Aprile 17, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’attività influenzale ha raggiunto il picco senza un picco post-vacanze nei casi, ma la stagione dei virus respiratori è ancora in pieno svolgimento

L’attività influenzale ha raggiunto il picco senza un picco post-vacanze nei casi, ma la stagione dei virus respiratori è ancora in pieno svolgimento



Cnn

L’influenza imperversa ancora negli Stati Uniti, ma la prima ondata della stagione, che ha colpito il paese settimane prima del solito, sembra aver raggiunto il picco.

Le settimane successive alle vacanze di fine anno hanno portato alti livelli di trasmissione e ricoveri, ma l’attività influenzale non sembra essere aumentata come avevano avvertito molti esperti di sanità pubblica.

Tuttavia, anche dopo settimane di miglioramento, dati Una pubblicazione venerdì dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie ha mostrato che più di 12.400 persone sono state ricoverate in ospedale con l’influenza nella prima settimana del nuovo anno e quasi il 9% dei test di laboratorio è risultato positivo all’influenza.

Circa il 4% di tutti coloro che hanno visitato un operatore sanitario nell’ultima settimana presentava sintomi di virus respiratorio, inclusa febbre oltre a tosse o mal di gola, che è quasi il doppio del valore di riferimento nazionale.

L’influenza è notoriamente imprevedibile e la stagione può portare più picchi di attività.

“Ovviamente c’è stato un picco di attività, ma ciò non significa che non ne avremo un altro”, ha detto la scorsa settimana Lynette Brummer, capo della squadra di sorveglianza dell’influenza domestica del CDC. “Le cose possono cambiare e ricominciare”.

I tassi di vaccinazione antinfluenzale rimangono ben al di sotto dei livelli ideali e gli ospedali rimangono estremamente pieni, lasciando gli Stati Uniti vulnerabili mentre la stagione dei virus respiratori continua.

“È sicuramente qualcosa che osserveremo attentamente. Dovremo solo monitorare tutti i dati, vedere quali virus si stanno diffondendo e chi si ammala, e che tipo di impatto c’è”, ha detto Brummer.

READ  Mike Brown, l'astronomo che spinge il Pianeta Nove, è l'uomo che ha contribuito a ridurre l'ordine di Plutone

“E voglio ricordare alle persone che se non sono ancora state vaccinate, per favore fallo. Non è troppo tardi”.

Al 31 dicembre, negli Stati Uniti sono state distribuite circa 171 milioni di dosi di vaccino antinfluenzale, sufficienti a coprire solo circa la metà della popolazione. Solo il 40% degli adulti aveva il vaccino entro la fine di novembre e solo il 48% dei bambini aveva il vaccino entro la fine di dicembre, secondo il CDC. dati.

Al 7 gennaio, il CDC stima che ci siano stati 24 milioni di malati, 260.000 ricoveri e 16.000 morti per influenza in questa stagione.

Anche se questa stagione è arrivata prima del solito, i risultati sono nella fascia prevista, almeno finora.

Non è una stagione influenzale insolitamente alta. In un certo senso rientra nella gamma medio-alta, ma è ben all’interno dei limiti di ciò che normalmente ci aspettiamo di vedere durante una normale stagione influenzale, purtroppo”, ha detto Brammer. Era un po’ prima del solito”.

Complessivamente, secondo i nuovi dati del CDC, l’attività dell’influenza e di altri virus respiratori rimane “alta” o “molto alta” in circa la metà degli stati, e gli Stati Uniti continuano a sperimentare più virus respiratori circolanti ad alti livelli.

L’attività di RSV ha raggiunto il picco anche negli Stati Uniti, raggiungendo il suo picco stagionale a metà novembre. Ma anche dopo un forte calo delle tendenze nell’ultimo mese e mezzo, settimanale tassi di ricovero Per RSV si mantiene al di sopra dei picchi delle ultime stagioni.

L’RSV è particolarmente pericoloso per i bambini e almeno 13 su 100.000 bambini di età inferiore ai 5 anni sono stati ricoverati con RSV nell’ultima settimana dell’anno, portando il tasso di ospedalizzazione cumulativo in questa stagione a 5 su 1.000 bambini in questa età gruppo.

READ  Il continente perduto di Argoland è stato ritrovato dopo una scomparsa durata 155 milioni di anni

Nel frattempo, l’attività di Covid-19 è aumentata negli ultimi mesi.

I ricoveri sono in aumento da novembre e hanno superato il picco più recente di questa estate, prima che fosse disponibile l’iniezione di richiamo aggiornata, il federale dati Offerte.

La segnalazione dei casi è diventata più atipica nel corso della pandemia, ma anche il monitoraggio delle acque reflue dati Da Biobot Analytics riporta che l’attività di Covid-19 è più alta di quanto non fosse anche durante l’onda delta.

La variante XBB.1.5 in rapida crescita di Omicron ora rappresenta circa il 43% dei nuovi casi di Covid-19 negli Stati Uniti, secondo il CDC, rendendolo il ceppo che causa il maggior numero di nuove infezioni negli Stati Uniti.

In particolare, è l’unica alternativa che sta guadagnando terreno negli Stati Uniti

XBB.1.5 è stato scoperto per la prima volta a New York in ottobre. È cresciuto rapidamente in tutto il nord-est e il CDC stima che rappresenti oltre l’80% dei nuovi casi in quella regione.

Da lì, XBB.1.5 sembra prendere piede lungo la costa orientale. Ora rappresenta circa la metà dei casi di Covid-19 negli stati dell’Atlantico centrale e quasi un terzo dei casi nel sud-est. È meno diffuso in altre regioni degli Stati Uniti.

L’emergere di XBB.1.5 ha coinciso con un aumento dei ricoveri per Covid-19, soprattutto tra gli anziani.

XBB.1.5 contiene una mutazione chiave che lo aiuta a legarsi più strettamente alle cellule. Gli esperti pensano che questo possa contribuire a renderlo più contagioso.

Tuttavia, solo il 16% della popolazione statunitense ha ricevuto un’iniezione di richiamo Covid-19 aggiornata. I dati di ottobre mostrano che le persone di età pari o superiore a 5 anni che hanno ricevuto un’iniezione di richiamo aggiornata avevano un rischio 19 volte inferiore di morire di Covid-19 rispetto a coloro che non erano stati vaccinati. Le possibilità di un test positivo erano tre volte inferiori per quelli con il booster aggiornato.

READ  La Cina lancerà stasera 3 astronauti sulla stazione spaziale. Ecco come guardare dal vivo.