Maggio 5, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’ex ufficiale di polizia degli Stati Uniti Derek Chauvin è stato condannato per aver ucciso George Floyd in tutti e tre i casi

L’ex ufficiale di polizia di Minneapolis Derek Chauvin è stato condannato per l’omicidio George Floyd.

Chauvin è stato accusato di omicidio di secondo grado, omicidio di terzo grado e omicidio colposo di secondo grado per la morte di George Floyd il 25 maggio 2020, e oggi è condannato per tutti e tre i capi di imputazione.

Chauvin viene bloccato e arrestato dall’ufficio dello sceriffo della contea di Hennepin. (nove)

Il giudice Peter Cahill ha approvato una proposta per revocare la cauzione di Chauvin, ed è stato rimosso dal banco degli imputati dopo che la giuria ha confermato i loro verdetti.

È stato ammanettato e detenuto dall’ufficio dello sceriffo della contea di Hennepin.

Il giudice Cahill ha detto che il verdetto inizierà entro otto settimane.

L'ex agente di polizia Derek Chauvin era sotto processo per accuse di secondo grado, omicidio di primo grado e omicidio di secondo grado per la morte di George Floyd.
La folla ha portato striscioni alla sentenza oggi, celebrata e cantata mentre la giustizia regnava per Floyd. (GT)

Da allora sono scoppiate scene sentimentali negli Stati Uniti, con persone che festeggiano e applaudono mentre regna la giustizia per Floyd.

La folla si è radunata fuori dall’aula del tribunale a Minneapolis e nel luogo in cui Floyd è stato ucciso, cantando “giustizia” e “questioni di vita nera” dopo aver ascoltato il verdetto alle 16:10 ora locale di oggi.

La giornalista americana di 9News Alison Piotrowski, che era fuori dal tribunale, ha detto che la gente aveva invaso le strade di Minneapolis per rallegrare la notizia.

Reazioni incredibili negli Stati Uniti dopo il verdetto di colpevolezza. (nove)
Scene emotive in cui le persone applaudivano e si abbracciavano dopo la notizia del verdetto. (nove)

“Abbiamo persone che si abbracciano qui, scene belle ed emozionanti, persone che festeggiano”, ha detto.

“Questa è giustizia per la famiglia George Floyd e forse anche una svolta storica per un Paese così diviso”.

L’amica di Floyd, Courtney Ross, ha detto ai giornalisti fuori dall’aula che non aveva dubbi che la giustizia sarebbe stata servita.

“Stiamo finalmente iniziando a vedere. Abbiamo vagato con gli occhi chiusi per molto tempo, quindi stanno iniziando ad aprirsi oggi, e questo sarà il primo cambiamento nel futuro”, ha detto.

“Per me, questo significa che i miei amici e le persone che hanno perso anche i propri cari ora hanno la possibilità di riaprire i loro casi”.

Ross ha detto che Floyd ha apportato il cambiamento.

“Ha cambiato il mio mondo. Ha cambiato il mondo. Ha cambiato tutti”.

La morte di George Floyd ha scosso l’America e il mondo. (Fornito)

Una donna fuori dall’aula ha detto a 9News di essere “molto incuriosita” dal verdetto del crimine che ha sconvolto l’America e il mondo.

Ha detto: “Grazie a Dio”.

“Ho pensato fin dall’inizio che avrebbero fatto la cosa giusta. Lo avremmo fatto. Si sarebbe fermato qui. Sono molto orgoglioso”.

La sentenza di condanna significa che Chauven potrebbe rischiare fino a 40 anni di carcere.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha chiamato la famiglia Floyd dopo il verdetto e sembrava essere “estremamente emotivo”.

“Erano ancora, credo, in aula lì, o in aula, naturalmente”, ha detto a Today Amelia Adams, una giornalista di 9News. “Joe Biden era molto emotivo ed era su di giri”.

Ha detto: “Sono molto soddisfatto che alla fine abbiamo giustizia”. Ha anche promesso che questo sarebbe l’inizio di più lavoro: “Non ci fermeremo fino a quando non vedremo un cambiamento. Ci saranno più misure”, ha detto. Quindi questo è il presidente degli Stati Uniti che promette quel giorno.

