Maggio 19, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Le migliori piccole città da vedere in Italia

Questo potrebbe non essere il tuo primo pensiero, ma l’Italia è davvero un ottimo posto per sfuggire alla folla, se sai dove vuoi guardare. Migliaia di borghi rurali del paese sono sparsi sulla penisola, molti dei quali sembrano bellissime rovine o castelli arroccati sulle colline, dove il tempo scorre lento e tranquillo.

L’Italia è oggi uno dei Paesi più vaccinati d’Europa, dopo essere stato uno dei più colpiti dal Covit-19. Affinché i turisti in arrivo ottengano un’autorizzazione verde per entrare nel paese, è necessario mostrare la prova della vaccinazione e il test dell’antigene negativo effettuato 48 ore prima del volo. Una volta arrivati ​​lì, soggiornare nella splendida campagna, spesso facilmente raggiungibile da Roma, aiuta a tenere lontane le persone.

Sia che tu voglia andare in Europa quest’anno o iniziare a progettare alcuni progetti da sogno, i villaggi italiani Under the Radar hanno molte città regolari e destinazioni popolari. In questi villaggi di Bougainville, puoi teleferire dalla cima di una città all’altra, cercare foraggio per funghi, visitare siti sacrificali pagani o ascoltare storie di fantasmi su molti che sono passati attraverso queste terre. È inoltre possibile trovare piatti locali come pasta fatta a mano, formaggi piccanti di agnello e prosciutto crudo.

Ecco alcuni dei migliori paesini d’Italia, dove alcuni dei greggi più grandi che si incontrano sono greggi di pecore.

Castell de Torah
Vuoi vedere quel kayak? È lì che voglio essere. | Vittorio Fordunado/IEM/Getty Images

Castell de Dora

Fin dal Medioevo, Castell de Tora si trova sulla cima di una montagna invisibile chiamata Lago Dora nel Lodium vicino a Roma. Un piccolo ponte conduce all’antica città, dove gli insediamenti di pietra lacerata si arrampicano in una valle fino a un’antica torre, con i loro balconi sul lago. Il sentiero per Castell de Dora attraversa boschi profondi, quindi non sorprenderti se la folla più numerosa che incontri è composta da mucche e pecore. Il paese ha tortuose e strette viuzze rocciose che conducono alla piccola piazza, dove è possibile sedersi in un bar e prendere il sole sorseggiando un aperitivo. Il pesce fresco viene servito nei ristoranti con patio all’aperto affacciato sul lago. Usa il lago per la pesca gigante, lunga 2 metri, per nuotare o andare in barca a vela.

Stato
POV: Apri la finestra e vedi questo. | Shutterstock / Antonio Arigo

stoit

Essendo il più piccolo paese della Calabria, la città di Steady si trova all’interno del collinoso Parco Nazionale dell’Aspramonde ed era un tempo abitata da fuorilegge. Fondata da antichi marinai e monaci greco-bizantini, la gente del posto parla ancora il suono greco e i nomi delle strade sono molto diversi dal resto d’Italia. Il villaggio è un museo a cielo aperto: stretti vicoli conducono alle rovine di un tempio dedicato agli dei del mare, chiese rupestri bizantine e rilievi in ​​pietra a forma umana sulle pareti e sugli edifici. L’architettura antica si intreccia con la street art moderna e frasi di poesia sono scritte sulle porte dipinte delle case. I magnifici percorsi di trekking degli Stadi conducono a villaggi fantasma e fortezze abbandonate, attirando escursionisti da tutto il mondo. Mentre sei lì, non dimenticare di assaggiare i deliziosi maccheroni fatti in casa con ragù di capra.

Roccascelacna
Divertimento pomeridiano: arrampicata su balle di fieno. | Shutterstock / Liox

Roccasalecna

Situata in Abruzzo, la città di Roccasalecna è decisamente fuori dai sentieri battuti: qui ti troverai principalmente a fianco di gatti, galline e cani da pastore. La pasticceria del paese dovrebbe assolutamente fermarsi per i panini fritti di maiale, i biscotti giganti e il porchetto in padella. Il clou principale di Roccascalegna è il castello poco profondo noto come il “Castello nel cielo”. Potrebbero esserci migliaia di castelli in Italia, ma questo ti farebbe dubitare della legge di gravità: è come un’astronave parcheggiata in un fosso e pronta a decollare. Sul tortuoso sentiero di montagna, preparati a piegare alcuni muscoli che salgono fino alla torre più alta, che offre un magnifico panorama sulle montagne innevate dell’Abenin. Ottieni la pelle d’oca durante la visita guidata, dove puoi ascoltare le torture passate nei sotterranei sotterranei e la storia di fantasmi del guerriero senza testa che si dice abbia dato la caccia al castello.

