Ottobre 6, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Le obbligazioni del Regno Unito si svendono quando l’inflazione aumenta in base alle aspettative di aumento dei tassi della Banca d’Inghilterra

Gli oneri finanziari a breve termine del Regno Unito sono saliti al livello più alto dal 2008 poiché i dati sull’inflazione acuta hanno fatto aumentare le aspettative che la Banca d’Inghilterra dovrà aumentare drasticamente gli oneri finanziari per rallentare la crescita dei prezzi.

I rendimenti dei Treasury a due anni, che sono influenzati dalle aspettative di politica monetaria, mercoledì sono aumentati di 0,3 punti percentuali al 2,45%.

Le obbligazioni a lungo termine hanno subito una pressione di vendita leggermente inferiore, con il rendimento a 10 anni in aumento di 0,19 punti percentuali al 2,32%.

Queste mosse si sono riversate su altri mercati obbligazionari globali, con il debito pubblico tedesco, italiano e statunitense sotto pressione.

La massiccia svendita del debito a breve termine britannico evidenzia il numero di investitori che vedono sempre più la Banca d’Inghilterra in ritardo nei suoi sforzi per combattere l’inflazione, che sta raggiungendo il suo livello più alto da oltre 40 anni. Crescono anche le preoccupazioni sul fatto che questi sforzi spingeranno il paese in una prolungata recessione.

Gli alti rendimenti delle obbligazioni in oro a due anni “ci dicono che il mercato la pensa così [BoE] “Il tasso bancario deve salire”, ha affermato James Athey, chief investment officer di Abrdn.

Athey ha aggiunto che il posizionamento di alcuni investitori, che speravano che l’inflazione si avvicinasse al picco, “ha esacerbato” le mosse di mercoledì perché ora erano costretti a passare a una visione da falco della politica monetaria.

Nelle valute, la sterlina è scesa dello 0,4% rispetto al dollaro a 1,20 dollari e dello 0,4% rispetto all’euro a 1,18 euro.

L’attività di trading nei mercati a reddito fisso e valutario tende a rallentare nel mese di agosto con molti partecipanti al mercato in vacanza, cosa che potrebbe amplificare la gamma di volatilità dei prezzi.

READ  Cartolina da Venezia: Il ritorno della folla e la 59a Biennale d'Arte alla Città dei Canali

Le mosse di mercoledì arrivano dopo che nuovi dati hanno mostrato che il tasso di inflazione annuo del Regno Unito è salito al 10,1% a luglio, superiore al 9,4% a giugno e superiore alle aspettative degli economisti del 9,8%.

L’Office for National Statistics ha osservato che una “ampia gamma di aumenti dei prezzi” ha fatto aumentare l’inflazione a luglio, con il cibo in testa. “Il problema principale è stato l’allargamento degli aumenti di prezzo”, ha affermato Silvia Dal Angelo, capo economista di Federated Hermes.

Gli economisti di Goldman Sachs hanno affermato che si aspettano che i prezzi “rimarranno elevati fino al 2022 e al 2023 a causa delle interruzioni della catena di approvvigionamento, della forte crescita dei salari e dell’aumento dei prezzi dell’energia”.

Le aspettative di tassi di interesse più elevati hanno spinto la Banca d'Inghilterra al rialzo

I dati del Regno Unito sono in contrasto con il rapporto sull’inflazione statunitense all’inizio di questo mese, che mostrava un rallentamento della crescita dei prezzi al consumo nella più grande economia mondiale all’8,5% a luglio dal 9,1% di giugno. L’allentamento delle pressioni sui costi negli Stati Uniti ha fatto sperare che l’inflazione globale raggiunga il picco o si avvicini al picco.

Ruth Gregory, chief officer del Regno Unito, ha dichiarato: “L’evidenza incoraggiante che la pressione al rialzo sull’inflazione core da parte di fattori globali ha iniziato a diminuire sarà di scarso conforto per la BoE, data l’evidenza che questa è stata sostituita da pressioni inflazionistiche interne più persistenti. “. Economico presso Capital Economics.

Il trading sui mercati monetari ora indica che i trader si stanno preparando affinché la Banca d’Inghilterra aumenti il ​​suo tasso chiave di 2,05 punti percentuali entro maggio 2023, rispetto agli 1,67 punti percentuali di martedì.

READ  Lo storico Niall Ferguson ha messo in guardia gli investitori

La Gregory ha affermato di aspettarsi che la Banca d’Inghilterra aumenti i tassi di interesse di 0,5 punti percentuali il mese prossimo, dopo averli aumentati dello stesso margine questo mese nel più grande aumento degli ultimi 27 anni. La banca centrale ha già alzato il tasso di interesse di riferimento dallo 0,1% di novembre 2021 all’1,75% di questo mese.

La stretta rotazione dei prezzi di mercato ha lasciato i rendimenti delle obbligazioni in oro a due anni scambiati di circa 0,15 punti percentuali al di sopra delle loro controparti a 10 anni, l'”inversione” più significativa della curva dei rendimenti britannica dalla crisi finanziaria globale del 2008.

Gli investitori in genere richiedono costi di finanziamento più elevati per il rischio di acquistare obbligazioni con scadenza lunga nel futuro, il che significa che le curve dei rendimenti in genere tendono verso l’alto. La curva invertita è un segnale forte che i mercati si aspettano che la BoE infliggerà un duro colpo all’economia del Paese.

La differenza tra i rendimenti dei gilt a due anni e a 10 anni

Dall’Angelo ha affermato che l’inversione della curva dei rendimenti indica che i mercati si aspettano un inasprimento a breve termine della politica monetaria della BoE, seguito da una recessione e poi “un piccolo allentamento” da parte della banca centrale.

La banca centrale ha avvertito all’inizio di questo mese che il Regno Unito sarebbe scivolato in una recessione di 15 mesi più tardi nel 2022, con il prodotto interno lordo che si sarebbe ridotto di oltre il 2% dal picco al minimo.

“Siamo sul punto di raggiungere il punto in cui le banche centrali dovranno quasi progettare un mercato della disoccupazione vicino alla crisi finanziaria per riportare l’inflazione sotto controllo”, ha affermato Craig Inchs, responsabile dei tassi di interesse e della liquidità presso la Royal London Asset Management. , indicando la Banca d’Inghilterra e le sue controparti globali come la Federal Reserve statunitense che stanno anche combattendo una forte inflazione.

READ  Burberry annuncia un rallentamento della crescita delle vendite mentre continua l'impatto del Covid | gruppo burberry