Giugno 15, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’ex capo di PlayStation afferma di aver “cancellato molti giochi”

L’ex capo di PlayStation afferma di aver “cancellato molti giochi”

Zack Zwezen

Pubblicato 37 minuti fa: 26 aprile 2023 alle 5:20

In una nuova intervista pubblicata lunedì, Shuhei Yoshida di PlayStation parla di quanto sia difficile e costoso realizzare videogiochi, spiegando che l’azienda è dietro successi come Dio della guerra E L’ultimo di noi Elimina “troppi giochi” per “salvare” gli sviluppatori dal rimanere bloccati su qualcosa.

Dal 2008 al 2019, Yoshida è stato presidente di Sony Interactive Entertainment. Si è dimesso da questo ruolo nel 2019 Nel mezzo di un rimpasto della società L’ex presidente di Guerrilla Games Hermann Holst ha assunto la carica di presidente mentre Yoshida si è concentrato sull’aiutare gli sviluppatori esterni con nuovi progetti come capo della SIE Independent Developer Initiative. Anche se potrebbe non essere più alla guida della nave, è ancora coinvolto nello sviluppo di videogiochi per Sony e i suoi studi. Come parte del processo, Yoshida afferma che molti progetti di gioco vengono archiviati prima di vedere la luce del giorno.

Yoshida ha detto di recente Guardiano che mentre la PlayStation “abbraccia nuove idee”, molte falliscono. Questa è solo una parte del lavoro e, per vedere cosa funziona e cosa no, chiarisci che l’azienda esegue molti test e prototipi.

“Prototipiamo, valutiamo e decidiamo se dedicare più tempo e risorse o semplicemente fermarci”, ha affermato Yoshida. “Cancelliamo molti giochi”.

Anche se questo può sembrare duro o insensibile, Yoshida dice che deve “convincere” studi e sviluppatori ad andare avanti o fermarsi per “salvare” quegli sviluppatori dal “rimanere bloccato” su progetti o giochi che non funzionano,

“Tendiamo a lavorare con persone che hanno idee molto forti”, ha detto Yoshida, “ci piacciono quelle persone, quindi cercare di cambiare o interrompere il loro progetto è molto difficile”. “Riguarda il talento in questo settore. Ho cercato di aiutarli il più possibile”.

READ  Qualcuno ha un Tomb Raider classico per PS1 che funziona su Game Boy Advance

Fare giochi è più costoso e più rischioso che mai

come sottolineato GuardianoRealizzare videogiochi nel 2023 è molto più difficile e più costoso di quanto non fosse negli anni ’90 o nei primi anni 2000. nel 2010 Dio della guerra III, un gioco “AAA” di Sony, la cui creazione è costata circa 44 milioni di dollari (61 dollari). Nel 2022, l’ultimo dio waingresso r, Ragnarok, al costo di circa 200 USD (278 USD). Pertanto, correre dei rischi e cancellare i progetti, sebbene doloroso per le persone coinvolte, è più pericoloso che mai, spesso risparmiando agli studi e agli editori un sacco di soldi e dolore in futuro.

Tuttavia, Yoshida voleva ancora che Sony e altri sviluppatori si assumessero questi rischi creativi piuttosto che avere l’industria dominata da giochi con servizi live come Fortnite.

“L’industria continua a crescere e crescere e spero che continui a supportare e inseguire idee creative e persone che cercano di lavorare su cose nuove”, ha affermato Yoshida. “Non vuoi vedere i primi 10 giochi di ogni anno più o meno allo stesso modo, tutti i giochi diventano giochi di servizio… Sarebbe un po’ noioso, per me.”

Immagino che nessuno alla Sony abbia detto a Yoshida cosa Sony ha pianificato di farlo Destino 2 Sviluppatore Bungie.

Altro da Kotaku Australia