Maggio 26, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Le autorità italiane cercano indizi sulla super barca attaccata a Putin

Dall’invasione russa dell’Ucraina il mese scorso, investigatori italiani e curiosi hanno tenuto d’occhio la super barca particolarmente notevole parcheggiata nella vivace località toscana di Marina de Carrara.

Sheherosat fa impallidire tutte le altre navi ancorate al cantiere italiano Sea Group, una delle officine all’avanguardia sugli yacht di lusso. La nave di 140 metri ha sei ponti, due piattaforme per elicotteri, una piscina e – alcune ipotesi – anche un sistema di difesa anti-drone. I partiti di opposizione russi hanno accusato il presidente Vladimir Putin di complottare per assassinarli.

Le autorità italiane – che si stanno muovendo per far rispettare le sanzioni dell’UE imposte all’élite politica e imprenditoriale russa a seguito dell’invasione – confermano che è in corso un’indagine, ma affermano di non avere prove conclusive dell’identità del proprietario.

“È il discorso della città – è eccitante”, ha detto Walter Ciancianoni, 67 anni, un barcaiolo in pensione che ha lavorato per decenni su yacht di lusso, incluso uno di Ivana Trump, l’ex moglie dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump. “Chi lo passa davanti si ferma a guardarlo. . . Tutti si chiedono cosa ci sia dentro: maniglie dorate o armadi extra lusso. Chissà cosa accadrà: sarà confiscato o sarà in circolazione?

La polizia finanziaria italiana, Guardia de Finance, è stata attiva nel far rispettare le sanzioni dell’UE contro la chiave oligarchia russa affiliata a Putin. L’Italia è il parco giochi preferito di molti miliardari.

Le risorse che sono state disabilitate finora includono super barche di lusso e vaste proprietà costiere. Alcune delle persone più ricche della Russia – tra cui Alexei Mortashov, socio di controllo del produttore siderurgico Chevrolet; Janet Tymchenko, amica di lunga data di Putin, fondatrice del Gruppo Volga, un veicolo di investimento; Petr Aven, partner di Finance and Investment Group Alpha; E il finanziere Alisher Usmanov – beni confiscati.

Parlando al parlamento italiano, il presidente ucraino Volodymyr Zhelensky ha esortato gli italiani a intensificare la confisca russa delle proprietà.

Le autorità italiane hanno finora congelato i beni degli oligarchi per un valore di circa 800 milioni di euro.

READ  5 classiche ricette di pasta italiana da fare a casa

Gli alleati dell’attivista anticorruzione russo incarcerato Alexei Navalny hanno pubblicamente affermato che la misteriosa super barca probabilmente apparteneva a Putin. In un video di questa settimana, gli attivisti anticorruzione di Navalny hanno accusato la maggior parte del gruppo Shehrasat di essere russi e di essere stati assunti dal Servizio di sicurezza federale del paese, responsabile della sicurezza di Putin.

La squadra marittima italiana, che ha svolto lavori di manutenzione e riparazione dall’arrivo della barca lo scorso settembre, ha cercato di reprimere la speculazione che appartenesse a un leader russo.

In un comunicato diffuso lo scorso 10 marzo, la società quotata Euronext Milan ha affermato: “Sulla base dei documenti a nostra disposizione e delle restrizioni imposte dalle autorità competenti, i diritti di Scheherazade sono ancora in essere.

Secondo i documenti visti dal Financial Times, la barca è nominalmente di proprietà di Baylor Asset Limited, con sede nelle Isole Marshall. Tuttavia, un funzionario della Guardia di Finanza, che non voleva essere nominato, ha detto a FT che era difficile stabilire chi fosse il vero beneficiario di Baylor.

“Non è chiaro se questi beni appartengano a Putin oa qualsiasi altra oligarchia russa a causa della complessa struttura istituzionale che questi individui hanno istituito per proteggere i loro beni”, ha affermato il funzionario.

Tuttavia, il funzionario ha detto che gli investigatori erano stati in contatto con la squadra di Navalny e avevano confermato che alcuni membri dell’equipaggio a bordo del registro della nave erano ufficiali di sicurezza russi.

“I membri del team russo ci stanno portando a credere che il proprietario legale o il beneficiario sia in realtà un miliardario russo”, ha affermato il funzionario.

READ  L'Italia giocherà due partite del Sei Nazioni 2022 a Roma

Parlando al parlamento italiano questa settimana, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha chiamato la Scheherazade perché stava costringendo gli italiani a intensificare la confisca delle proprietà russe. “Non siate il rifugio degli assassini”, disse loro.

Nelle ultime settimane, molte super barche appartenenti o affiliate ai massimi oligarchi russi si sono spostate in acque più sicure da vari porti europei per sfuggire alle sanzioni dell’UE. Alcuni si sono rifugiati alle Maldive, mentre il presidente Roman Abramovich ha inviato le sue navi in ​​Turchia.

La barca di lusso di 81 metri usata di frequente da Putin, Graceful, che sosteneva di possedere, è salpata dalla Germania alla regione russa di Kaliningrad due settimane prima dell’inizio del conflitto in Ucraina.

Gli oligarchi russi sembrano essere molto compiaciuti delle barche di lusso ancorate in Italia, dove hanno da tempo profondi legami con l’élite degli affari e alcuni membri del governo di unità nazionale del Paese – dalla lega di destra e dal cinque stelle anti-establishment movimento – hanno precedentemente espresso una spudorata ammirazione per Putin.

“I russi credevano – e credevano – che fossimo un anello debole nell’UE su questioni come l’attuazione delle sanzioni e il congelamento dei beni”, ha affermato Jacobo Igoponi, giornalista italiano autore del libro. Gruppi egoisti: come gli amici di Putin comprano l’Italia.

Ma ha detto che l’oligarchia era stata smentita: il primo ministro italiano Mario Tragi era profondamente coinvolto nell’UE e nelle sue politiche ed era uno dei beni “più duri” dell’oligarchia.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto venerdì a FT che Putin “non aveva assolutamente alcun legame” con Graceful o Shirozat. “Niente di tutto questo è vero”, ha detto.

Nel mezzo dell’intensa attenzione su Scheherazade questa settimana, i costruttori navali hanno affermato che l’equipaggio russo è stato sostituito da marinai britannici.

Paolo Gozzani, il leader sindacale italiano che rappresenta i lavoratori della cantieristica, ha espresso frustrazione per la mancanza di trasparenza e l’incertezza che crea per i posti di lavoro. “Mi dà davvero fastidio che i lavoratori non sappiano davvero per chi stanno lavorando – hai l’idea che tutto può cambiare da un giorno all’altro”, ha detto.

Cecilia Cassado, una casalinga di 51 anni, ha visto Sheherezate attraverso una recinzione di recente questo pomeriggio, esprimendo disgusto per la barca e tutto ciò che simboleggiava.

“Che brutta situazione”, ha detto. “Anche se la guerra è lontana, sentiamo il dolore di tutte queste persone che devono lasciare le loro case e le loro vite sono rovinate. Questa barca super lussuosa è completamente diversa.

Rapporto aggiuntivo di Max Sedan a Riga

Video: Guerra in Cina, Russia e Ucraina