Maggio 18, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Lee Hsien Loong: La fine di un’era quando il Primo Ministro di Singapore cede le redini a Lawrence Wong

Lee Hsien Loong: La fine di un’era quando il Primo Ministro di Singapore cede le redini a Lawrence Wong

Lee è ora pronto a cedere le sue funzioni a Wong, un economista ed ex funzionario pubblico che a un certo punto è stato il suo principale segretario privato.

Si tratta di acque inesplorate non solo per Wong, ma anche per Singapore, dove Lee è stato leader per 45 dei suoi 59 anni. “È il primo Primo Ministro senza Lee ad aspettare dietro le quinte, e questo permette a Singapore di essere una democrazia più normale”, ha detto Low.

“La famiglia Lee ha sempre avuto un enorme impatto su Singapore, e il fatto che abbiamo voltato l’angolo è positivo per la nostra più ampia transizione sociale e politica”, ha aggiunto Vadakith.

Per il Partito d’Azione Popolare, la scelta di Wong come successore è stata annunciata due anni fa, quando è stato nominato vice primo ministro.

Ma il 51enne non era la scelta più ovvia fin dall’inizio. Più di dieci anni fa, quando il suo gruppo politico – noto come “4G”, o leader PAP di quarta generazione – emerse per la prima volta, era visto come un cavallo oscuro.

Un altro ministro, Heng Swee Keat, avrebbe dovuto subentrare come primo ministro prima di ritirarsi a causa della sua età e salute.

Quando la pandemia colpì Singapore, divenne chiaro che Wong sarebbe stato il leader del gruppo. In qualità di copresidente di una task force governativa, è diventato un volto familiare per i singaporiani, presentandosi alle conferenze stampa settimanali in cui spiega con calma le complesse misure anti-Covid.

La sua squadra e i media locali hanno promosso la sua immagine di uomo comune. Come la maggior parte dei singaporiani, è cresciuto in un complesso residenziale pubblico ed è il primo primo ministro ad aver frequentato scuole locali non d’élite.

READ  Il Partito dei Verdi e la coalizione criticano l'astensione dell'Australia dal voto delle Nazioni Unite sul cessate il fuoco a Gaza

Predicando un messaggio di unità, ha promesso di costruire una Singapore più inclusiva con maggiore sostegno agli anziani e alle popolazioni bisognose, a seguito di un processo di consultazione nazionale da lui avviato. In una recente intervista con The Economist, ha promesso che i cittadini “non” diventeranno mai una minoranza a Singapore e che l’immigrazione rimarrà sotto controllo.

Inoltre, non ha segnalato alcuna deviazione nel suo approccio a una delle maggiori questioni di politica estera di Singapore, le relazioni USA-Cina, insistendo sul fatto che il governo non si schiera con nessuna delle grandi potenze – anzi, nelle sue parole, è “pro- Singapore”. .

Law lo ha descritto come un “conservatore dalla mentalità aperta” che sarebbe disposto ad apportare cambiamenti, ma probabilmente li realizzerebbe “gradualmente, marginalmente, piuttosto che in un ‘big bang'”.

Per questo motivo gli analisti la vedono come una scelta sicura fatta dal PAP con l’obiettivo di sottolineare la continuità, qualità che anche lui tiene a sottolineare.

“La continuità e la stabilità sono considerazioni chiave, soprattutto mentre ci avviciniamo alla fine del mandato di questo governo”, ha detto Wong lunedì quando ha rivelato la formazione del suo governo.

Si riferiva al fatto che il governo deve indire le elezioni entro novembre del prossimo anno. Questa sarà la più grande prova politica per Wong, che si recherà per la prima volta ad una votazione pubblica come Primo Ministro, mentre i singaporiani decideranno il loro futuro nell’era post-Lee.