Petroperdosa
Alla domanda su dove riposare, questa foto è la risposta. | Shutterstock / Fabio Pokmon

Petroperdosa

Pietrapertosa si trova nel profondo sud d’Italia, ma ha paesaggi alpini che guardano a nord. Il paese si trova tra le grandi rocce taglienti della catena montuosa delle Dolomiti luganesi a Basilicotta. Pezzi di roccia di forme diverse emergono dagli angoli delle strade, dietro le case e dalle strade. I costruttori della città hanno perforato tutta la vetta, compreso un grosso masso che si attraversa per entrare in città. Molti degli appartamenti sono scavati direttamente nella montagna, creando uno scudo naturale contro il vento per le persone. C’è anche un antico quartiere arabo del Medioevo con capanne di arenaria scura e un festival di cibo e danze arabe ogni estate. Se ti piace una scarica di adrenalina, puoi goderti la vista aerea Volo d’angelo, Siete costruiti su un canale metallico collegato da un cavo di ferro che porta dalla vetta più alta di Pietrobertoza al vicino paese di Castelmesano.

Cebino
Mangio il mio espresso mattutino in questa piazza ogni giorno, grazie. | Shutterstock / Giampattista lassera

Cebino

Esplora il mondo antico in stile Indiana Jones, questo è per te. Cebino, noto anche come “Piccola Bombay”, si trova tra le montagne in rovina del Molise, la parte più remota d’Italia, e ha antiche rovine che rivaleggiano con la città di Roma. Il villaggio fu fondato dalla focosa tribù sannita, che fu distrutta dagli antichi romani. All’interno della città, circondata da un muro di 12 ettari, si trovano 30 torri, quattro porte monumentali, una basilica e numerose fontane, mercati, botteghe artigiane e appartamenti colorati nelle ceneri dell’insediamento sannita bruciato. Statue di soldati imprigionati accolgono i visitatori all’ingresso. Assaggiate gustosi salumi come vAndricina Salame peperoncino e dOrcinelli Salsicce ripiene di fegato di pecora.

Falaria
Sembra di viaggiare a ritroso. | Shutterstock / Claudio Giovanni Colombo

Falaria

In cima a una collina bitorzoluta che si erge da una verde vallata vicino alla città di Viterbo, Falaria ha un’atmosfera sognante, ancora lontana dal tempo. Situato all’interno di un parco naturale scavato da un bellissimo fiume, la vegetazione lussureggiante si insinua negli appartamenti. Il borgo, fondato dall’antica tribù Faliski – che alla fine dovette piegare le ginocchia alla Roma imperiale – è un sito di vicoli di ciottoli coperti di muschio che conducono a tunnel invisibili e aperture nei muri. La gente del posto vive in appartamenti in grotta con balconi panoramici. Falaria è divisa in due parti: l’abitato e il terrificante quartiere fantasma abbandonato, proprio dietro al maestoso castello, che è l’attrazione principale. Percorsi di trekking con partenza dall’aria del villaggio attraverso un deserto dove un tempo si facevano sacrifici pagani.

Calvi dell'Umbria
Immagina le viste del tramonto dall’alto. La magia. | Shutterstock / Emdlard

Calvi dell’Umbria

Dimentica le regolari e affollate Perugia e Dodi. Questo villaggio è uno dei migliori segreti dell’Umbria e si trova sul crinale del paesaggio in rovina. Un’unica e stretta strada attraversa prati verdi e marroni brillanti, boschi di castagni e piccoli borghi abbandonati, collegando Calvia con la Via Flaminia, un’antica strada romana, e lungo il percorso si trovano meraviglie archeologiche. C’è un’atmosfera quasi strana qui con fattorie, frutteti, alveari e chiese in pietra isolate nel paesaggio degli ulivi. Il villaggio prende vita quando le fiere gastronomiche estive attirano la pasta fatta a mano. I pastori si prendono il tuo tempo andando nelle fattorie che vendono pecorino stagionato e piccante, ricotta fresca e yogurt. Puoi finalmente aggiungere alcune abilità culinarie al tuo pacchetto partecipando a una caccia ai funghi porcini dove i tesori sono deliziosi.

Paciano
Perdetevi tra le viuzze e i vicoli di Paciano. | Shutterstock / Giampattista lassera

Paciano

Gli amanti del cibo che bramano il prosciutto italiano non possono perdersi Paciano. Il villaggio è famoso per il suo succulento prosciutto crudo, Ha un gusto forte e raffinato ed è uno dei più buoni e costosi d’Italia. Situato nei Monti Lebini tra Napoli e Roma, Paciano si affaccia su una vallata con giardini lussureggianti, giardini di kiwi e bufali al pascolo (la mozzarella è sicuramente un altro cibo da provare qui). A forma di spirale, la città presenta torri di avvistamento, mura castellane e case-torri in pietra dall’architettura medievale, dove un tempo vivevano le famiglie di contadini con i loro animali. Il muschio cresce su molte porte. La base dei percorsi curvilinei e dei gradini in pietra collegano i diversi livelli del borgo. Da qualsiasi belvedere del Belvedere sopra le case, la vista spazia fino alle Isole Pontine sulla Spiaggia Tirrenica.

Vuoi più thriller? Seguici Instagram, Twitter, Pinterest, Luce web, Tic toc, E Snapchat.

Sylvia Marcetti ha contribuito al trillista.

READ  Italia indignata per il successore di Benito Mussolini che chiede il voto sui monumenti al fascismo | Mondo | Notizia