Ottobre 6, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’estrema destra in Italia volge a proprio vantaggio la crisi dei profughi di Lampedusa | Italia

Pochi giorni dopo la caduta del governo italiano, Matteo Salvini, leader della Lega di estrema destra, ha iniziato a preparare la sua campagna per le prossime elezioni nazionali nell’unico modo che conosceva: prendendo di mira i rifugiati.

Inizialmente ha iniziato una serie di Messaggi su Twitter Ha presentato denunce di crimini e stupri presumibilmente attribuiti a quelli che ha descritto come “falsi rifugiati”. Poi, la scorsa settimana, Salvini, l’ex ministro dell’Interno che ha compiuto notevoli passi per impedire ai richiedenti asilo di raggiungere i porti italiani, Arrivato a Lampedusa.

Questa piccola isola al centro del Mediterraneo ha recentemente ricevuto un’ondata di sbarchi di profughi che hanno esaurito la capacità del suo centro di accoglienza. “L’Italia non è un campo profughi in Europa”, ha detto durante la sua visita. “Questo è un peccato. Ma gli italiani voteranno presto e potranno voltare pagina”.

Con lo scoppio delle manifestazioni politiche, il messaggio è diventato chiarissimo: la crisi dei profughi è tornata e anche l’estrema destra, desiderosa di approfittarne.

Gli arrivi di richiedenti asilo dall’Africa giocheranno un ruolo decisivo alle elezioni italiane del 25 settembre. Si prevede che vinca un’alleanza guidata dai Fratelli d’Italia, un rampollo del movimento sociale neofascista italiano, la Lega Salvini di estrema destra, e Forza Italia guidata da Silvio Berlusconi. Il candidato della coalizione alla carica di primo ministro sono i Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, che potrebbero diventare il primo leader di estrema destra del Paese dopo Mussolini, che una volta detto Gli italiani dovevano “riportare i migranti nei loro paesi e poi affondare le barche che li hanno salvati”.

Sorprendentemente, a Lampedusa, un tempo famosa per l’accoglienza degli immigrati, la mossa di estrema destra sembra aver funzionato. La Lega ha vinto le elezioni europee del 2019 Quasi il 46% dei voti. Lo scorso giugno i residenti, che hanno accusato le autorità italiane di averli abbandonati, hanno eletto vicesindaco della Lega.

READ  Dov'è James Newman del Regno Unito nella classifica attuale?

Per avere un’idea di come l’isola, candidata al Premio Nobel per la Pace 2016 per la sua solidarietà con i richiedenti asilo, sia diventata un bastione delle politiche anti-immigrazione, basta visitare il locale centro di accoglienza.

Nella calura di agosto, centinaia di richiedenti asilo provenienti dall’Africa subsahariana e nordafricana giacciono su un materasso all’ombra di un pino perché all’interno non c’è posto. Mentre migliaia di turisti si godono le spiagge dell’isola, i bambini nigeriani e senegalesi di appena due anni aspettano da giorni tra i rifiuti del centro di accoglienza di essere trasportati sulla terraferma. La struttura può ospitare 380 persone, ma nelle ultime settimane ha incontrato delle difficoltà.

“Da inizio anno l’isola ha accolto circa 20.000 persone”, racconta Giovanni D’Ambrosio, assistente sociale di Lampedusa per Mediterranean Hope, progetto ideato dalla Federazione delle Chiese evangeliche che fornisce sostegno ai rifugiati. “Il 25 luglio sono arrivate in un giorno 31 barche e il 30 luglio sono arrivate a riva 1.050 persone. Ma non è la prima volta che Lampedusa deve fare i conti con un periodo di arrivi così intenso”.

Sovraffollamento nelle strutture profughi di Lampedusa.
Sovraffollamento nelle strutture profughi di Lampedusa. Fotografia: Roberto Salomone/The Observer

in 2015Al culmine della crisi dei rifugiati, a Lampedusa sono arrivati ​​oltre 21mila richiedenti asilo. L’isola, nota per le sue acque cristalline, era già il principale porto di approdo dei migranti, e tragico scenario di morti in mare.

Due anni fa, il 3 ottobre 2013, a poche miglia da Lampedusa, un peschereccio che trasportava 440 richiedenti asilo provenienti da Eritrea e Somalia si capovolse a seguito di un incendio. Almeno 368 persone sono morte. Le immagini di centinaia di bare allineate negli hangar dell’isola si sono diffuse in tutto il mondo. Fu il naufragio più drammatico fino a quel momento. Sfortunatamente, ne seguiranno altri, con i pescatori locali che si tuffano in acqua per salvare le persone.

Anche Ungheria, Grecia e Croazia hanno adottato misure rigorose per impedire la circolazione di richiedenti asilo, registi, attori, primi ministri e persino il Papa Cominciarono a fare visite regolari a Lampedusa per conoscere il lato europeo della simpatia.

