Agosto 18, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Le squadre di calcio non sono più un affare di famiglia, è solo un’attività rigorosa

Alcuni analisti finanziari del calcio ritengono che i club più importanti della Premier League potrebbero valere più di 10 miliardi di sterline entro un decennio.

Alcuni analisti finanziari del calcio ritengono che i club più importanti della Premier League potrebbero valere più di 10 miliardi di sterline entro un decennio.

C’è stato un tempo in cui le squadre sportive e gli affiliati erano in gran parte aziende familiari, ma ora i fondi di investimento e le federazioni li stanno acquistando nonostante la recessione dell’economia globale.

A maggio, Todd Boyle è diventato l’ultimo miliardario statunitense ad acquistare un club della Premier League quando ha guidato un consorzio per sigillare un buyout di 4,25 miliardi di sterline (5,3 miliardi di dollari) per il Chelsea.

Il gruppo di investimento californiano Clearlake Investment Group sarà l’azionista di maggioranza di Chelsea come parte del consorzio e Bohli diventerà il proprietario di controllo dopo che il russo Roman Abramovich ha messo in vendita il gruppo.

In tal modo, il partner dei Los Angeles Dodgers ha ceduto altri 11 offerenti, dimostrando che il marchio globale della Premier League è un fattore chiave in quanto offre l’opportunità di capitalizzare significativi ricavi di trasmissione e merchandising.

“È un gioco di alta qualità, sono i migliori giocatori. Hai anche un mercato dei media che si sta appena sviluppando”, ha detto Buhli a Bloomberg nel 2019.

Alcuni analisti finanziari del calcio ritengono che i club più importanti della Premier League potrebbero valere più di 10 miliardi di sterline entro un decennio.

Da qui il numero crescente di società finanziarie desiderose di impadronirsi di una parte dell’azione ma non solo della Premier League.

“Vedi più soldi che arrivano nello sport da investitori istituzionali”, ha affermato David Gandler, co-fondatore e direttore generale del servizio di trasmissione statunitense fuboTV.

“Mentre prima di più famiglie o ricchi”.

Ci sono anche altri modi per vivere il sogno sportivo di acquistare un club.

“Ci sono pochissimi casi in cui le persone si sono riunite in un gruppo per acquistare club”, afferma l’imprenditore Pascal Rigaud, recentemente diventato azionista di minoranza del Paris FC.

I vantaggi, aggiunge, sono minori costi pro capite e un aumento del numero potenziale di investitori, “riducendo così il rischio finanziario”.

I prezzi che vengono spinti nella fascia alta del mercato, tuttavia, mostrano pochi segni di calo.

Il consorzio Boehly ha pagato un prezzo record per la palestra, ma non è durato a lungo.

Un altro consorzio statunitense guidato dall’erede del negozio Walmart Rob Walton – inclusi sua figlia e genero – è piombato ad acquistare il franchise della NFL dei Denver Broncos per 4,65 miliardi di dollari.

Perdo il treno

Questi prezzi superano gli altri americani e hanno guardato all’Europa continentale per investire i loro soldi in varie squadre di calcio.

Per il campione italiano AC Milan, un fondo di investimento statunitense RedBird li stava acquistando – per 1,3 miliardi di dollari – dalla rivale Elliott Management all’inizio di giugno.

L’uomo d’affari americano John Textor – già azionista di Crystal Palace – ha acquistato una quota di maggioranza nel Lione, sette volte campione, attraverso la sua società di investimento sportivo Eagle Football Holdings.

La sua spesa di 600 milioni di euro a giugno è stato un investimento record per un club francese.

“Ci sono molti fattori che stanno spingendo tutti nella stessa direzione”, ha affermato Salvatore Galatiotto della società di servizi finanziari Galatito Sports Partners.

“Nessun altro contenuto multimediale è più prezioso dello sport.

“Le scommesse aumenteranno anche i fan.

Di conseguenza, le persone guarderanno più partite e ciò aumenterà il valore del contenuto”.

Ciò si riflette negli importi sbalorditivi pagati per i diritti TV e non solo per il calcio: l’attrazione principale dello sport è il suo contenuto live.

I soldi offerti sono stati aumentati aumentando anche la concorrenza tra le emittenti con servizi di streaming come Amazon che sono diventati un attore importante.

I diritti di trasmissione della NFL di 11 anni negli Stati Uniti sono costati $ 110 miliardi nel marzo 2021, mentre il cricket della Premier League indiana è costato $ 6,2 miliardi – diritti nazionali e digitali collettivamente – per un mandato di cinque anni quando è stato messo in gara a metà giugno.

Anche per gli investitori, possedere un club o una franchigia è più rassicurante perché lo sport ha saputo dimostrare la sua capacità di sfidare la recessione economica.

Rob Telles, dello specialista in banche d’affari Inner Circle Sports, cita un esempio di un calo del valore dei quattro principali sport americani di appena il 2% nel 2008/09, in un momento in cui “è stata una delle peggiori crisi economiche in storia.”

Per Rigo lo sport ha anche questo elemento chiave di attrarre investitori in quanto è considerato una “strega”.

“C’è anche il fenomeno degli investitori che non vogliono perdere il treno”.

READ  Alex de Minaur vs Jannik Sinner orario d'inizio, aggiornamenti live, punteggio, testa a testa, anteprima