principalmente da silicati di magnesio enstatite e forsterite”, ha detto Christopher Hamann del Museo della Natura, che ha partecipato alla classificazione iniziale e ha partecipato alla ricerca. Quasi niente ferro e la crosta vetrosa, che di solito è un buon modo per identificare i meteoriti, sembra molto diversa dalla maggior parte degli altri meteoriti. Pertanto, è difficile scoprire operette sul campo.