“È quella linea nella sabbia, se vuoi, quel punto di svolta nel modo in cui sta facendo l’America, il modo in cui il sistema giudiziario americano e il sistema delle forze dell’ordine trattano i neri in questo paese di sicuro.”

Le persone al di fuori del centro governativo della contea di Hennepin hanno reagito dopo aver letto il verdetto nel processo di Derek Chauvin
Le persone al di fuori del centro governativo della contea di Hennepin hanno reagito dopo aver letto il verdetto nel processo di Derek Chauvin (GT)
Reazione a Minneapolis alla sentenza del processo di George Floyd. (GT)
Una donna celebra il verdetto del processo di Derek Chauvin al Black Lives Matter Plaza vicino alla Casa Bianca il 20 aprile 2021 a Washington, DC.
Una donna celebra il verdetto del processo di Derek Chauvin al Black Lives Matter Plaza vicino alla Casa Bianca il 20 aprile 2021 a Washington, DC. (GT)

Adams ha detto che la sentenza è stata una “giornata storica” ​​per l’America e il movimento Black Lives Matter.

“È un momento straordinario, molto storico”, ha detto.

“Questa è davvero una prova del movimento BLM. Sarà visto come un momento della resa dei conti”.

Il fondatore di Black Lives Matter Global Network (BLMGNF) ha dichiarato in una dichiarazione che il verdetto di condanna mostrato dalla supremazia bianca globale non “vincerà”, ma il verdetto non restituirà Floyd.

“Speriamo che questa convinzione inizi a dimostrare che la supremazia bianca non vincerà. Non c’è posto per la supremazia bianca nella democrazia, specialmente quella che dovrebbe garantirci la nostra libertà di vivere”, afferma il comunicato.

“Ma chiariamo anche che questo ancora non riporta i nostri cari. Non stiamo riportando indietro George Floyd. Sua figlia e la sua famiglia dovrebbero crescere senza di lui. La sua famiglia continua la sua eredità attraverso la George Floyd Memorial Foundation”.

Il reverendo Al Sharpton, un attivista per i diritti civili, ha detto ai giornalisti che la lotta per la giustizia per Floyd potrebbe essere stata vittoriosa, ma la battaglia e la guerra per l’uguaglianza sono continuate.

Derek Chauvin viene ritenuto colpevole della morte di George Floyd

“Questa è la prima volta nella storia di questo paese che un ufficiale di polizia bianco è stato condannato per omicidio”, ha detto.

“Ma la guerra e gli scontri non sono finiti. Tra soli due giorni andremo a Donut Wright nella stessa contea.”

L’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha dichiarato oggi in una dichiarazione che la giuria “ha fatto la cosa giusta”, ma ha fatto eco al sentimento che l’America aveva una lunga strada da percorrere per ottenere giustizia per i neri americani.

“Sappiamo che la vera giustizia è molto più di una sola condanna in un processo”, ha detto.

“Anche se la sentenza odierna può essere un passo necessario sulla strada per il progresso, non è stato sufficiente. Non possiamo riposare”.

Chauvin è stato filmato inginocchiato sul collo di Floyd per più di nove minuti mentre altri due ufficiali erano in piedi accanto a lui.

La sua morte ha scatenato mesi di proteste negli Stati Uniti e in tutto il mondo.

Il procuratore dello stato del Minnesota Keith Ellison ha elogiato i membri della comunità per aver registrato il video.

“Si sono fermati e hanno alzato la voce perché sapevano che quello che vedevano era sbagliato”, ha detto.

“Non avevano bisogno di essere la professione medica o esperti nell’uso della forza. Sapevano che era sbagliato, e avevano ragione. Questi membri della comunità, questo gruppo di umanità, lo hanno fatto di nuovo in questo esperimento. Si sono esibiti in un atti di coraggio in modo semplice ma profondo: hanno detto la verità e raccontano al mondo intero la verità di ciò che hanno visto.

“Quello che è successo in quella strada è stato un errore. Dobbiamo loro un debito di gratitudine per il loro dovere civico e per il loro coraggio di dire la verità”.

READ  Il russo Alexei Navalny deve affrontare il tribunale dopo uno sciopero della fame e la fustigazione del presidente Vladimir Putin