Maggio 17, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Le emittenti pubbliche italiane e tedesche hanno sospeso la copertura in Russia a causa della nuova legge sui media

Le bandiere dell’Ucraina e della Russia sono viste attraverso il vetro rotto in questa illustrazione scattata il 1 marzo 2022. REUTERS/Dado Rovich/Illustrazione

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

ROMA (Reuters) – L’emittente statale italiana ha dichiarato sabato che sospenderà le operazioni in Russia per “proteggere l’incolumità” dei suoi giornalisti dopo che Mosca ha approvato una legge che minaccia fino a 15 anni di carcere per aver diffuso ciò che il governo dice essere fasullo. Notiziario.

Sabato le principali emittenti pubbliche tedesche ARD e ZDF hanno dichiarato di aver sospeso la copertura dei loro studi di Mosca “per il momento”.

Si sono uniti a un numero crescente di società di media internazionali, tra cui la BBC britannica, la Canadian Broadcasting Corporation e Bloomberg News, per interrompere i reportage in Russia. Per saperne di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“Questa misura è necessaria per proteggere la sicurezza dei giornalisti sul posto e (assicurare) la massima libertà di informazione in tutto il paese”, ha affermato Ray in una nota.

Ha aggiunto che le notizie relative alla Russia saranno fornite da giornalisti che lavorano nei paesi vicini o che tornano in Italia. La RAI non ha detto quanti giornalisti ha attualmente in Russia.

Un portavoce di WDR, una sussidiaria regionale di ARD, ha dichiarato: “ARD e ZDF stanno studiando le conseguenze della legge approvata venerdì e per il momento stanno sospendendo la copertura dagli studi di Mosca”.

Le due emittenti continueranno a fornire al pubblico informazioni sugli eventi in Russia e Ucraina dalle loro altre località, ha affermato il portavoce.

READ  I voli sono regolamentati per viaggiare nell'era del Covid

Funzionari russi hanno ripetutamente affermato che false informazioni sono state diffuse da nemici della Russia come gli Stati Uniti e i loro alleati nell’Europa occidentale nel tentativo di seminare discordia tra il popolo russo.

“Entro domani, questa legge imporrà sanzioni – e sanzioni molto severe – a coloro che hanno mentito e rilasciato dichiarazioni che screditano le nostre forze armate”, ha affermato venerdì il presidente della camera bassa russa, la Duma di Stato, Vyacheslav Volodin.

L’Italia ha tradizionalmente avuto relazioni più strette con la Russia rispetto a molti altri paesi occidentali, con l’ex primo ministro Silvio Berlusconi che ha stretto relazioni particolarmente cordiali con il presidente russo Vladimir Putin.

Il primo ministro Mario Draghi si è chiesto a dicembre se le sanzioni dell’UE potessero funzionare contro Mosca, ma da allora ha appoggiato dure restrizioni alla Russia, anche se funzionari del governo hanno affermato che ciò potrebbe portare a una crisi energetica in Italia, che importa circa il 40% del suo gas proviene dalla Russia . Per saperne di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Copertura) di Crispin Palmer a Roma Reportage aggiuntivo di Elk Alswede a Francoforte Montaggio di Francis Kerry

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.