Giugno 30, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Le forze russe entrano a Sievierdonetsk a Luhansk mentre l’Ucraina combatte per mantenere il controllo della città strategica

Lunedì, un governatore regionale ha affermato che le forze russe sono entrate nella periferia della città ucraina di Severodonetsk, descrivendo i combattimenti come “estremamente feroci” poiché la Russia ha intensificato la sua offensiva nel Donbass.

Il governatore di Luhansk Serhiy Gaidai ha affermato che l’attentato ha ucciso due civili e ferito altri cinque mentre le forze russe avanzavano nella periferia sud-orientale e nord-orientale della città.

La Russia ha fatto della cattura di Severodonetsk – la più grande città ancora controllata dall’Ucraina nella regione orientale di Luhansk – un obiettivo importante.

I bombardamenti incessanti lasciarono le forze ucraine a difendere le rovine di Severodonetsk, ma il loro rifiuto di ritirarsi rallentò un’offensiva russa su larga scala attraverso la regione del Donbass.

La regione del Donbass, un’area che copre le regioni di Donetsk e Luhansk, è in parte controllata dai separatisti filo-russi dal 2014.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato in un discorso televisivo: “Circa il 90% degli edifici è stato danneggiato… Più di due terzi delle abitazioni della città sono state completamente distrutte… Non ci sono telecomunicazioni”.

Un gruppo di sette soldati in uniforme e armi in piedi in un gruppo sotto il sole misterioso in una strada suburbana
I soldati ucraini continuano a resistere all’offensiva russa nell’Ucraina orientale.

Le forze ucraine nel Donbass hanno affermato di essere sulla difensiva, poiché le forze russe hanno bombardato 46 distretti nelle regioni di Donetsk e Luhansk.

Hanno ucciso almeno tre civili, ferito altri due e distrutto o danneggiato 62 edifici civili.

“Il cessate il fuoco ora sarebbe un orrore”

Un soldato ucraino di pattuglia nelle trincee vicino alla città di Pakhmut, a sud-ovest di Severodonetsk, ha parlato di un assillante timore che il suo governo sarebbe stato portato a negoziare la fine di un conflitto che potrebbe portare alla perdita territoriale dell’Ucraina.

“Ora sai di cosa ho più paura, ora che la lotta si è intensificata ed è così difficile?” disse Dmytro, un ex insegnante di inglese.

“Ci verrà detto: basta, basta, abbiamo un cessate il fuoco”, ha detto.

Un uomo che parla da un pulpito con la bandiera dell'Unione europea sullo sfondo.
Il funzionario della politica estera Josep Borrell si è detto fiducioso che l’Unione europea raggiungerà un accordo su nuove sanzioni contro la Russia. (AFP: Stephanie Leacock)

I leader dell’UE incontrano difficoltà nell’imporre nuove sanzioni

I leader dell’Unione europea si incontrano questa settimana per discutere un nuovo pacchetto di sanzioni contro la Russia, compreso un embargo petrolifero.

I governi dell’UE non sono stati in grado di concordare un sesto pacchetto di sanzioni contro Mosca perché il proposto embargo sul petrolio russo è inaccettabile per l’Ungheria ed è un grave problema per la Slovacchia e la Repubblica ceca.

Prima del vertice, il ministro dell’Economia tedesco Robert Habeck ha espresso la sua preoccupazione per il fatto che l’unità dell’UE stesse “cominciando a rompersi” e la bozza dell’esito dell’incontro indicava che ci sarebbe poco a che fare con le nuove decisioni.

Ma il capo della politica estera dell’UE Josep Borrell ha affermato che “alla fine ci sarà un accordo”, con l’accordo sul prossimo pacchetto di sanzioni lunedì pomeriggio.

Il ministero degli Esteri francese ha dichiarato che il ministro degli Esteri francese Catherine Colonna si incontrerà separatamente con Zelensky a Kiev per offrire maggiore sostegno al Paese.

“Lesioni spaventose” subite dalla Russia

Spazio per riprodurre o mettere in pausa, M per disattivare l’audio, Frecce destra e sinistra per cercare, Frecce su e giù per il volume.

Riproduci video.  Durata: 1 minuto e 59 secondi

La Russia guadagna territorio nel Donbass, nell’Ucraina orientale.

Non essendo riuscita a catturare la capitale Kiev, nella fase iniziale della guerra, la Russia cerca di consolidare la sua presa sul Donbass, gran parte del quale è già controllato dai separatisti sostenuti da Mosca.

Il governo ucraino ha esortato l’Occidente a fornire più armi a lungo raggio per cambiare il corso della guerra, giunta al suo quarto mese. Zelensky ha detto che si aspetta “buone notizie” nei prossimi giorni.

READ  Transgender Teesa Miskes sbatte il cartello di Sawyer & Sons Star Wars