Dicembre 1, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’australiano Thompson vince la prima partita di Monte Carlo

Jordan Thompson ha iniziato a sfidare l’Australia al Monte Carlo Masters con una notevole vittoria nella maratona al primo turno sul volubile ma sempre pericoloso Benoit Bayer.

Thompson ha dovuto lottare per tre ore e tre minuti e lottare di nuovo nel tiebreak nella maratona di domenica prima di vincere finalmente 6-4 6-7 (3-7) 7-6 (7-5) per riservare il suo posto al secondo round.

Con il prestigioso evento sulla terra battuta pronto a vedere se Rafael Nadal sarebbe riuscito a vincere il suo dodicesimo titolo presso l’affascinante Monte Carlo Country Club, l’Australia si è assicurata quattro contendenti nel tabellone principale quando Alexei Bopyrin ha raggiunto i playoff finali.

Boberin, che ha goduto di una grande stagione incluso il suo primo titolo ATP a Singapore, ha dovuto combattere una battaglia dopo essere stato in svantaggio con un set per sconfiggere il tedesco Yanik Hanfman 3-6 7-5 6-4 e atterrare al primo turno con lo spagnolo Pablo Andogar .

L’australiano numero 1 Alex de Minor affronterà lo spagnolo Alejandro Davidovic Fukina al primo turno, mentre il secondo classificato John Millman è stato fermato dal debuttante francese Ugo Humbert, sempre lunedì.

Thompson, un 26enne di Sydney che ora è quarto in Australia, ha battuto entrambi per un posto al secondo turno con una vittoria altalenante sull’imprevedibile Bayer.

Si è rivelata una competizione eccezionale che ha coinvolto una serie di bug e non meno di 17 interruzioni del servizio prima di raggiungere un risultato entusiasmante.

Thompson, che aveva vinto la sua unica partita precedente con il Bayer in una maratona simile su tre set sulla terra battuta a Lione quattro anni prima, ha mostrato ancora una volta la sua forza dopo aver rotto la sua nascita mentre serviva nella partita 6-5.

READ  Anteprima Andrey Rublev vs Fabio Fognini, testa a testa e pronostico

Nel decisivo tiebreak successivo, si è ritrovato in svantaggio in vari punti 3-1, 4-2 e 5-4, ma ha mantenuto la sua fermezza per allontanarsi dagli ultimi tre punti e prenotare il suo posto al 32esimo turno contro l’italiano Fabio Fonini o il serbo Meomir Kikmanovic. .

L’unica delusione nella sfida australiana è stata che Bernard Tomic è caduto 7-6 (7-2), 6-0 contro l’italiano Salvatore Caruso nelle qualificazioni.

Tutti gli occhi saranno puntati questa settimana sul ritorno del campione dell’Australian Open Novak Djokovic e del maestro dello stadio Nadal, in quanto i due si incontreranno in finale domenica prossima.

Nadal ha detto domenica che è in perfetta forma e fiducioso della sua preparazione nonostante non abbia giocato una partita competitiva da quando ha perso nei quarti di finale dell’Australian Open contro Stefanos Tsitsipas.

Da allora ha saltato i tornei, proteggendo l’infortunio alla schiena subito a Melbourne.

“Penso di aver fatto il lavoro giusto per essere preparato – ha detto il 34enne -. Sono contento di come gioco, perché il mio corpo è in buona forma al momento”.