Giugno 30, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Le azioni globali salgono mentre gli investitori valutano le prospettive economiche

Le azioni globali sono aumentate martedì, poiché i trader sono tornati ad attività più rischiose dopo la peggiore serie di perdite settimanali per le azioni dal 2008.

Le azioni tecnologiche hanno spinto l’indice S&P 500 di Wall Street a salire del 2%, anche se le azioni di Walmart, il più grande rivenditore al dettaglio di mattoni e malta del mondo, sono crollate di oltre l’11% dopo che le pressioni inflazionistiche lo hanno costretto a tagliare le sue previsioni di utili per il trimestre in corso. Paramount Global e Citigroup, due titoli che lunedì hanno rivelato di aver disinvestito da Warren Buffett nel primo trimestre, sono stati tra i maggiori guadagni.

Il Nasdaq Composite, ad alto contenuto tecnologico, ha guadagnato il 2,8%, dopo aver chiuso lunedì in calo dell’1,2%.

In Europa, l’indice Stoxx 600 ha chiuso la sessione in rialzo dell’1,2%, dopo il rialzo del 3,3% dell’indicatore Hang Seng a Hong Kong. Il sottoindice incentrato sulla tecnologia della regione è aumentato del 5,8% quando i capi delle principali società tecnologiche cinesi si sono incontrati con le autorità di regolamentazione per discutere dell’economia digitale del paese.

Gli analisti di JPMorgan hanno suggerito che i mercati azionari globali hanno valutato troppo il rischio di recessione, affermando che le azioni “si riprenderanno se la recessione non passerà, dato il già ampio coinvolgimento multiplo, il ridimensionamento delle posizioni e il sentimento negativo”. La banca statunitense è “scettica” sul fatto che l’afflusso di fondi azionari di aprile – il più alto da marzo 2020 – sia stato l’inizio di una lunga fase di deflussi.

L’indice FTSE All World, che venerdì scorso ha chiuso sei settimane consecutive di calo, martedì è aumentato dell’1,8%.

READ  G20: Le nazioni ricche faranno progressi su clima e vaccini? | Notizie di economia e commercio

Nel frattempo, i beni rifugio come il dollaro e i Treasury sono sprofondati quando il sentimento è diventato più positivo.

L’indice del dollaro – una misura della valuta statunitense contro altre sei – è sceso dello 0,8 per cento, nel terzo giorno di declino, dopo aver raggiunto i livelli più alti in diversi anni il mese scorso. In aggiunta alla debolezza del dollaro USA, la sterlina è salita dell’1,3% a poco meno di $ 1,25, mettendo la sterlina sulla buona strada per il suo più grande aumento giornaliero da ottobre 2020. L’euro è cresciuto di più in più di due mesi, con un aumento dell’1,1% a $ 1,05.

La moneta unica ha rafforzato i suoi guadagni dopo che il capo della banca centrale olandese Klaas Knott ha suggerito alla Banca centrale europea di aumentare i tassi di interesse di 0,25 punti percentuali a luglio, ma rimane anche aperta a un aumento più ampio se l’inflazione peggiora. I mercati stanno ora valutando un intero punto percentuale di aumento dei prezzi entro la fine del 2022, da 0,93 punti percentuali di lunedì.

Con i mercati azionari in rialzo martedì, il debito sovrano è stato colpito da una nuova ondata di vendite, che ha fatto salire i rendimenti. Il rendimento dei Treasury tedeschi a 10 anni, visto come un indicatore degli oneri finanziari in tutto il blocco, è aumentato di 0,11 punti percentuali all’1,04%. L’equivalente italiano ha aggiunto 0,12 punti percentuali al 2,96%.

Anche il debito statunitense era sotto pressione, poiché il rendimento del Tesoro a 10 anni è aumentato di 0,1 punti percentuali al 2,98 percento e il rendimento a due anni sensibile alle politiche è aumentato di 0,13 punti percentuali al 2,70 percento.

READ  In un momento spartiacque, i leader italo-americani rafforzano la cooperazione diplomatica e le partnership strategiche a Roma

La Federal Reserve ha alzato i tassi di interesse di 0,5 punti percentuali questo mese, con aumenti previsti di dimensioni simili nelle prossime tre riunioni della banca centrale, poiché si muove in modo aggressivo per frenare l’inflazione ostinatamente alta.

I rendimenti dei Treasury sono cambiati poco dopo che il presidente della Fed Jay Powell ha ribadito il suo messaggio che la banca centrale continuerà ad aumentare i tassi di interesse fino a quando non ci saranno prove “chiare e convincenti” che l’inflazione sta diminuendo.

“Continuiamo a pensare che il mercato sia molto aggressivo in termini di aspettative di aumento della Fed”, ha affermato Steve Englander di Standard Chartered. La Banca centrale europea “ha appena iniziato a intensificare il suo linguaggio sulla normalizzazione e questa è una parte importante della debolezza del dollaro che ci aspettiamo in [the second half]”.

Segnalazione aggiuntiva di Ian Johnston