“Lampedusa è diventata un modello globale di accoglienza”, ha affermato Josie Nicolini, sindaco di Lampedusa dal 2012 al 2017. osservatore. Nicolini ha ricevuto un fascicolo Premio UNESCO per la pace Felix Houphouet-Boigny Per la “grande umanità e il continuo impegno” con cui ha gestito la crisi. Gli immigrati erano liberi di percorrere l’isola senza alcun problema. Le operazioni di soccorso sono state guidate da Marie Nostrum, un intervento militare a scopo umanitario lanciato dalle autorità italiane con l’obiettivo di prevenire tragedie. I richiedenti asilo sono stati soccorsi in mare e trasportati sani e salvi in ​​Italia prima di essere portati in destinazioni in tutta Europa. Tutto funziona abbastanza bene”.

non è durato. L’estrema destra ha descritto l’arrivo dei richiedenti asilo come una “invasione”. Alla fine l’operazione Triton ha sostituito Marie Nostrum, che aveva lo scopo più di pattugliare il Mediterraneo che di salvare vite umane. Nel tentativo di arginare il flusso, l’Italia ha stretto un accordo con la guardia costiera libica che le ha permesso di rimpatriare i richiedenti asilo in un Paese dove sarebbero stati sottoposti a tortura e maltrattamenti.

Mappa di Lampedusa

Lampedusa, con una superficie di poco meno di 8 miglia quadrate, manca delle risorse per gestire le migliaia di arrivi a lungo termine. L’isola non ha una struttura per la maternità nel suo ospedale: le donne incinte sono costrette a recarsi in Sicilia un mese prima della data di scadenza. I residenti soffrono anche della mancanza di acqua potabile, di un sistema di gestione dei rifiuti inaffidabile e della mancanza di lavoro.

«Ho sei figli», racconta Domenico Cucina, 75 anni, pescatore di Lampedusa. Tre sono nati qui senza alcuna assistenza sanitaria. Era una scommessa. Ho un problema al cuore. Ci vogliono ore per raggiungere la terraferma in elicottero. Le strade stanno crollando e non abbiamo servizi di base. Lampedusa non è in grado di gestire l’arrivo di queste persone”.

La delusione della popolazione si trasforma in frustrazione, e poi in rabbia, che rafforza il sostegno all’estrema destra.

Lo scorso giugno è stato eletto vicesindaco di Lampedusa Attilio Lucia, giovane attivista e membro dell’associazione noto soprattutto per la sua diretta Facebook dal porto dell’isola contrario al suo arrivo. “Dobbiamo porre fine immediatamente agli arrivi e aiutare queste persone nei loro paesi”, ha detto Lucia. osservatore. “L’Ue dovrebbe pensare al popolo di Lampedusa che da 30 anni tollera questi arrivi. Siamo stanchi”.

Alcuni anni fa i residenti hanno eretto un monumento in piazza Piave per ricordare coloro che sono morti nel naufragio nell’ottobre 2013. Si tratta di uno dei pochi monumenti dedicati ai migranti ancora in piedi. Altri sono stati vandalizzati o distrutti.

Nel 2020, centinaia di barche traballanti abbandonate dai richiedenti asilo nel corso degli anni sono state date alle fiamme in quello che è stato descritto come un attacco di matrice politica. Tre giorni fa i vandali hanno stipato in sacchetti di plastica il monumento a Porta d’Europa, progettato dall’artista Mimmo Paladino nel 2008 come memoriale dei migranti morti nel tentativo di attraversarlo.

Jose Nicolini, ex pioniere di Lampedusa, accanto a un monumento all'artista italiano Mimo Palladino dedicato alla memoria di quei migranti che hanno perso la vita mentre cercavano di raggiungere l'Europa.
Jose Nicolini, ex pioniere di Lampedusa, accanto al monumento all’artista italiano Mimo Palladino dedicato alla memoria di quei migranti che hanno perso la vita cercando di raggiungere l’Europa. Fotografia: Roberto Salomone/The Observer

Nel corso degli anni, la fragile recinzione metallica che circonda il centro di accoglienza è stata rinforzata da un profondo fossato e poi da un alto muro: uno sviluppo più o meno parallelo alle leggi repressive dell’UE che impediscono ai rifugiati di raggiungere i suoi confini. Oggi la struttura per immigrati a Lampedusa assomiglia a Guantanamo Bay, con decine di telecamere di sorveglianza e garitte di sentinella.

“Solo poche di queste persone stanno fuggendo dalla guerra”, ha detto Salvini durante una visita al centro di accoglienza prima di rilassarsi nella villa di lusso di Berlusconi a Lampedusa. “Dobbiamo tornare a proteggere l’Italia. Solo a luglio sono arrivati ​​più immigrati rispetto al 2019. Non possiamo aprire le porte dell’Italia a migliaia di clandestini”.

Quasi 20.000 persone sono morte o scomparse dal 2014 nel Mediterraneo centrale, il passaggio più mortale e pericoloso per l’Europa e uno dei confini più letali al mondo. Centinaia di corpi recuperati in mare non sono stati identificati.

“Non è Salvini che mi dà fastidio”, ha detto Nicolini. “Sono i partiti che avrebbero dovuto resistere a Salvini che mi fanno arrabbiare. La sinistra ha contribuito all’introduzione di politiche repressive sull’immigrazione. E questa è Lampedusa oggi: il fallimento delle misure repressive in Europa che finge di non capire che dopo tutti questi anni nulla impedirà alla gente di venire qui”.