Giugno 29, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Le immagini di un soldato ucraino catturato mostrano la vita all’interno dell’acciaieria Azovstal durante la battaglia di Mariupol

Da qualche parte all’interno dell’acciaieria Mariupol severamente difesa, dove lui ei suoi compagni erano in piedi alla loro ultima resistenza, un soldato ucraino stava affrontando un cruciverba.

Con gli occhiali da lettura posti all’estremità del naso e con una profonda concentrazione, sembrava pacifico: in questa città dilaniata dalla guerra e in mezzo a un violento assedio non era altro che qualcosa.

Confinato contro un muro di cemento con pesanti stivali da combattimento e uniformi mimetiche, era certamente a disagio, ma molto immerso nell’attenzione.

Un uomo sul pavimento appoggiato a un muro e facendo cruciverba.
Le forze ucraine hanno difeso l’impianto di Azovstal per quasi tre mesi.(AFP: Dmytro Kozatsky)

Oppure osservare il fotografo che si libra alla sua destra, immortalando il momento all’interno dell’ultima roccaforte della resistenza ucraina a Mariupol: la Azovstal Powder Steel Plant.

Per quasi tre mesi, la guarnigione dell’Azovstal si è aggrappata, rifiutandosi di uscire dai tunnel e dalle rifugi sotto le rovine del mulino a labirinto.

A causa della sua forte difesa, le forze russe che avevano catturato il resto di Mariupol non solo non furono in grado di dichiarare la vittoria, né potevano essere spogliate per combattere in battaglie su altri fronti ucraini.

Soldato seduto vicino a un piccolo fuoco.
Il fotografo-soldato Dmytro Kozatsky, che ha scattato foto all’interno della fabbrica Azovstal, è ora prigioniero di guerra.(AFP: Dmytro Kozatsky)

Entrambe le parti erano intrappolate, in un quadro perpetuo di mesi di guerra.

Tra questi c’era il fotografo-soldato Dmytro Kosatsky dalla parte ucraina.

Ora è prigioniero di guerra.

Le sue immagini sono la sua eredità.

Un uomo si bagna in un raggio di sole.
La Russia dice che circa 2.500 soldati ucraini che si trovavano all’interno dell’impianto si sono arresi.(AFP: Dmytro Kozatsky)

Il signor Kozatsky ha pubblicato una selezione di foto su Twitter Prima di unirsi al flusso di soldati che hanno deposto le armi questa settimana.

In centinaia uscirono dal mulino Azovstal portando i feriti.

Stavano eseguendo gli ordini dell’Alto Comando ucraino di salvarsi la vita perché avevano completato il loro compito di ostacolare l’avanzata della Russia.

Il portavoce Igor Konashenkov ha affermato che il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu ha informato il presidente Vladimir Putin della “completa liberazione” delle acciaierie Azovstal a Mariupol e della città nel suo insieme.

L’agenzia di stampa russa RIA Novosti ha citato il ministero per aver affermato che 2.439 combattenti ucraini che erano rintanati ad Azovstal si erano arresi.

Un uomo si trova tra le rovine storte di un'acciaieria.
L’acciaieria di Azovstal è stata distrutta dopo mesi di aspri combattimenti.(AFP: Dmytro Kozatsky)

Ma le fotografie del signor Kozatsky raccontano storie che non possono essere demolite così facilmente, immortalando i difensori nelle pause tra i combattimenti.

Uno di questi mostra un soldato che fuma una sigaretta al suo posto. Sarebbe stato l’ultimo?

In un altro, usando un rasoio elettrico, uno dei combattenti taglia silenziosamente i capelli del suo compagno d’argento.

I soldati si rifugiano in fiaschette improvvisate sistemate lungo un passaggio sotterraneo.
I soldati ucraini usarono tunnel e bunker sotto le rovine del Labyrinth Mill.(AFP: Dmytro Kosatsk)

La vita, anche qui, deve andare avanti, sembrava sussurrare, traendo forza dalla propria mondanità.

Un’ultima mostra che i due membri della guarnigione hanno perso la testa, fissando un fuoco a legna.

Scarica

È facile immaginare che stessero evocando ricordi di volti familiari felici e tempi più tranquilli a miglia di distanza.

L’ultimo messaggio del signor Kozatsky è stato pubblicato su Twitter venerdì mattina.

E ha pubblicato un link alla sua foto da scaricare, “Sono in cattività”.

“Inviali a tutti i premi della stampa e ai concorsi fotografici”, ha detto.

“Se vinco qualcosa, sarà molto bello dopo l’uscita.”

Spazio per riprodurre o mettere in pausa, M per disattivare l’audio, Frecce destra e sinistra per cercare, Frecce su e giù per il volume.

Riproduci video.  Durata: 1 minuto e 41 secondi

Un soldato russo di 21 anni confessa l’omicidio di un civile disarmato

ABC/AP

READ  I temporali uccidono almeno otto persone in Canada e 500.000 perdono la forza